ScenarioSoftware

BCG AI Radar: come sfruttare al meglio la GenAI nel 2024

L’Intelligenza Artificiale generativa (o GenAI) è a mani basse una delle tecnologie più discusse e rivoluzionarie del nostro tempo. Il suo impatto sul mondo del lavoro potrebbe essere enorme, ma molte aziende sono ancora in fase di valutazione e non ne hanno sfruttato appieno le potenzialità. Questo è quanto emerge dal report “BCG AI Radar: From Potential to Profit with GenAI”, pubblicato da Boston Consulting Group (BCG) in occasione del World Economic Forum di Davos. Un evento in cui l’intelligenza artificiale è stato uno dei temi principali.

Il report si basa su un sondaggio condotto su 1.406 dirigenti in 50 paesi e 14 settori e, in questo nostro articolo, andremo a vedere cosa ci rivela.

Le sfide e le opportunità dell’AI e della GenAI

Secondo il report, il 66% dei dirigenti intervistati non è soddisfatto (o quantomeno è incerto) sui progressi fatti dalla propria organizzazione in ambito AI e GenAI. Le principali criticità riguardano la scarsità di talenti e competenze (62%), la mancanza di una chiara roadmap sugli investimenti (47%) e l’assenza di una strategia sull’uso etico e responsabile di queste tecnologie (42%).

Tuttavia, i dirigenti mostrano anche una forte volontà di investire in AI e GenAI. Difatti il 71% degli intervistati prevede di aumentare la spesa tecnologica nel 2024, con un incremento di +11 punti percentuali rispetto al 2023. Inoltre l’85% prevede di aumentare la spesa specifica per l’AI e la GenAI.

Non a caso il 54% dei dirigenti ritiene che l’AI possa ridurre i costi già quest’anno, grazie al miglioramento della produttività operativa.

BCG AI Radar: differenze regionali e settoriali

Il report evidenzia anche delle differenze regionali e settoriali nell’adozione e nell’investimento in AI e GenAI. Le regioni che guidano la corsa alla tecnologia sono il Medio Oriente (85%) e l’Asia-Pacifico (80%). D contro il Nord America (65%) e l’Europa (68%) si collocano sotto la media globale (71%). Un dato che non stupisce: i dirigenti europei sono tra i più scettici sui benefici dell’AI e della GenAI sulla produttività nel 2024. 

Tra i settori, quelli che hanno maggiormente investito in AI e GenAI troviamo i servizi finanziari, le società tech e i media e telecomunicazioni. Al contrario, tra i settori che hanno investito meno, troviamo l’energia, i beni di consumo e la sanità.

“Le aziende che usano già l’AI generativa prevedono di guadagnare fino a 1 miliardo di  dollari di produttività a livello globale, opportunità che si apre anche alle aziende  italiane, che potranno aumentarla significativamente utilizzando software off the shelf  come ChatGPT e Microsoft Copilot. Per ottenere risultati significatici bisogna però  attivare percorsi strutturati di formazione del personale“, commenta Roberto Ventura,  Managing Director e Partner di BCG. “Ci sono poi applicazioni più avanzate, create  e implementate da specialisti come data engineer e data scientist, capaci di generare per  l’azienda impatti significativi. L’elemento chiave è il focus su applicazioni trasformative per funzioni o prodotti.”

Le best practice per sfruttare al meglio l’AI e la GenAI

Per trarre il massimo vantaggio dall’AI e dalla GenAI, i dirigenti dovrebbero implementare rapidamente gli strumenti necessari. Il report BCG AI Radar ci dice infatti che l’Intelligenza Artificiale permetterebbe di  aumentare la produttività dal 10% al 20% in tutta l’organizzazione, e di migliorare dal 30% al 50% l’efficienza e l’efficacia delle attività quotidiane. Inoltre le nuove tecnologie permetterebbero di creare nuove esperienze, servizi e offerte per i clienti. Tutti aspetti in grado di generare valore nel lungo periodo.

Le aziende che stanno gestendo con successo questa trasformazione si distinguono da quelle che sono ancora in attesa su alcuni aspetti. Ad esempio, le aziende vincenti investono per aumentare sia la produttività che il fatturato: i dati mostrano che le organizzazioni che prevedono di investire più di 50 milioni di dollari in AI e GenAI quest’anno hanno una probabilità 1,3 volte maggiore di risparmiare sui costi del 2024 rispetto alle altre.A ciò si aggiunge una probabilità 1,5 volte maggiore di prevedere un risparmio superiore al 10%.

Infine, queste aziende stanno anche aggiornando le proprie competenze in modo sistematico, con il 21% delle organizzazioni che spendono più di 50 milioni di dollari in AI e GenAI che ha già formato più di un quarto del proprio personale.

Offerta
Giradischi Vinile, 3 Velocità (33 1/3, 45 E 78 Giri) stereo Portatile Giradischi, con Altoparlanti Incorporati, Bluetooth, 3.5mm AUX-IN E Jack per Cuffie, Linea RCA
  • 【Custodia in stile breve】 Design valigetta / valigetta, facile trasportabilità e passaggio da una stanza all'altra con facilità.
  • 【Trasmissione a cinghia 3 velocità】 Le impostazioni di velocità 33/45/78 RPM con adattatore a 45 rpm incluso ti consentono di goderti tutti i tuoi dischi in vinile.
  • 【Funzione Bluetooth】 puoi connetterti al tuo bluetooth in modalità wireless, come ad esempio un telefono cellulare, un laptop e un altro dispositivo bluetooth
  • 【Altoparlanti stereo a gamma completa】 Altoparlanti stereo a gamma intera dinamica. Collegamento phono posteriore per collegare il giradischi allo stereo di casa
  • 【Cuffie e Aux in】 Cuffie da 3,5 mm e jack Aux-in per riprodurre musica da smartphone, iPod, MP3 e altri lettori di audio digitale

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

🎙 Intervista a Giampiero Savorelli Managing Director di HP Italy per A ruota libera
 
👨‍💻Uno sguardo in anteprima a CyberArk Secure Browser
 
👀AI ibrida e aperta la visione di Red Hat
 
🎤La doppia faccia dell'intelligenza artificiale -  Intervista a Umberto Pirovano di Palo Alto Networks
 🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Marco Brunasso

    Scrivere è la mia passione, la musica è la mia vita e Liam Gallagher il mio Dio. Per il resto ho 30 anni e sono un musicista, cantante e autore. Qui scrivo principalmente di musica e videogame, ma mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la creazione di mondi paralleli. 🌋From Pompei with love.🧡

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button