AziendeNewsScenario

Consegne e-commerce, i 5 trend per il 2023

Sendcloud ci spiega cosa aspettarci dall'anno prossimo

Il mondo dell’e-commerce ha vissuto due fasi distinte nel 2022. Dapprima un’accelerazione per via delle restrizioni Covid, poi un rallentamento per via dell’inflazione. Ma cosa possiamo aspettarci per il prossimo anno? Rob van den Heuvel, CEO di Sendcloud, ci aiuta a capirlo parlando dei 5 trend per il 2023 nel mondo delle consegne dell’e-commerce.

I 5 trend per le consegne e-commerce nel 2023

Dopo due anni di crescita costante, lo shopping online continua a restare un’esperienza fondamentale per tantissimi consumatori. E quindi per un numero sempre maggiore di aziende. Sempre più clienti vogliono avere l’opzione di ordinare online e diventa fondamentale che le imprese di ogni dimensione abbiano una risposta adatta.

Per capire come muoversi, ecco i trend secondo SendCloud, piattaforma che offre soluzioni logistiche all-in-one per le aziende di e-commerce.

Spedizioni omnicanale per lo shopping omnicanale

In questi ultimi mesi, la vendita al dettaglio sta tornando a crescere: lo shopping offline sta riprendendo quota. Ma le vendite online sono qui per restare. Le aziende dovrebbero quindi offrire una presenza in entrambi i canali, puntando a dare un’esperienza continuativa di acquisto.

Il 2023, ci spiega van den Heuvel, sarà “un anno decisivo per molti consumatori per trovare un nuovo equilibrio tra acquisti fisici e online e l’omnicanalità diventerà un aspetto fondamentale per soddisfare le loro esigenze. Quindi le aziende dovrebbero investire su realtà come gli armadietti per le consegne e i punti ritiro. Ma anche rispondere alla domanda del 25% di clienti che si aspetta la possibilità di ritiro in negozio.

Consegne e-commerce: nel 2023 i dati saranno fondamentali per affrontare l’inflazione

vtex acquisti online come cambia l'e-commerce-min
Sfondo foto creata da snowing – it.freepik.com

L’impatto dell’inflazione sulle spese e suoi ricavi resterà anche l’anno prossimo. I rivenditori dovranno far in modo di tenere sotto controllo le spese di consegna: in quest’ottica i dati faranno la differenza. Un’analisi approfondita di quanto costa ogni singola spedizione, quale la sua velocità e quali i vantaggi, permette di valutare al meglio come comportarsi.

Implementare una strategia multi-corrire permette di scegliere ogni volta il servizio di consegna più veloce e conveniente in base ai proprio ordini, in modo da risparmiare sui costi e andare in contro alle esigenze dei clienti.

Puntare su una comunicazione trasparente

Fra scioperi, carenze di personale e altri problemi, le spedizioni hanno subito ritardi per tutto l’anno quasi passato. Queste situazioni restano imprevedibili, anche nel 2023: i consumatori sanno che può succedere e stanno assumendo attaggiamenti più comprensivi.

Ma se anche le aziende non sempre possono garantire la consegna in giornata, bisogna che la tracciabilità sia al centro: i consumatori si aspettano chiarezza. Sui tempi di consegna e sui vari step del processo. L’ultimo studio di Sendcloud valuta che un consumatore su cinque non effettuerebbe un ordine online con tracciabilità limitata. Per van den Heuvel, nel 2023 “nel 2023 gli aggiornamenti chiari e trasparenti sulle consegne attraverso notifiche puntuali di tracciamento saranno fondamentali per costruire relazioni a lungo termine con i clienti“.

Consegne e-commerce 2023 per Sendcloud: i resi a pagamento diventeranno la norma

E Commerce B2b 1

Il 2022 ha segnato un cambio di passo sui resi, che finora erano restati a carico dei rivenditori. Zara e H&M hanno iniziato a far sostenere ai clienti i costi dei resi per ridurre le spese logistiche. Questo, se i consumatori si abituassero, porterebbe a un effetto domine per cui il reso gratuito diventerebbe l’eccezione, non più la regola.

L’applicazione di una piccola tassa di restituzione potrebbe abbassare i costi per le aziende e incoraggiare i consumatori ad acquisti più consapevoli.

Commercio sostenibile (anche se meno veloce)

La sostenibilità diventa sempre più un valore importante per i consumatori. Ma al momento, solo l’8% degli utenti rinuncerebbe a un ordine se la consegna non fosse ecologica. La firma del Green Deal europeo tuttavia costringerà le aziende a spedizioni eco-sostenibili e imballaggi green. I corrieri e i rivenditori giocheranno un ruolo importante per ridurre le emissioni.

Indicare le spedizioni sostenibili sulla pagina dei prodotti e alla cassa potrebbe far prendere coscienza ai consumatori dell’importanza di questo tipo di spedizioni.

Potete trovare maggiori informazioni sul sito di Sendcloud.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📣 Red Hat Summit 2024: ecco tutti gli annunci e le novità
📰 Le ultime novità tecnologie al Google I/O 2024: fusione tra AI e app di Google
🦺 Cloud? Sì, ma non senza intoppi: i dati di Cloud Security Report 2024
📀 Synology Active Backup: 20 milioni di account al sicuro
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button