NewsSoftware

I trend 2023 per le tecnologie conversazionali, secondo Spitch

Questo nuovo anno si apre con diverse incertezze dal punto di vista economico. Ma secondo Spitch le tecnologie conversazionali potranno continuare a crescere nel 2023: ecco i trend che l’azienda ha individuato rispetto alla communication automation.

Amazon Music: 3 mesi gratuiti senza obbligo di abbonamento

Spitch: i trend 2023 per le tecnologie conversazionali

Il mondo della comunicazione sta evolvendo rapidamente, anche grazie al ricorso all’automazione e all’AI. Ma un altro trend visto di recente riguarda l’attenzione a migliorare la customer experience (CX) in entrambi i lati. Non basta più pensare ai clienti, ma bisogna fornire un’esperienza importante anche ai dipendenti: coinvolgerli risulta essenziale.

Amazon Prime: 30 giorni gratis, Prova subito!

Per esempio, la piattaforma Speech Analytics di Spitch può facilitare il lavoro dell’operatore in tempo reale. Consente infatti di rilevare cosa accade in tempo reale e quindi aiutare l’operatore a fornire risultati immediati ai clienti. L‘Agent Assist mostra sul desktop dell’operatore le informazioni sul cliente e analizza il sentiment, aiutando a porre le giuste domande. Integra inoltre CRM e altri applicazioni: semplificare il lavoro degli operatori migliora le esperienze degli utenti.

Il potenziale del machine learning

Fra i trend 2023 che Spitch rileva nell’ambito delle tecnologie conversazionali c’è il ricorso sempre maggiore al machine learning, soprattutto con approccio low code e no code. Implementare l’apprendimento dell’intelligenza artificiale permette di migliorare la qualità delle interazioni, dando funzionalità adattive al proprio servizio di comunicazione.

L’AI di Spitch.ai aiuta Enercom a verificare la compliance dei contratti a distanza

Inoltre, il machine learning può valutare i motivi di incomprensione e di attesa, identificando delle best practice per migliorare il servizio. In questo modo, potete valutare eventuali nuovi accorgimento da intraprendere per offrire un’esperienza qualitativamente più avanzata.

Modularità e complementarietà

Le soluzioni di AI conversazionale sono sempre più parte modulare di un processo più complesso. Spitch ci spiega che sempre più spesso gli assistenti virtuali si integrano con le Speech Analytics per raccogliere i dati, con la biometria vocale e con sistemi che permettano di ricevere supporto umano su qualsiasi canale.

La biometria vocale in particolare può servire per personalizzare la gestione di una conversazione tra il cliente e l’agente virtuale, identificando chi parla. E con soluzioni di Speech Analytics, potete analizzare nel dettaglio le richieste di ogni singolo cliente.

Speech Analytics biometria vocale fornita da Spitch

Più in generale, secondo gli esperti di Spitch c’è un trend che continuerà nel 2023 nel concentrarsi su industry specifiche, fornendo tecnologie conversazionali ma anche consulenze sull’intero valore aziendale. I fornitori che hanno accesso a soluzioni più complete avranno un vantaggio strategico importante.

Piergiorgio Vittori, Amministratore Unico di Spitch.ai Italy e International Managing Director di Spitch.ai, spiega che: Le tecnologie conversazionali, nei mesi e negli anni a venire, giocheranno un ruolo fondamentale nella ridefinizione della customer experience. L’intelligenza artificiale si conferma non solo una componente tecnologica, ma anche e soprattutto un’attitudine mentale al servizio di clienti esterni ed interni di qualunque realtà, con una particolare attenzione all’esperienza offerta.

Trovate maggiori informazioni su Spitch.ai qui.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📊Edge data center: i vantaggi e come favorirne lo sviluppo
 
🌴L’utilizzo del welfare aziendale per le vacanze: un’opportunità di risparmio per l’estate 2024
 
🎙 La AI di Google: una evoluzione basata sui modelli
 🎤
La resilienza del dato come forma di protezione: intervista a Vincenzo Granato di Commvault
 
🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button