AziendeNews

Startical, sostegno UE alla costellazione di satelliti per il traffico aereo

Il progetto della società di Indra ed Enaire sostenuto dalla Commissione Europea

Startical, società creata da Indra ed Enaire, vuole lanciare una costellazione di piccoli satelliti per la gestione del traffico aereo (ATM). E ha ricevuto un sostegno diretto da parte della Commissione europea. L’UE investe nella space economy, per questo progetto innovativo.

Startical annuncia il sostegno dell’UE per la sua costellazione di satelliti per il traffico aereo

L’Agenzia esecutiva europea per il clima, le infrastrutture e l’ambiente (CINEA), attraverso la Connecting Europe Facility (CEF), darà a questo progetto un sostegno concreto. Parliamo di circa 15 milioni di euro al progetto Echoes. Un progetto guidato da Startical, Enaire e Indra che si pone l’obiettivo di validare e quantificare i vantaggi, l’affidabilità e la disponibilità dell’infrastruttura spaziale di Startical. Che vuole contribuire a decarbonizzare e rivoluzionare la navigazione aerea entro il 2050.

Utilizzando questa costellazione di satelliti per garantire comunicazioni di miglior qualità anche nelle zone difficilmente servibili da radar e servizi terrestri. Lo spazio che aiuta il cielo.

Questa proposta ha ottenuto la più alta percentuale di finanziamento fra tutti i progetti per il trasporto intelligente. L’Europa ha quindi valutato la solvibilità tecnica, l’innovazione e il possibile impatto dirompente sul mercato.

ESA BIC Turin space economy startup

Il sostegno economico continua i programmi SESAR 3 (SESAR 3 JU) e Cielo Digitale Europeo. Inoltre è compatibile con i Fondi Next Generation europei. Questo permette promette di migliorare la fluidità, l’efficienza e l’ecocompatibilità del trasporto aereo. Ma questa infrastruttura satellitare permetterà anche di trainare l’Europa all’avanguardia del new space.

Una rivoluzione tecnologica

Il direttore generale di Startical, Fernando García, spiega che “il sostegno dell’Unione Europea e del CINEA rappresenta un supporto definitivo a un’iniziativa che fornisce una soluzione pionieristica e audace alla sfida che il settore deve affrontare per garantire la sua sostenibilità e la sua crescita. La forte spinta propulsiva del progetto dovrebbe servire a dare impulso allo sviluppo di un settore industriale che, in Europa, ha capacità molto rilevanti ma che deve orientarsi verso la diffusione dei paradigmi del nuovo spazio commerciale”.

Sottolinea l’importanza del sostegno UE anche il direttore generale di ENAIRE, Ángel Luis Arias. “La fiducia che l’UE ha riposto in un progetto che offre un’opportunità unica di collocare la nostra industria all’avanguardia globale del nuovo segmento spaziale, attualmente in forte espansione”.

Il direttore dei Sistemi integrati e dello Spazio di Indra, Domingo Castro invece spiega come questa attività possa essere economicamente vantaggiosa per tutto il segmento. “Il dispiegamento di una grande costellazione di satelliti, che verrà rinnovata ogni cinque anni, garantisce un flusso costante di lavoro che potrebbe dinamizzare l’intero settore, richiedendo anche lo sviluppo di tecnologie avanzate completamente nuove su base costante”.

Servizio di qualità anche nelle rotte oceaniche

Il progetto dimostratore Echoes vedrà due piccoli satelliti che arriveranno in orbita. Una volta in quota, daranno accesso comunicazioni vocali e dati VHF e servizi di sorveglianza ADS-B. Tutte operazioni necessarie per i controllori del traffico aereo e delle compagnie aeree.

Space Economy futuro del business nello spazio

Il fatto di essere in orbita permette una copertura maggiore e di qualità soprattutto delle aree oceaniche, polari e remote. Tutte zone che i sistemi radar e terrestri esistenti non sono in grado di coprire. In questo modo si permettono nuove rotte e una maggiore separazione di sicurezza all’arrivo. Questo dovrebbe permettere di decongestionare le rotte aeree più trafficate del pianeta.

Con questo progetto, l’UE valuterà l’impatto ambientale e il rapporto costi-benefici che i servizi ATM forniti dallo spazio possono offrire. Gli aeroporti, i fornitori di servizi di navigazione aerea e le compagnie aeree e la stessa Commissione Europea sperano che possa dimostrarsi un impatto significativo. Come avevano già sottolineato durante l’ultima edizione del Congresso Mondiale ATM, tenutosi a Madrid lo scorso giugno.

Il consorzio del progetto Echoes sarà coordinato da Startical, insieme a Enaire, Indra, Mitiga, NAV Portugal e DLR. Collaboreranno 21 entità da tutta Europa per lavorare al progetto. Sul quale potete trovare maggiori informazioni qui.

Bestseller No. 1
Space economy
  • Di Pippo, Simonetta (Autore)

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button