NewsSicurezzaSoftware

Cohesity annuncia una nuova Data Security Alliance

Ci sono tutti i nomi più importanti del mondo della sicurezza dei dati

In occasione del summite RecConnect, Cohesity ha annunciato una nuova Data Security Alliance, che vede l’azienda collaborare con alcuni dei leader nel settore della cybersecurity e dei servizi. Creando così un’ecosistema in cui l’esperienza di Cohesity nella gestione dei dati può risultare ancora più performante e sicura.

Cohesity annuncia la nuova Data Security Alliance

All’evento ReConnect, Cohesity ha annunciato che alcuni dei più importanti player nel mondo della sicurezza faranno parte della sua Data Security Alliance. Nomi come BigID, Cisco, CrowdStrike, CyberArk, Palo Alto Networks, Securonix, Splunk e Tenable. Inoltre l’azienda annucia nuovi rapporti di consulenza con Mandiant e PWC.

Questo nuovo tipo di alleanza nasce dalla necessità di risolvere le complessità legate alla sicurezza in un mondo sempre più connesso, che un solo vendor non può risolvere da solo. Ma dove serve migliorare la sicurezza delle imprese: una recente ricerca di Cohesity evidenzia come il 47% delle organizzazioni ha subito almeno un attacco ransomware nella prima metà del 2022.

Le aziende vogliono respingere gli attacchi, bloccarli se superano il perimetro, evitare di pagare il riscatto e ripristinare le operazioni senza danni al proprio business. La cooperazione delle aziende della Data Security Alliance di Cohesity nasce proprio per gestire questa complessità.

Rispondere alle minacce più sofisticate

Unendo alcune delle più brillanti soluzioni software a minacce informatiche gravi, oltre a far collaborare le menti più brillanti del settore, Cohestity vuole offrire un approccio completo. Che integri prevenzione, rilevamento, protezione e ripristino rapido in caso di attacco.

Sanjay Poonen, CEO e Presidente di Cohesity, spiega: “Le minacce informatiche di oggi, sempre più sofisticate e senza sosta, richiedono un approccio che coinvolga tutti. Non è responsabilità di un solo vendor risolvere tutte le sfide della cybersecurity: per contrastare i cyber criminali ci vuole una squadra. Ecco perché, da subito, stiamo iniziando con i migliori partner di sicurezza, con decine di miliardi di market cap, che servono migliaia di clienti a livello globale”.

Sanjay Poonen_CEO e Presidente_Cohesity
Sanjay Poonen, CEO e Presidente di Cohesity

Il CEO continua spiegando che “In qualità di leader nella sicurezza e nella gestione dei dati, stiamo collaborando con questi pesi massimi del settore in modo che possano sfruttare la nostra piattaforma, Cohesity Data Cloud, per aiutare i clienti a integrare facilmente la sicurezza e la resilienza dei dati nella propria strategia di sicurezza complessiva. Ciò non solo aiuta le aziende a proteggersi meglio dalla minaccia di attacchi informatici, ma permette a CIO e CISO di collaborare per combattere la criminalità informatica in modi mai visti prima nel nostro settore”.

All’evento hanno detto la loro anche CrowdStrike, Tenable, Palo Alto Networks, Mandiant, PwC UK. Tutti concordi nell’affermare che combinare le proprie soluzioni con Cohesity crea un valore aggiunto per i clienti.

Infatti potranno utilizzare Cohesity Data Cloud con l’obiettivo di migliorare in diversi modi la sicurezza dei clienti. Per esempio sfruttando l’intelligenza artificiale della’zienda per ottenere informazioni tempestive, che aumentino la velocità di risposta e ripristino. L’approccio API-first rende semplice per le aziende integrare la soluzione nel proprio software.

Cohesity: i membri della Data Security Alliance

BigID permetterà di garantire visibilità e controllo di tutti i dati sensibili e critici, grazie al suo approccio data-first, per la sicurezza dei dati, la privacy, la compliance e la governance. SecureX di Cisco fa da soluzione cloud-native con funzionalità XDR e permette a Cohesity di ripristinare i dati e i workload.

CrowdStrike protegge endpoint, workload in cloud, identity e dati, per tenere al sicuro i clienti. La CyberArk Identity Security Platform permette di proteggere le identità, sempre più fondamentale in un ambiente di lavoro ibrido.

data lakehouse che cos'è e che vantaggi offre

Mandiant offre la propria esperienza di threat intelligence per mettere le aziende un passo avanti rispetto agli attaccanti. Invece Okta fa identity provider indipendente per dipendenti e clienti. Palo Alto Networks mette a disposizione il proprio Cortex XSOAR per fornire automazione e flessibilità nella gestione del ransomware. E PwC UK offre una suite completa di servizi di consulenza, implementazione e sicurezza gestita.

Invece Securonix schiera una difesa dalle minacce avanzate negli ambienti ibridi complessi di oggi, grazie alle analisi avanzate di Securonix Next-Gen SIEM. E Splunk dà una piattaforma dati estensibile per la sicurezza unificata, osservabilità full-stack e applicazioni personalizzate.

Infine, Tenable permette di comprendere e ridurre il rischio informatico fornendo visibilità sull’intera superficie di attacco, tramite la sua soluzione Tenable.io che alimenta CyberScan di Cohesity.

Randy Kerns, Senior Strategist and Analyst di Evaluator Group, conclude: “La Data Security Alliance è un passo importante per garantire che i clienti siano meglio equipaggiati per difendersi e riprendersi dagli attacchi informatici. L’approccio di Cohesity, che prevede di integrare la piattaforma Cohesity con i principali fornitori di sicurezza con una strategia API-first, è assolutamente il metodo migliore per aumentare la protezione dei clienti”.

Maggiore informazioni su Cohesity al sito ufficiale.

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button