HardwareStartup

Eatnmeet: l’app che con il cibo connette il turista alla cultura locale

LAS VEGAS – Nell’era del turismo digitale, con app come TripAdvisor e Couchsurfing e turisti sempre più distanti da esperienze preconfezionate e ‘standardizzate’, Eatnmeet, startup triestina, ha deciso di proporre un servizio innovativo che unisce il cibo e l’incontro tra viaggiatore e popolazione locale. Vediamo insieme come.

Eatnmeet: il cibo come pretesto per il contatto culturale

Eatnmeet, quindi mangia e incontra.” ci spiega Federico Lonza, fondatore e CEO della startup, che abbiamo incontrato a CES 2020 in occasione della missione Made in ItalyNoi ci focalizziamo sull’incontro tra il turista e la persona locale. Abbiamo trovato nei trend del turismo il fatto che il viaggiatore sia in cerca di esperienze diverse, che non voglia più fare il tour standardizzato e preconfezionato, ma voglia invece un assaggio della cultura locale”

E quale modo migliore di dare questo ‘assaggio’ se non attraverso il pretesto del cibo? “Il momento conviviale del cibo e della tavola permette al viaggiatore di entrare veramente in contatto e di conoscere la cultura e la persona locale. Quindi si basa tutto su questo, sul fatto di sedersi a tavola, mangiare un cibo tipico, e anche dal cibo viene la cultura. Quelle 2-3 ore sono ore di scambio. Anche la persona locale diventa quasi un viaggiatore mentre il turista è a casa sua., perché entri in contatto anche con la sua cultura”

Un’app, un’esperienza

Un’esperienza quindi che va a beneficio di entrambi gli attori, e che è possibile attraverso l’applicazione di Eatnmeet. All’interno della piattaforma, ognuno ha il suo profilo. Chi poi, da casa sua, vuole organizzare un pranzo o una cena pubblica un menù e propone un prezzo. “Stiamo al momento lasciando completa libertà [sul menù] perché le persone sanno quello che vogliono fare. Non vogliamo focalizzarci troppo sulla componente cibo, ma sulla connessione. L’importante è che sappiano cucinare e offrire un buon cibo al visitatore. Se poi non è un menù completo da 10 portate, che ce ne sono anche, a noi va bene così.”

Eatnmeet copertinaÈ quindi più importante, rispetto alla cena lussuosa, che ci sia un’esperienza di connessione: “Devono offrire un’esperienza, che è quello che valutiamo. C’è un feedback, che si divide in una parte di recensione privata, che vediamo solo noi amministratori, e una parte di recensione pubblica. Una persone a cui piace molto cucinare, ma che non riesce a dare un’esperienza, non riesce a sedersi a tavola, a chiacchierare e a portare delle cose della cultura locale non è forse il nostro profilo di host ideale.”

Dal lato turista, per scegliere l’host presso cui andare a mangiare, gli basta aprire l’app e usare la geolocalizzazione per vedere tutti gli eventi disponibili. “A brevissimo vedrà anche l’evento consigliato, o meglio, l’host consigliato. Attraverso un algoritmo di Machine Learning basato sugli interessi, sul profilo dell’utente e sull’interazione dell’utente dell’app riusciremo a consigliargli la migliore esperienza.”

EatNmeet - Feed like home
EatNmeet - Feed like home
Developer: EatNmeet
Price: Free

Eatnmeet (qui il sito ufficiale) è per ora operativa a Trieste, Roma Napoli. Punta però a diffondersi entro la fine del 2020 sia nel resto di Italia che in altre sei città europee. Se non vedete quindi l’ora di far provare i vostri manicaretti e di svelare i segreti della vostra città ad un curioso turista straniero, non vi resta che scaricare l’app e tenere gli occhi aperti.

Bestseller No. 1
Chef in Camicia
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Nicolò Zambello, Andrea Navone, Luca Palomba (Attori)
  • Andrea Oriani (Direttore) - Alba Chiara RondelliProdotto
Bestseller No. 2
Cucinare con amore (Cooking with Love)
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Ali Liebert, Brett Dalton (Attori)
  • Jemma Garrard (Direttore) - Justine Cogan Gunn (Scrittore) - Ali LiebertProdotto
Bestseller No. 3
Cucine da incubo Italia - Stagione 1
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Antonino Cannavacciuolo (Attore)

Autore

  • Giovanni Natalini

    Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button