AziendeCase StudyNews

Fjona Cakalli intervista Egli Haxhiraj per “A ruota libera”

Inizia oggi il nuovo format “A ruota libera” condotto dalla nostra Fjona Cakalli. A ruota libera proporrà una serie di interviste sui retroscena del fare impresa raccontati con la prospettiva di manager e imprenditori. Si parte oggi con l’intervista a Egli Haxhiraj, avvocato, che racconta del suo studio legale e fiscale “Fare Impresa Albania” e di come l’Albania sia in un processo di cambiamento continuo, anche e soprattutto dal punto di vista del business.

Durante l’intervista, Egli Haxhiraj racconta della sua esperienza professionale. Dopo la laurea in giurisprudenza a Parma la decisione di rientrare in Albania e aprire uno studio a supporto delle imprese italiane interessate ad aprire una sede lì. Il discorso si evolve e passa alla differenza di cultura imprenditoriale presente nei due paesi. Questo, non tralasciando il fatto che gli italiani dovrebbero anche lasciarsi alle spalle lo stereotipo di Albania costruito negli anni ’90.

… quando [i visitatori] arrivano all’aeroporto, l’impatto che loro hanno, l’idea che loro avevano in mente e la realtà che è qui in Albania ha un effetto shock su di loro, positivo. E gli fa valorizzare di più quello che è l’Albania oggi.

Egli racconta di essere anche molto attivo come divulgatore, sui social e in libreria. Sente infatti il bisogno di contribuire a creare una nuova attitudine imprenditoriale post-dittatura. Oggi, lo studio di Fare Impresa Albania può contare su molti clienti importanti e il suo fondatore si fa vedere positivo rispetto al futuro; parla infatti di una vera e propria primavera economica per il paese.

Noi abbiamo un gap, abbiamo un vuoto, una lacuna di cultura imprenditoriale, che abbiamo dovuto riempire velocemente.

Un’intervista molto interessante, quasi imperdibile. Seguite anche tutto il thread di Fjona e partecipate alla discussione su linkedin.

Dario Maggiorini

Si occupa di tecnologia e di tutto quello che gira attorno al mondo dell'ICT da quando sa usare una tastiera. Ha un passato come sistemista e system integrator, si è dedicato per anni a fare ricerca nel mondo delle telecomunicazioni e oggi si interessa per lo più di scalabilità e sistemi distribuiti; soprattutto in ambito multimediale e per sistemi interattivi. Il pallino, però, è sempre lo stesso: fare e usare cose che siano di reale utilità per chi lavora nel settore.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button