NewsSoftware

La virtualizzazione dei dati supporta le pratiche ESG

I risultati del report IDC Spotlight sponsorizzato da Denodo

La sostenibilità diventa un obiettivo imprescindibile per le aziende. E secondo l’ultimo IDC Spotlight sponsorizzato da Denodo, la virtualizzazione dei dati risulta fondamentale nel perseguire strategie ESG. Raccogliere, analizzare e capire i dati da ogni sistema aziendale diventa una priorità per agire in chiave sostenibile per tutte le organizzazioni.

IDC Spotlight: la virtualizzazione dei dati per le strategie ESG

La sostenibilità è la più urgente e importante delle missioni che un’azienda possa intraprendere. Non solo per questione morale, anche perché sia i regolatori europei che i consumatori danno più che mai importanza alla riduzione delle emissioni di carbonio.

QONTO. Il conto business che semplifica la quotidianità bancaria.

Le imprese lungimiranti stanno riducendo la propria impronta di carbonio e ad aumentare la riciclabilità degli imballaggi. Riducono il proprio consumo energetico e rendono i prodotti più efficienti. In una parola, diventano più “green”.

IDC ci spiega che esiste un forte legame tra questi tipi di approcci e un’efficace gestione dei dati e delle analisi. Sfruttare i dati permette a un’organizzazione di migliorare il proprio impatto ambientale. Consapevoli che con esso migliorano la reputazione con clienti, partner e azionisti, e si rispetta la conformità con i quadri normativi.

Un sondaggio IDC del 2022 ha mostrato che il 44% delle organizzazioni europee include KPI relativi alla sostenibilità per valutare le prestazioni dei dirigenti senior. Il 35% lavora per sviluppare un quadro completo dell’impatto ambientale delle proprie operazioni. Inoltre, il 19% delle organizzazioni europee investe oltre il 10% del proprio budget IT in azioni relative alla sostenibilità.

Maggior focus sulla sostenibilità

I dati IDC mostrano che la sostenibilità è un importante tema strategico per le organizzazioni europee. Tra il 2021 e il 2022 in Europa le organizzazioni che si trovano nelle fasi più mature delle loro iniziative di sostenibilità sono cresciute del 10%. L’approccio alla sostenibilità è chiaramente articolato e gestito in modo olistico, in alcuni casi risulta radicato nella routine quotidiana.

greentech termo trend 2023-min

Inoltre, esistono regole e regolamenti più rigorosi che riguardano la sostenibilità provenienti dall’UE, nonché dagli organi legislativi nazionali, regionali e locali. Ma la pressione arriva anche da azionisti, clienti, partner e della catena di fornitura. Dimostrare credenziali di sostenibilità diventa fondamentale per ogni organizzazione.

Le strategie ESG diventano un framework che aiuta le parti interessate a gestire rischi e opportunità di criteri ambientali, sociali e di governance: per farlo, la virtualizzazione dei dati gioca un ruolo fondamentale.

L’importanza della virtualizzazione dei dati per le strategie ESG

Lo studio IDC Spotlight sponsorizzato da Denodo sottolinea come le strategie ESG siano impossibile senza dati accurati e completi: la virtualizzazione ha un ruolo fondamentale. Perché spesso le aziende usano sistemi di business implementati prima che la sostenibilità diventasse un punto focale. Quindi esiste il rischio che ci siano molti dati che le imprese non raccolgono in modo efficace.

Di conseguenza, dimostrare progressi nella sostenibilità richiede che le organizzazioni analizzino dati provenienti da numerosi silos in diversi sistemi, business unit, business funzioni e aree geografiche.

data center

Questo porta diverse difficoltà di business come l’ottenere il consenso della direzione, coprire lacune nelle competenze e identificare i KPI più appropriati e validi. Ma anche sfide tecniche come il superamento dei Lock-in a strutture dati legacy “inquinanti”, collegare IT e tecnologia operativa (OT), gestire processi amministrativi o operativi non digitalizzati, monitorare i progressi in corso e creare un ciclo di feedback continuo.

Prova subito Bitdefender, Tra i Migliori Antivirus

I benefici per la sostenibilità di una buona gestione dei dati

Una migliore gestione dei dati, sostenuta dalla virtualizzazione, secondo IDC Spotlight offre molti vantaggi non solo economici e gestionali, ma anche in chiave strategie ESG. Nel report elenca:

  • Accelerazione delle iniziative di sostenibilità consentendo l’analisi e la condivisione delle metriche chiave. Anche grazie alla riduzione dell’attrito dei dati, collegando isolati in silos e difficili da navigare, unità aziendali, processi e collegamenti tra IT e OT
  • Soprattutto per la manifattura, il monitoraggio di apparecchiature industriali, asset, processi ed eventi (con possibili risparmi energetici)
  • L’implementazione di un catalogo dati per trovare dati rilevanti in chiave ESG
  • Supporto alla governance dei dati incorporando politiche e controlli di governance, dimostrando la propria conformità e gli obiettivi raggiunti
  • Accelerare il tempo di comprensione per i decisori, anche grazie a interfacce web unificate
  • Soluzioni dal design low-code o addirittura no-code per creare pipeline di dati e integrazioni più velocemente

Con la sostenibilità che diventa sempre più fondamentale per le aziende, un’efficace gestione e analisi dei dati permette di comprendere i dati green di un’organizzazione e monitorarne il miglioramento nel tempo. Qualcosa che porta vantaggi operativi, ma anche gestionali importanti. Infatti, IDC ritiene che un’efficace gestione e integrazione dei dati sia un pilastro fondamentale per le iniziative di sostenibilità. Senza, le aziende troveranno sempre più difficile stare al passo delle normative in continua evoluzione. Faticheranno a dimostrare la loro conformità alle autorità di regolamentazione. Ma anche a soddisfare le crescenti preoccupazioni dai clienti e degli azionisti.

Potete leggere il report qui, mentre qui trovate il sito di Denodo, sponsor dello studio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button