NewsSoftware

Arriva il supporto di Premiere Pro per Apple M1

Dopo aver testato la beta da dicembre, ora arriva il supporto ufficiale

Adobe ha rilasciato la versione di Premiere Pro pensata per i Mac con chip Apple M1. Il supporto per il nuovo processore di Cupertino era arrivato in beta già da dicembre. Ma oggi arriva la versione ufficiale, che secondo Adobe accelera il lancio del 50% e rende più veloce del 77% l’editing (anche se non è ancora chiaro cosa intenda con questo termine piuttosto ampio).

Premiere Pro arriva anche per i Mac con Apple M1

Apple ha rilasciato il suo primo computer con processore M1 lo scorso novembre. Potevano tranquillamente far girare software pensati per i processori Intel di solito utilizzati dalla Mela, ma l’adozione di soluzioni native può migliorare (anche di molto) le prestazioni. A meno di un anno dal lancio sono già tanti i produttori di software che hanno deciso di adottare l’architettura ARM di Apple. Adobe resta però quello critico: molti scelgono macOS proprio per le prestazioni nelle operazioni grafiche e Adobe è la regina di questo mondo.

Per questo motivo Adobe ha deciso di adottare da subito Lightroom, arrivato a dicembre. E poi Photoshop a marzo, Lightroom Classic a giugno insieme a Illustrator e InDesign. Oggi invece arriva il supporto per Adobe Character Creator, Media Encoder ma soprattutto per Premiere Pro.

Oltre al supporto per Apple M1, arrivano anche altre novità per Premiere Pro. La più significativa è la funzionalità speech to text, che permette di creare automaticamente la trascrizione di un video. Ci sono anche nuove opzioni per personalizzare i sottotitoli e modificare come il testo appare sullo schermo.

La novità più attesa però è senza dubbio la possibilità di utilizzare Premiere Pro nativamente su Apple M1. I professionisti potranno nei prossimi giorni provare il programma e valutare se davvero le prestazioni sono così migliorate. Potete trovare ulteriori informazioni sul sito ufficiale.

OffertaBestseller No. 1
2020 Apple MacBook Air con Chip Apple M1 (13", 8GB RAM, 256GB SSD) - Grigio siderale
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Autonomia senza precedenti, con una batteria che dura fino a 18 ore
  • CPU 8‐core fino a 3,5 volte più rapida, per gestire i progetti a velocità mai viste
  • GPU fino a 8‐core, per una grafica fino a 5 volte più veloce nelle app e nei giochi più complessi
  • Neural Engine 16‐core, per un apprendimento automatico evoluto
Source
The Verge

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button