AziendeFeaturedGestioneIntervisteSoftware

YouCo rinnova la sua soluzione YouWorkForce e con essa il lavoro

La nostra intervista con il CEO Marco Cavallini

La gestione del lavoro, dalla sua sicurezza alla sua ottimizzazione, deve ormai necessariamente per i dispositivi mobili e la digitalizzazione. L’azienda italiana YouCo – Your Company for Innovation, che si occupa da 12 anni di Mobility Solution, non solo è già in prima linea per fornire e gestire questo tipo di soluzioni, ma è pronta a presentare una importante aggiornamento per la soluzione YouWorkForce. Per farci raccontare l’azienda e la novità in arrivo abbiamo chiacchierato con Marco Cavallini, CEO dell’azienda, e di seguito trovate quanto emerso dall’intervista.

L’innovazione del lavoro secondo YouCo

Il portfolio di YouCo è decisamente ricco, e copre diverse necessità di medie e grandi imprese. Prima tra tutte il bisogno di Enterprise Mobility Management (EMM), ovvero la gestione della mobilità aziendale. Supportando computer portatili e dispositivi mobili e garantendo il passaggio dei dati in maniera efficiente e sicura, è possibile infatti ottimizzare e aggiornare i processi aziendali. Prosegue Cavallini: “Poi c’è tutto il mondo del MDM (Mobile Device Management), cioè tutti quegli strumenti che servono per il controllo del parco device, la supervisione, il provisioning e la messa in sicurezza. Parliamo anche di Mobile Thread Defense (MTD), quindi soluzioni che vanno a monitorare, a controllare la protezione del device e delle applicazioni che poi vanno a girare all’interno del device.

A questo si aggiungono poi soluzioni proprietarie varie, “molto verticali poi alle esigenze, spesso poi customizzate sulle singole esigenze di business o di operatività“. Si va dal monitoraggio dei dati e del traffico fino alla sicurezza alla guida, che rileva il movimento del veicolo e limita o impedisce l’utilizzo del dispositivo.

L’utente finale, che è tipicamente “il lavoratore, il blue collar“, si interfaccia con le soluzioni sia come un fonte di sicurezza che come un strumento per ottimizzare il lavoro. “Uno è il fine della sicurezza, la messa in sicurezza del dipendente, l’altro fine è l’ottimizzazione o il miglioramento delle performance lavorative, quindi le performance del lavoro.”

I settori applicativi sono innumerevoli: si va dalla manifattura e le installazioni fino all’Oil&Gas, con il supporto alle infrastrutture di estrazione e trasporto, e al fashion, dove l’industria vuole “monitorare e controllare gli addetti nei negozi o nei magazzini“. Non manca poi il supporto a tutto quello che è il cosiddetto extra-magazzino, ovvero la logistica e l’ottimizzazione delle operazioni di carico e scarico.

Una estesa competenza digitale

L’offerta di YouCo si estende anche al reame delle digital operation: “Anni fa aggregammo una multimedia agency. Oggi, grazie a queste competenze, garantiamo trasformazione digitale, design thinking, web e e-commerce innovativo dal punto di vista della user experience, con una verticalizzazione dal punto di vista delle competenze  anche nella pubblica amministrazione. Abbiamo come clienti i maggiori enti pubblici lombardi, dalla Città Metropolitana al Comune di Monza al Comune di Como, al comune di Segrate. Centri importanti che si sono affidati a YouCo non solo per la competenza digitale e il design thinking, ma anche per la competenza AgID specifica sulla PA, competenza sull’open-source e, un fattore abbastanza distintivo, certificazione dello sviluppo per i portatori di handicap.”

Un altro ambito di competenza è l’ambito ITSM, IT Service Management. Parliamo delle piattaforme software per gestire tutto il ciclo dell’asset, il change management, l’asset management e quant’altro, arrivando poi al trouble ticketing, che è la soluzione che serve per la manutenzione e l’assistenza dell’asset stesso. Sono piattaforme che sono nate nel mondo IT, NET e TLC, ma che oggi sono molto avanzate dal punto di vista dei processi. L’asset non è più l’oggetto IT o l’oggetto Network ma è qualunque cosa, compreso noi stessi. Quindi con l’ITSM si arriva a gestire le risorse umane, il procurement, il feed management, ormai è sdoganato su qualunque ambito, e YouCo ha un centro di competenza decennale dove progettiamo e sviluppiamo a quattro mani con il clienti tutto l’aspetto di processo.

La nuova normalità

Con lo scorso anno e mezzo, poi, tutto ha subito un accelerazione. Se il treno della digitalizzazione era già partito negli scorsi anni, con il 2020 si è passati da una linea regionale all’alta velocità. YouCo, che già da prima accompagnava i suoi clienti in un percorso di Digital Trasformation, ha quindi semplicemente adattato la sua offerta alle nuove esigenze.

Troviamo quindi la funzione SafeProximity, all’interno del pacchetto di WorkForce Management, per il distanziamento sociale controllato attraverso una piattaforma e dei dispositivi indossabili. “Con un sensore, con un wearable, e con tutta la piattaforma siamo in grado di monitorare tutti i dipendenti all’interno di un ambiente o anche in outdoor, dove traccio o genero l’allarme laddove ci sia una prossimità. L’oggetto funziona banalmente come i sensori di prossimità che abbiamo sulle auto, l’unica cosa è che qui è un oggetto contro l’altro. Arriviamo ad una misura configurabile che è di un metro, un metro e mezzo, due metri, con errori ridotti a centimetri

Oppure il supporto ai cosiddetti lone worker con YouLoneWorker, ovvero gli operatori impiegati da soli invece che all’interno di un team e che necessitano quindi di un particolare supporto, sia dal punto di vista della sicurezza (shock detection, signalling alert conditions, gestione del Man Down) che del tracking (indoor e outdoor positioning).

Le novità di YouCo per YouWorkForce

La novità in arrivo riguarda proprio l’offerta YouWorkForce, che include gli strumenti per la gestione della forza lavoro. Strumenti che prima vivevano separatamente, ma che ora saranno riuniti in un unico client come moduli: un’esperienza multipiattaforma, performante e con una esperienza utente studiata. Il framework si adatta a diversi contesti lavorativi, dai cantieri ai magazzini alle imprese manifatturiere.

Tra i moduli integrati, oltre ai già citati SafeProximity e LoneWorker, troviamo ad esempio YouTalkie, un applicazione per la comunicazione vocale Push To Talk (PTT) che lavora su client e trasmissione IP. Rispetto ad un walkie-talkie tradizionale offre diversi vantaggi, come la permanenza dei messaggi, in maniera simile a dei vocali, sia per il riascolto che per fini legali. Sempre in ambito di messaggistica, troviamo YouMessagge, che permette direttamente dal client di chattare con il resto del team via internet.

“YouWorkForce ha conosciuto un’evoluzione significativa negli ultimi dieci anni con l’obiettivo di ottimizzarne le caratteristiche adattandole ai diversi settori di riferimento. L’esperienza di lungo corso nel Field Service Management ha permesso a YouCo di analizzare accuratamente le difficoltà con cui generalmente si interfacciano aziende ed enti pubblici nella gestione delle squadre di lavoro, con l’obiettivo di affiancarle nei delicati quanto strategici passaggi alla Digital Transformation. Abbiamo voluto mettere al loro servizio le nostre competenze nel settore per offrire una soluzione che possa davvero rappresentare un valore aggiunto. Oggi, con l’attuale riprogettazione, si appresta a diventare una soluzione a 360° per la gestione efficiente dei task e delle squadre di lavoro.” ha commentato con un comunicato Filippo Ferrari, Technical Director di YouCo.

Maggiori informazioni disponibili sull’azienda YouWorkForce sul sito ufficiale di YouCo.

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button