HardwareNews

Intel vuole creare un ecosistema Blockchain aperto e sicuro

In arrivo un acceleratore Blockchain che consuma poca energia

Intel è disposta a sviluppare un’ecosistema Blockchain. Sul sito Web dell’azienda, Raja M. Koduri, vicepresidente senior e direttore generale di Accelerated Computing Systems and Graphics Group di Intel ha pubblicato un articolo in cui annunciava questa intenzione. Secondo il dirigente, Blockchain è una tecnologia che ha il potenziale per consentire a tutti di possedere gran parte dei contenuti e dei servizi digitali che creano. 

“Alcuni lo definiscono addirittura un punto di svolta nell’informatica, interrompendo radicalmente il modo in cui archiviamo, elaboriamo e gestiamo le nostre risorse digitali mentre introduciamo l’era del Metaverso e del Web 3.0. Indipendentemente dall’evoluzione del futuro, la disponibilità di molta più informatica per tutti giocherà sicuramente un ruolo centrale”, ha osservato. “Noi di Intel dichiariamo la nostra intenzione di contribuire allo sviluppo delle tecnologie Blockchain, con una roadmap di acceleratori ad alta efficienza energetica. Intel si impegnerà e promuoverà un ecosistema Blockchain aperto e sicuro e aiuterà a far progredire questa tecnologia in modo responsabile e sostenibile”, ha annunciato Kodur.

Secondo il dirigente, alcune Blockchain richiedono un’enorme quantità di potenza di calcolo, che purtroppo si traduce in un’immensa quantità di energia consumata. “I nostri clienti chiedono soluzioni scalabili e sostenibili, motivo per cui stiamo concentrando i nostri sforzi sulla realizzazione del pieno potenziale della Blockchain sviluppando le tecnologie informatiche più efficienti su larga scala”, ha spiegato.

L’acceleratore Blockchain di Intel previsto entro la fine dell’anno

Raja M. Koduri garantisce che l’acceleratore Blockchain di Intel sarà lanciato entro la fine dell’anno. “Siamo direttamente coinvolti con i clienti che condividono i nostri obiettivi di sostenibilità. Argo Blockchain, BLOCK (precedentemente noto come Square) e GRIID Infrastructure sono tra i nostri primi clienti per questo prodotto in arrivo. Questa architettura è implementata su un piccolo pezzo di silicio in modo da avere un impatto minimo sulla consegna dei prodotti attuali”, ha commentato.

Intel Labs ha dedicato decenni di ricerca alla crittografia affidabile, alle tecniche di hashing e ai circuiti a bassissima tensione. Le innovazioni del circuito dovrebbero fornire un acceleratore Blockchain con prestazioni per watt oltre 1.000 volte migliori rispetto alle GPU convenzionali per il mining basato su SHA-256.

Per supportare questa e altre tecnologie emergenti, è stato creato il nuovo Custom Compute Group all’interno della business unit Accelerated Computing Systems and Graphics di Intel. L’obiettivo di questo team è creare piattaforme di silicio personalizzate ottimizzate per i carichi di lavoro dei clienti, tra cui Blockchain e altre opportunità di supercalcolo personalizzate con accelerazione Edge. “Andando avanti, aspiriamo a sfruttare le tecnologie della nostra iniziativa di calcolo su scala zetta per fornire soluzioni efficienti dal punto di vista energetico che rendano il nostro domani migliore del nostro oggi”, ha concluso Koduri.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

👻  Ecco cosa emerge dal Report Consumer Cybersecurity Assessment 2024
 
🔐 Sicurezza e governance, i principi dello sviluppo di Kubeflow
 
 La rivoluzione della virtualizzazione nativa al cloud
🤖Le strategie vincenti dell’IA presentate al Milano AI Forum
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
  
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
  
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
  
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
  
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
  
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button