NewsServizi

Web3 e blockchain la nuova frontiera dell’automazione delle imprese

Nuove tecnologie per aziende attente al cambiamento

Cos’è Web3? Ci sono diverse definizioni ma tutte hanno un denominatore comune. Quale? Un nuovo capitolo del world wide web (appunto Web3 o Web 3.0) che si basa sulla tecnologia blockchain. È ormai risaputo che nella tecnologia blockchain c’è molto di più di Bitcoin. Sotto l’ombrello blockchain sono inclusi anche il decentramento e l’economia basata sui token, inclusi gli NFT.

Il Web3 sta giocando un ruolo enorme nel cambiare lo status quo di come le persone conducono la loro vita quotidiana. Questo può essere attribuito a molte cose, come tempi, tendenze e preferenze dell’utente che cambiano. C’è anche il fatto che Web3 è molto più inclusivo dei suoi predecessori dando il via a un Internet più incentrato sull’uomo.

Web3 è comunque anche molto importante per le aziende, in quanto automatizza anche lo stack tecnologico principale, compreso quello di imprese un tempo considerate rivoluzionarie.

Lo scetticismo sulla blockchain si è trasformato in curiosità, ma ben presto le aziende hanno capito che può diventare un nuovo modello per generare profitti.

Gartner stima che la blockchain potrebbe generare fino a 3,1 trilioni di dollari in nuovi affari entro il 2030. Questo potrebbe essere possibile con il lancio di nuovi prodotti/servizi nei settori verticali B2B e B2C in tutto il mondo. Attualmente, le tecnologie blockchain hanno avuto un impatto maggiore sul settore finanziario poiché consente un’economia globale più sicura, trasparente ed efficiente. Tuttavia, al di là di questa infrastruttura, la tecnologia blockchain permeerà tutte le funzioni aziendali per riconfigurare i processi e le operazioni oggi. Per le aziende, sfruttare la potenza delle tecnologie decentralizzate comprendendo come si confrontano con i sistemi attuali sarà fondamentale.

Web3 e blockchain, ecco i benefici per le aziende

Web3 esiste solo in parte all’interno delle aziende, ma sta già avendo un impatto incredibile e sta cambiando le strategie. Ecco quindi alcuni esempi di come lo stack Web3 sta automatizzando il business.

Commercio e custodia dei dati: affinché le aziende adottino le tecnologie blockchain, sarà importante archiviare, gestire e scambiare criptovalute in modo sicuro . Esistono soluzioni integrate che forniscono custodia sicura e servizi di prim’ordine in modo da poter gestire le risorse crittografiche in un unico posto.

Analitica: non esiste ancora un’attività realmente basata sui dati a causa dell’accesso limitato a quest’ultimi. Sebbene i dati siano una componente critica dei processi aziendali, il loro accesso è stato bloccato da inefficienze tecniche e, soprattutto mancanza di fiducia. Le soluzioni incentrate sull’archiviazione decentralizzata o sull’abilitazione di indicizzazione, query e transazione dei dati saranno fondamentali per sbloccare nuovo valore in molte funzioni aziendali. Un esempio, è l’uso di contratti intelligenti, che avranno enormi implicazioni per l’automazione aziendale sicura e il processo decisionale. Con l’analisi, le aziende possono collegare le transazioni crittografiche a entità del mondo reale utilizzando dati di attribuzione blockchain pubblici. Possono anche monitorare il rischio e indagare su attività fraudolente.

web3 blockchain

Commercio e pagamenti: vi è una crescente domanda da parte dei consumatori di accettare pagamenti online e al dettaglio in risorse digitali. I sistemi di pagamento legacy hanno costi di transazione integrati che vengono trasferiti anche ai consumatori. Sia le imprese, sia i consumatori, si stanno spostando verso economia delle risorse digitali come mezzo di scambio alternativo. Le API “chiavi in ​​mano” per i commercianti, come l’accettazione di più criptovalute, renderanno il processo più semplice per tutte le parti coinvolte.

Spazio alla API Web3

Interazione dei dati: le aziende oggi possono sfruttare le API Web3 per iniziare a esplorare l’implementazione di tecnologie blockchain per diversi scopi. Ad esempio eseguire funzioni di contabilità, migliorare la connettività IoT, accedere a dati verificabili in tempo reale per automatizzare il processo decisionale. Con i nodi di lettura/scrittura, le aziende possono accedere rapidamente a dati e informazioni business-critical dalle blockchain. Un’unica API può ad esempio evitare che il team di ingegneri debba creare e mantenere internamente indicizzatori proprietari. Allo stesso tempo può consentire di accedere ai dati più velocemente e ridurre i tempi di sviluppo.

Ma per ottenere tutto questo, nel breve termine, le aziende avranno bisogno di specialisti del protocollo blockchain. Questi avranno il compito di spiegare veramente come la blockchain può aiutare a migliorare i processi/operazioni attuali. 


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button