NewsScenario

È nato MICS: il progetto che rende il Made in Italy più green e innovativo

Il MUR (Ministero dell’Università e della Ricerca) ha finanziato con 125 milioni di euro il Partenariato Esteso MICS (Made in Italy Circolare e Sostenibile), un progetto di ricerca di base che mira a promuovere l’economia circolare e sostenibile nel nostro paese. 

Si tratta del finanziamento più alto mai assegnato per questo tipo di progetti, di cui 114 milioni provengono dai fondi PNRR e 11 milioni dal settore privato. Il 40% dei fondi pubblici è riservato al Mezzogiorno, una zona che ha conosciuto un forte sviluppo tecnologico e industriale negli ultimi anni.

“MICS è la più grande iniziativa italiana per la realizzazione di progetti di ricerca per lo sviluppo di un’economia circolare, sostenibile e digitale e il suo obiettivo è quello di sostenere e valorizzare concretamente la crescita dei comparti dell’Abbigliamento, Arredamento e Automazione-Meccanica, settori portanti della nostra economia, che ricoprono circa il 50% del valore della produzione nazionale, considerando gli impatti diretti e l’indotto creato per i servizi a contorno. Grazie alla partecipazione dei più prestigiosi centri di ricerca e università italiani e il conseguentemente coinvolgimento di un numero sempre maggiore di ricercatori, che raggiungeranno quota 600 entro la fine del 2025, MICS fornirà un’occasione concreta per aumentare considerevolmente il livello di attrattività di talenti del nostro Paese offrendo un futuro a tutti quei giovani che vogliono fornire il proprio contributo in termini di conoscenze per migliorare e rendere più sostenibili settori chiave della nostra economia

Marco Taisch, Presidente di MICS

In cosa consiste il MICS – Made in Italy Circolare e Sostenibile

MICS fa parte della Missione 4 “Istruzione e Ricerca” del PNRR e prevede la realizzazione di bandi a cascata per sostenere iniziative che rendano il Made in Italy più circolare, autosufficiente, auto-rigenerativo, affidabile, sicuro e sostenibile in tutte le fasi della progettazione e della produzione.

Il Partenariato coinvolge 12 partner pubblici e 13 partner industriali che operano in tre settori chiave per l’economia nazionale. Trattasi di Abbigliamento, Arredamento e Automazione-Meccanica. Questi settori, insieme al loro indotto, rappresentano circa il 50% del valore della produzione nazionale (dati ISTAT 2024). Inoltre, MICS prevede di coinvolgere circa 600 ricercatori, oltre a quelli già presenti. Si tratta di un’opportunità non da poco per valorizzare i talenti italiani nel mondo della ricerca e dell’industria

Difatti i progetti sono realizzati in collaborazione con le aziende (o al loro interno) e, una volta conclusi, le aziende potranno applicare i risultati ottenuti. I ricercatori, a loro volta, potranno continuare la loro attività nelle imprese, contribuendo al trasferimento tecnologico e all’upskilling.

Le 8 aree di ricerca (spoke)

MICS si occupa delle sfide tecnologiche legate al design, alla produzione, al consumo e al fine vita dei materiali, dei prodotti, delle tecnologie di produzione e dei processi necessari per adottare modelli più verdi e circolari. 

Per farlo, si articola in otto aree di ricerca, chiamate Spoke, che coinvolgono i partner di MICS in percorsi comuni e trasversali alle diverse industrie.

  • SPOKE 1: “Design digitale avanzato: tecnologie, processi e strumenti”, coordinato da Flaviano Celaschi, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna;
  • SPOKE 2: “Strategie di eco-design: dai materiali ai sistemi prodotto-servizio (PSS)”, coordinato da Giuseppe Lotti, Università degli Studi di Firenze;
  • SPOKE 3: “Prodotti e materiali verdi e sostenibili da fonti non critiche e secondarie”, coordinato da Pierluigi Barbaro, Consiglio Nazionale delle Ricerche;
  • SPOKE 4: ”Materiali intelligenti e sostenibili per prodotti e processi industriali circolari e aumentati”, coordinato da Domenico Caputo, Università degli Studi di Napoli Federico II;
  • SPOKE 5: “Fabbriche e processi a ciclo chiuso, sostenibili e inclusivi”, coordinato da Sergio Terzi, Politecnico di Milano;
  • SPOKE 6: “La manifattura additiva come fattore dirompente della Twin Transition”, coordinato da Federica Bondioli, Politecnico di Torino;
  • SPOKE 7: “Modelli di business innovativi e orientati al consumatore per catene di approvvigionamento resilienti e circolari”, coordinato da Ilaria Giannoccaro, Politecnico di Bari;
  • SPOKE 8: “Progettazione e gestione della fabbrica orientata al digitale attraverso l’Intelligenza Artificiale e gli approcci basati sull’analisi dati”, coordinato Daria Battini, Università degli Studi di Padova.

Il futuro è il nostro partner: l’evento di Roma

Per presentare i risultati raggiunti a un anno dalla sua nascita e i prossimi bandi aperti ai progetti di ricerca di università, centri di ricerca e imprese esterni al partenariato, MICS ha organizzato l’evento Il futuro è il nostro partner. Questo si terrà il 23 e 24 gennaio a Roma, presso Palazzo Brancaccio (ingresso da via Merulana 248).

L’evento sarà un’occasione per riunire il mondo industriale, le istituzioni, gli esperti e i ricercatori. Un occasione per discutere di come il Made in Italy possa diventare più verde e innovativo. Sarà anche un momento di confronto sul futuro dei settori di eccellenza industriale italiani e per incontrare i professionisti e i ricercatori che guidano l’avanzamento tecnologico e innovativo del nostro Paese. Durante le due giornate, si terranno delle tavole rotonde sui progetti e le tematiche su cui si concentra il lavoro di MICS.

L’evento è aperto al pubblico e l’ingresso è gratuito, previa prenotazione a questo link.

Glangeh Supporto PC Portatile, Porta PC Pieghevole, Ergonomico Laptop Stand con 8 Livelli Regolabile Altezza, Alluminio Ventilato Porta Computer Compatibile con MacBook Air Pro, Dell XPS, HP, 10-16''
  • [Design Unico e Durevole] Il porta PC portatile è dotato di una struttura a forma di Z allargata a un solo polo, diversa da altri supporti presenti sul mercato che in genere utilizzano un design a doppio polo. Il design minimalista non solo garantisce stabilità, ma consente anche di risparmiare spazio. Il design è stato testato più volte e il mandrino ha un'aspettativa di vita di oltre 3.000 cicli, garantendo durata e supporto solido.
  • [Flessibilità Regolabile ed Ergonomia] Progettato per regolare facilmente l'angolo e l'altezza del laptop in base alle proprie preferenze, migliorando la postura e riducendo il mal di schiena per aumentare il comfort. Con un intervallo di regolazione dell'altezza dello schermo di 3-21.58cm (1,18-8,48 pollici) , questo alza PC portatile offre molteplici opzioni di personalizzazione che si adattano alle posizioni di lavoro ergonomiche.
  • [Stabile e Protettivo] Il supporto portatile è costruito in alluminio di alta qualità e supporta pesi fino a 4kg (8,8 libbre ) . Il pannello e la base sono dotati di cuscinetti in silicone per proteggere il dispositivo da graffi e impedire lo scorrimento involontario. I ganci di protezione estesi assicurano che il laptop rimanga saldo sul supporto, anche durante la digitazione, offrendo una maggiore stabilità.
  • [Raffreddamento e Ripiegamento] Dotato di un ampio pannello fornisce un'eccellente ventilazione e dissipazione del calore, aiutando a prevenire il surriscaldamento durante l'uso prolungato. Ciò contribuisce a proteggere il dispositivo e a prolungarne la durata. Inoltre, il supporto PC portatile scrivania può essere facilmente ripiegato in dimensioni compatte, rendendolo altamente portatile e comodo per i viaggi.
  • [Ampia Compatibilità e Uso Multiplo] Ampiamente compatibile con laptop e tablet PC da 10-16 pollici, è un accessorio versatile e utile per chi lavora spesso su questi dispositivi. Questo stand PC è ideale per l'uso in una serie di ambienti, tra cui l'ufficio, le sale riunioni, i salotti, le biblioteche, le caffetterie e le cucine.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

🔝LinkedIn pubblica il report Top Companies Italia 2024: al primo posto Intesa Sanpaolo
 
🍪Il futuro della privacy online: Google dice addio ai cookie di terze parti
 
🪪Parliamo di SASE: intervista a Aldo Di Mattia di Fortinet
 
💡AMD e i data center energeticamente sostenibili. Intervista ad Alexander Troshin
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Marco Brunasso

Scrivere è la mia passione, la musica è la mia vita e Liam Gallagher il mio Dio. Per il resto ho 30 anni e sono un musicista, cantante e autore. Qui scrivo principalmente di musica e videogame, ma mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la creazione di mondi paralleli. 🌋From Pompei with love.🧡

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button