GuideHardwareNewsSmart Office

Come migliorare il segnale WiFi per lo smart working

Le attenzioni da tenere in considerazione e gli eventuali upgrade da compiere

Lo smart working ha dimostrato di essere una risorsa importante per moltissimi professionisti, in tutti i campi. Il bilanciamento vita-lavoro, la produttività, la sostenibilità: tutto migliora con il lavoro ibrido, con le giuste attenzioni. Ma una cosa è imprescindibile: una connessione stabile, veloce e sicura. Vogliamo quindi darvi qualche consiglio semplice per migliorare le prestazioni del segnale WiFi di casa, per rendere lo smart working ancora più semplice (e meno stressante).

La nostra guida per migliorare il segnale WiFi

Durante la giornata lavorativa vi capita di aver problemi di connessione, facendovi rischiare di perdere il lavoro (e facendovi quindi infuriare)? Le cause potrebbero essere moltissime. Se in ufficio vi limitereste a chiamare l’IT e lamentarvi con i colleghi, a casa ci sono diverse misure da prendere per migliorare la situazione.

Il vostro potrebbe essere un problema hardware, di interferenze, di congestione della linea. Le possibilità sono molte, quindi vi invitiamo a seguire questa guida con ordine, provando a eseguire i vari punti uno dopo l’altro. Se i primi punti risolvono il problema, non ci sarà bisogno di investire nemmeno un euro: potreste migliorare il segnale WiFi gratis e velocemente. Senza ulteriori preamboli, iniziamo con la guida.

Testate la connessione via cavo

migliorare segnale wifi smart working casa-min

Prima di dare la colpa al WiFi, assicuratevi che la vostra connessione arrivi in casa alla velocità necessaria. Per farlo dovete trovare un cavo ethernet (di solito nella confezione del vostro router ce n’è almeno uno) e collegatelo al vostro laptop. Potrebbe servire un adattatore USB, che però non limiterà in maniera significativa la velocità.

A questo punto eseguite un test di velocità (come quello che propone Google scrivendo “test di velocità nella ricerca”, oppure quelli di Ookla o di Fast).

Il vostro test dovrebbe corrispondere a quanto dichiarato dalla vostra offerta internet. Qualora la velocità in bolletta non fosse sufficiente (magari usate ancora una vecchia ADSL), contattate il vostro fornitore o un concorrente per passare, se possibile, alla fibra. Ma ricordate che la velocità dipende anche dalla connessione che arriva in casa: solo un collegamento in fibra arriverà a 1 GBit/s, mentre un cavo in rame porterà il segnale attorno ai 100 Mbit/s (comunque abbastanza per praticamente ogni tipo di smart working, con poche eccezioni).

Ora provate a scollegare l’Ethernet e rifare il test con il WiFi, stando però vicino al router. Se i valori sono simili, il problema potrebbe essere la copertura. Se invece vedete un calo immediato, potrebbe dipendere dal router. Prima di cambiarlo, però, c’è un altro test da fare.

Come migliorare il segnale WiFi quando il problema è il router

router migliorare wifi in casa smart working-min

Se la connessione via cavo è rapida ma il segnale WiFi, pur stando vicini al router, non va alle velocità desiderate, ci sono due alternative. Il problema può essere software oppure hardware. Per saperlo, provate ad aggiornare il firmware del dispositivo.

Aggiornare il firmware del router

La maggior parte dei router moderni ha un processo di aggiornamento del router totalmente autonomo, sia che utilizziate quello fornito dal provider (TIM, Fastweb, ecc) sia di terze parti (AVM, D-Link, ecc). Ma forse il vostro router non ha questa funzione: potete allora aggiornarlo dalla pagina del modem.

Per accedere basta digitare uno dei seguenti indirizzi in un qualsiasi browser:

  • 192.168.1.1
  • 192.168.0.1
  • 192.168.1.254
  • 10.0.1.1

Se volete sapere qual è il vostro potete digitare il comando ipconfig nel prompt dei comandi di Windows sotto la voce Gateway predefinito, mentre su macOS lo trovate in Network > TCP/IP sotto la voce Router.

Mettete username e password e poi cercate la voce “Aggiornamento firmware” o “Upgrade firmware“. Le schermate variano in base al produttore del modem, quindi non possiamo guidarvi passo a passo. Ma dovrebbe risultare abbastanza semplice: nel caso scriveteci nei commenti.

Se siete particolarmente esperti, potete anche aggiornare con un firmware di terze parti come DD-WRT per migliorare le prestazioni. Ma per delle connessioni casalinghe, dove quindi non c’è grande complessità di gestione della rete, di solito non serve arrivare a tanto.

migliorare wifi di casa smart working
Tecnologia foto creata da freepik – it.freepik.com

Acquistare un nuovo router

Qualora anche con il firmware aggiornato le prestazioni non sono sufficienti anche stando vicino al router, potete pensare di investire in un nuovo dispositivo. In particolare, fate attenzione di prendere un “modem router“, che fa quindi l’operazione di ricevere la rete dalla linea telefonica (modem) per poi diramarla ad altri dispositivi (router).

Ci sono tantissime opzioni fra cui scegliere. Qui vi riportiamo un’alternativa poco costosa ma di qualità di TP-Link e un top di gamma di AVM (che abbiamo recensito su techprincess). Valutate in base alle vostre esigenze, ma entrambi saranno in grado di risolvere il problema del WiFi fatiscente (anche se con funzionalità e gestione diverse).

TP-Link VR300 Archer Modem Router VDSL FTTC FTTS ADSL fino a 100Mbps, Wi-Fi AC1200 Dual Band, Nero
  • Wi-Fi veloce - 300 Mbps (2.4 GHz) e 867 Mbps (5G Hz)
  • Connessione: compatibile con connessioni VDSL, FTTC, FTTS e ADSL
  • Quattro antenne esterne fisse per ottima copertura
  • Qualità del servizio: prioritizzazione del traffico per dispositivi e applicazioni predefinite
  • IPv6: compatibile con IPv6 (Internet Protocol version 6)
Offerta
AVM FRITZ!Box 7590 AX Edition International Modem Router Wi-Fi 6 Dual Band 2.4GHZ /5GHZ, DSL SUPERVECTORING 35B - fino a 300 MBIT/S con VDSL
  • Adatto alle connessioni ADSL2+ e VDSL
  • Velocità fino a 300 Mbit/s grazie a VDSL Supervectoring 35b
  • Uso sicuro di Internet grazie al firewall preimpostato
  • Accesso a Internet anche via chiavetta per rete mobile LTE o UMTS
  • Accesso remoto sicuro alla rete locale o aziendale via VPN

Come migliorare il segnale WiFi quanto il router funziona bene

Se avete verificato che la vostra rete arriva in casa alla vostra velocità e il vostro router, con il computer vicino, fa il proprio dovere, il problema potrebbero essere delle interferenze nel segnale. Ci sono alcuni piccoli accorgimenti da fare per migliorare la situazione. Ed eventualmente degli acquisti consigliati per migliorare il segnale, se il resto non funziona.

Trovare la posizione giusta

Il punto della casa in cui posizionate il vostro router ha un impatto notevole su come il vostro laptop o smartphone riceve il segnale. Resistente innanzitutto l’istinto di nascondere il vostro router in un armadio o dietro una pila di libri. Allo stesso modo, evitate di metterlo nella stanza più nascosta della casa: non sarà il miglior complemento d’arredo, fa meno ostacoli trova meglio distribuirà il segnale.

Idealmente, dovreste tenere il modem router al centro della casa (o nella posizione più centrale della casa in cui può collegarsi alla linea). Meglio tenerlo in alto e senza oggetti attorno, anche per prevenire eventuali surriscaldamenti. Non tenete troppo vicino apparecchi elettronici che potrebbero creare interferenze. Inoltre, se il router dovesse avere delle antenne esterne, tenetele in verticale.

Alcuni produttori di router ed extender (come AVM con i suoi Fritz! Box, ma non solo) offrono app per valutare se la posizione del router è ottimale o può essere migliorata.

Cambiare la frequenza

Spostando il router più vicino a dove lavorate, dovreste avere un segnale migliore. Ma per accelerare la connessione mentre fate smart working potreste liberare la frequenza su cui lavorate. Se avete un router dual-band, come molti di quelli moderni, potete scegliere tra i 2,4 GHz e i 5GHz.

migliorare wifi come farlo
Computer foto creata da rawpixel.com – it.freepik.com

La frequenza a 5GHz offre velocità maggiori. Inoltre, incontrerete minori interferenze, perché è meno utilizzata dagli apparecchi smart che avete in casa (TV, elettrodomestici e speaker). Tuttavia, il segnale a 5GHz raggiunge distanze minori e subisce di più la schermatura di pareti e altri ingombri.

Nella stessa pagina dove avete provato ad aggiornare il router (agli indirizzi 192.168.1.1, 192.168.0.1, 192.168.1.254, 10.0.1.1) potete abilitare il WiFi 5GHz se non lo fosse già.

Dare la priorità allo smart working

I router smistano le connessioni in maniera intelligente, quasi sempre bene. Quindi nella maggior parte dei casi, potete fidarvi di come assegnano priorità al traffico di rete. Ma potreste fare delle prove giocando un po’ con le impostazioni nella pagina di amministrazione del router, facendo diversi speedtest per valutare se la situazione migliora.

Molti nuovi router permettono di creare network ospiti, con limitate risorse di banda: potreste mettere i dispositivi dei bambini (tablet, ecc) su questa linea per evitare che intasino quella che usate per il lavoro.

Alcuni dei migliori router in circolazioni vi permettono di assegnare priorità alle varie attività: potete quindi dedicare più banda alle chiamate in Teams e Meet, limitando invece le risorse dedicate al gaming. O viceversa.

Volendo, potete anche cambiare il canale di trasmissione per evitare interferenze. Anche se i vostri dispositivi dovrebbero già farlo in automatico, potrebbe valer la pena provare. Aprite il prompt dei comandi per digitare netsh wlan show all per vedere quali canali utilizzano i dispositivi collegati alla rete. Assegnate quindi un canale diverso al vostro computer e poi provate uno speed test. Tenete però presente che scegliendo un canale statico, potreste trovarvi a ripetere questa operazione di nuovo: nuovi dispositivi e utenti potrebbe intasare il canale in futuro.

Mappate la vostra casa

mappatura casa-min
Credit: NetSpot

Se tutte queste prove con le impostazioni del WiFi non velocizzano la vostra connessione, il problema potrebbe essere legato alla struttura stessa della vostra casa. Le pareti portanti con metallo all’interno, i cavi della corrente e i tubi dell’acqua nelle pareti possono fare da muro per il WiFi, un problema fisico che nessuna impostazione software può risolvere.

Per valutare se effettivamente questo è il problema, potete mappare il segnale WiFi in casa vostra: uno step fondamentale per migliorare la qualità del segnale. Un metodo empirico ma efficace è di usare lo smartphone per effettuare speed test in varie zone della casa. Uno più scientifico è utilizzare un software come NetSpot per fare una mappatura di come il segnale si diffonde in casa vostra.

Ve il vostro home office è in una zona ‘buia’ di casa, poco raggiunta dal WiFi, potreste decidere di cambiare posizione alla scrivania. Se non fosse possibile, ci sono alcuni dispositivi che possono aiutarvi.

Estendere il segnale WiFi: reti Mesh, Range Extender e non solo

Dove non può il software, ci pensa l’hardware. Avete diverse opzioni per collegare il vostro PC alla rete anche se il router non riesce a raggiungerlo come si deve. La più efficace senza dubbio è di tornare al buon vecchio cavo Ethernet: acquistate qualche decina di metro di cavo e collegate direttamente router e PC passando per la linea telefonica. Non è una soluzione comoda, ma senza dubbio la migliore per stabilità e velocità della rete.

Una soluzione più semplice e flessibile è quella di estendere il segnale WiFi. Ci sono almeno tre opzioni da considerare:

  • I Range Extender: ricevono il segnale dal router e lo amplificano. Sono la soluzione meno costosa, ma se posizionati bene sono molto efficaci.
  • Le reti Mesh allargano il raggio del segnale, ma non sono ripetitori: è come se il vostro router avesse direttamente un raggio maggiore. Di solito riducono i problemi e risultano più stabili, ma hanno un costo maggiore.
  • I Powerline invece trasmettono il segnale lungo la rete elettrica dal modem a un ripetitore. Sono particolarmente utili in case molto grandi o con muri particolarmente impervi al segnale WiFi.

Di seguito vi consigliamo una soluzione per tipo, ma potrebbe valere la pena cercare fra le nostre recensioni su techprincess per trovare la soluzione che fa per voi.

Offerta
Xiaomi Mi Wi-Fi Range Extender Pro Ripetitore Wireless, Velocità 300 Mbps, Prolunga Del Segnale Wi-Fi, ‎Nero
  • Due potenti ad alto guadagno antenne esterne forniscono una copertura più ampia e prestazioni migliorate
  • Funzione wireless, rendono la copertura wireless più grandi
  • Compatibile con altre marche Router
  • Gestione delle impostazioni di rete facilmente con il xiaomi mi wifi app
  • Questo amplificatore si aggiorna automaticamente senza alcuna impostazione
Devolo Rete WLAN 2-1200 WiFi ac Multiroom Kit: 3 adattatori WiFi per rete interlocutoriale, ideale per streaming (1200 Mbit/s, sistema Tri-Bband, 3x2 Gigabit LAN), bianco 8794
  • Prestazioni in rete ad alta velocità: i 3 adattatori WiFi garantiscono una rete Wi-Fi ad alte prestazioni fino a 1200 Mbit/s in qualsiasi angolo della vostra casa.
  • Il più veloce sistema tri-band della sua categoria: in modo che possiate godere di un perfetto Wi-Fi ovunque, gli adattatori a rete si collegano anche tramite powerline. Così il segnale internet viene distribuito rapidamente attraverso la linea di alimentazione in casa e inviato agli adattatori.
  • Per prestazioni senza frenata: collegare un adattatore al router e spegnere il router Wi-Fi. Gli adattatori formano ora una rete Devolo in rete. Così potrete beneficiare di un potente boost, poiché i vostri dispositivi moderni non sono più frenati da un vecchio router.
  • Espandi la tua rete: gli adattatori Devolo Mesh WiFi sono compatibili con tutti i router, Devolo Magic Adapter e dispositivi dotati di Wi-Fi. Non sono supportati adattatori dLAN e altri prodotti homeplug AV inclusi l'adattatore Powerline Devolo.
  • Contenuto della confezione: Mesh Wlan 2 Set con tre adattatori in rete (con totale 6 attacchi LAN Gigabit), WiFi 5 (WLAN AC)
Offerta
ASUS ZenWiFi XT8 AX6600 Sistema WiFi Mesh, Confezione da 2 Pezzi, WiFi 6 (802.11ax), Triband, 6.6Gbps, AiProtection Pro, AiMash, 3 SSID Possibili, Controllo Parentale, Gestione Tramite App, Bianco
  • Il posizionamento unico dell'antenna e la tecnologia TriBand offrono un WiFi potente in ogni angolo della casa, utilizza le tue applicazioni preferite senza rallentamenti o fastidiosi tempi di attesa
  • Grazie al supporto degli standard 802.11n,ac e ax fornisce compatibilità con tutti i dispositivi moderni come Pc, PS5 e dispositivi mobile garantendo l'integrazione perfetta nella tua rete
  • OFDMA e MU-MIMO consentono una trasmissione più efficiente, stabile e veloce anche quando più dispositivi stanno trasmettendo dati contemporaneamente migliorando la tua esperienza di gioco
  • Installazione facile ed intuitiva in soli tre passaggi grazie ad ASUS Router App, configura e modifica le impostazioni con una semplicità da vero professionista
  • AiMesh permette di creare una rete mesh flessibile e scalabile per una connessione stabile, senza lag e che ti permette di coprire ampi spazi, dì addio alle zone morte del tuo WiFi

Seguendo questi passaggi, dovreste aver trovato la soluzione per migliorare il vostro WiFi in casa per lo smart working, e non solo. Se così non fosse, non esitate a farci qualche domanda nei commenti (oppure scriveteci per condividere qualche altro consiglio).

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button