CloudNewsSoftware

Aziende farmaceutiche e cloud, Zscaler spiega come sfruttarlo in sicurezza

Per abilitare la collaborazione e l'innovazione data-driven

Le aziende farmaceutiche sono state al centro della cronaca nell’ultimo periodo. Se già prima era essenziale, oggi lanciare medicinali e vaccini sul mercato con grande rapidità diventa un’esigenza ancora più importante. Il cloud può permettere alle aziende farmaceutiche di collaborare e sfruttare i dati con diverse finalità, come ci spiega Alessio Stellati, Country Manager Italy, Zscaler. Ma la trasformazione digitale richiede investimenti anche in sicurezza, per sfruttare il cloud senza correrne i rischi.

Zscaler, come le aziende farmaceutiche possono sfruttare il cloud

Il panorama del mondo del lavoro sta mutando rapidamente. Il ricorso al lavoro ibrido sta accelerando la trasformazione digitale di tutte le aziende e quelle farmaceutiche non fanno da eccezione. Molte aziende hanno saputo fornire ai dipendenti un accesso remoto sicuro cloud-based. Ma si trovano ora nella situazione di dover consolidare lo smart working e renderlo non solo operativo ma sicuro.

Inoltre l’evoluzione dei modelli di business ha portato all’adozione di soluzioni IoT e OT per gestire le aziende. Qualcosa che richiede una maggior capacità di organizzazione per garantire visibilità e protezione su tutta la rete, in continua espansione.

Importante anche il tema fusioni e acquisizioni, molto importante per il sistema pharma. Qualcosa che prevede l’apertura reciproca delle reti, operazione rischiosa (e dispendiosa in termini di tempo e risorse) se non organizzata a dovere. E con sempre più collaborazioni lungo la supply chain con fornitori di terze parti, l’attenzione deve crescere ancora.

Alessio Stellati Web-min
Alessio Stellati, Country Manager Italy, Zscaler

L’importanza di un approccio Zero Trust

Negli le aziende farmaceutiche hanno dovuto spesso aggiornare le proprie dotazioni IT, aggiornandole di continuo: il passaggio al cloud può però cambiare queste dinamiche. Cambiando tecnologia diventa però necessario anche cambiare anche la strategia di difesa.

Una strategia Zero Trust si basa su un approccio che fornisce diritti di accesso minimi: nessun individuo o applicazione può ottenere fiducia su tutto il sistema. Questo permette di limitare i ‘danni’ qualora ci fossero degli attacchi di sicurezza esterni.

Zscaler Zero Trust Exchange permette ai dipendenti di accedere alle applicazioni da qualsiasi luogo con connessioni veloci e sicure. Ma l’accesso è “segmentato in modo puntuale a livello di applicazione, compreso l’accesso remoto al data center e alle applicazioni in ambienti cloud“.

Stellati ci spiega che Zscaler Cloud Protection (ZCP) utilizza l’approccio zero trust non solo per proteggere l’infrastruttura, ma anche per ridurre la complessità operativa. Infatti identifica i workload nel cloud fornendo accessi sicuri solo agli utenti autorizzati. Questo permette di lavorare in smart working senza paure, così come la possibilità di collaborare con i fornitori e assicurare acquisizioni e fusioni senza paura di compromissioni pericolose.

Aziende farmaceutiche e cloud, l’approccio zero trust di Zscaler

I manager IT delle aziende farmaceutiche hanno tre requisiti fondamentali da perseguire per implementare una transizione al cloud vincente: cybersecurity, la trasformazione dell’IT e il miglioramento dell’esperienza utente.

Per la Cybersecurity serve segmentare applicazioni e processi, oltre a limitare l’accesso con una strategia Zero Trus olistica. La trasformazione IT permette di ridurre la complessità dell’infrastruttura, integrando eventuali processi legacy. Il tutto per ottimizzare l’esperienza dell’utente, pur permettendo che i dipendenti lavorino da remoto.

zscaler Security Service Edge cybersecurity-min

Zscaler si pone come partner esperto nella transizione. E offre la soluzione Zero Trust Exchange, garantendo che le architetture esistenti vengono sovrapposte per accelerare la trasformazione digitale, senza rinunciare a fornire servizi di qualità. Il tutto riducendo la complessità e i costi.

Questo approccio migliora la resilienza e il livello di sicurezza generale, garantendo monitoraggio centralizzato e interdipartimentale. Qualcosa che genera un’offerta migliore anche per partner e clienti, oltre a rendere più sicuri e semplici i processi di fusione e acquisizione. Con oltretutto una piattaforma scalabile per ogni evenienza.

Potete trovare maggiori informazioni sul sito di Zscaler.

OffertaBestseller No. 1
Apple PC Portatile MacBook Air 2020: Chip Apple M1, Display Retina 13", 8GB RAM, 256GB SSD, Tastiera retroilluminata, Videocamera FaceTime HD, Touch ID - Grigio siderale
  • Una batteria che dura tutto il giorno – Fai ancora di più grazie a un’autonomia incredibile: fino a 18 ore (varia a seconda dell’uso).
  • Più potenza – È pronto ad affrontare anche le sfide più impegnative, come il montaggio video professionale e i giochi più adrenalinici. Il chip Apple M1 con CPU 8-core offre prestazioni fino a 3,5 volte più veloci rispetto alla generazione precedente, consumando meno energia.
  • Memoria ultraveloce – 8GB di memoria unificata rendono l’intero sistema più fluido e reattivo: va come il vento anche quando navighi con tanti pannelli nel browser o apri pesanti file di grafica.
  • Display spettacolare – Sul display Retina da 13,3", le immagini hanno un livello di dettaglio incredibile, il testo è nitido e definito, e i colori sono più brillanti.
  • Perché Mac – È intuitivo, facile da configurare, straordinariamente potente e subito pronto a tutto, con app che puoi usare fin dal primo momento. Il Mac è progettato per farti lavorare, giocare e creare come mai prima d’ora.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button