ConcorsiNewsStartup

Ecco i vincitori di Seed4Innovation, il programma di innovazione dell’Università degli Studi di Milano

L’obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo di soluzioni altamente innovative

Riduzione dell’intolleranza al lattosio, riciclo del PET, piattaforme chirurgiche 3D, identificazione di proteine come nuovi bersagli terapeutici per le malattie neurodegenerative, trattamento dei dolori neuropatici, miglioramento delle prestazioni e della durata dei filtri delle cappe di filtrazione, approcci innovativi per il trattamento della malattia di Parkinson, biomarcatori indicativi del potenziale trombotico residuo piastrinico: sono questi gli otto progetti finanziati in totale con 400mila euro da Seed4Innovation, il programma di innovazione organizzato da Fondazione UNIMI e dall’Università degli Studi di Milano, con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo di soluzioni altamente innovative nate dalla ricerca e favorirne l’applicazione industriale o di mercato.

Prova Fiverr, i servizi freelance perfetti per la tua attività

Si è conclusa la seconda edizione del programma Seed4Innovation

La cerimonia di premiazione di questa seconda edizione di Seed4Innovation si terrà giovedì 26 ottobre presso la Greenhouse di Deloitte in via Tortona, 25 a Milano a partire dalle ore 16:45. L’evento Seed4Innovation: dove cresce l’innovazione, sarà trasmesso in streaming. Gli otto progetti vincitori sono:

Fondazione Unimi Logo
  • DIGEST, un integratore alimentare progettato per ridurre i sintomi da intolleranza al lattosio.
  • ELEVATE, il progetto che propone un approccio nuovo per il riciclo di plastiche post-consumo non bio-degradabili.
  • HIFHINS che ha creato una nuova classe di piattaforme di simulazione chirurgica basate sull’utilizzo di modelli di organi stampati.
  • NADINE che ha identificato la proteina JNK3 come bersaglio terapeutico e come biomarker predittivo per diverse malattie neurodegenerative.
  • NIRWANA, un nuovo trattamento medico per il dolore neuropatico basato su un meccanismo recentemente scoperto che sfrutta la proteina TICK, canale del potassio, ingegnerizzata e capace di attivarsi all’aumentare della temperatura per stimolo esterno.
  • RIGENCAP ha proposto fotocarboni rigenerabili per cappe da cucina ad alte prestazioni e durata.
  • STOPD che propone un approccio completamente innovativo per il trattamento della malattia di Parkinson basato sull’utilizzo di una piccola molecola, PK7.
  • TRITONE ha proposto un uovo tool per la stratificazione del rischio trombotico in pazienti in terapia antiaggregante.

Per maggiori informazioni riguardo il progetto Seed4Innovation è possibile consultare i sito ufficiale di Fondazione UNIMI.

Autore

  • Marzia Ramella

    Scrivo di libri, film, tecnologia e cultura. Ho diversi interessi, sono molto curiosa. La mia più grande passione però sono i libri: ho lavorato in biblioteca, poi in diverse case editrici e ora ne scrivo su Orgoglionerd.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button