NewsScenario

Sirti acquista Wellcomm e punta a 800 milioni di ricavi entro il 2022

Sirti rafforza ulteriormente la sua posizione nel campo della cybersecurity con l’acquisizione appena conclusa del 75% di Wellcomm Engineering. L’azienda specializzata in infrastrutture tecnologiche è stata preceduta da un aumento di capitale sottoscritto per 12,5 milioni di euro dall’azionista Pillarstone Italia.

Per l’occasione, Sirti ha anche presentato i suoi obiettivi futuri aggiornando il proprio piano strategico al 2022. Le prospettive prevedono un fatturato di 800 milioni di euro in tre anni, in crescita rispetto ai 657 milioni del 2018 e ai 673 del 2017.

L’amministratore delegato dell’azienda, Roberto Loiola, ha così commentato: “Il nostro obiettivo ora è di lavorare in questi quattro anni al conseguimento di questi obiettivo poi certamente penseremo a valorizzare l’azienda e il possibile sbarco in borsa rimane una delle opzioni sul tavolo. Difficile che possa avvenire prima a meno che non dovessimo accelerare le tappe di avvicinamento ai nostri obiettivi”.

I Core Programs di Sirti

Per conseguire questi obiettivi l’azienda, sta lavorando a 5 “core programs” di sviluppo:

  • Customer Centricity. Alimentare le iniziative finalizzate a maturare una maggiore capacità di intercettare e rispondere ai bisogni del cliente coinvolgendolo attivamente nella strategia dell’azienda.
  • Compliance, Safety, Quality.  Promuovere iniziative finalizzate a sedimentare una sempre maggiore cultura della compliance, della sicurezza e del rispetto dell’ambiente anche mediante l’adozione di strumenti innovativi.
  • Innovation.  Promuovere iniziative che coinvolgano i dipendenti nei processi di innovazione aziendale, ingaggino l’azienda in attività sperimentali in logica “open innovation” con startups e clienti e che aumentino anche la capacità dell’azienda di portare innovazione sul mercato.
  • People & Culture. Promuovere iniziative finalizzate a diffondere in azienda la cultura del cambiamento, dell’eccellenza, della leadership e della meritocrazia.
  • Lean & Flexible Organization. Promuovere iniziative finalizzate a generare efficienza operativa, a ridurre i costi, a migliorare i processi e ad adottare strumenti evoluti che amplifichino le potenzialità delle persone.

David Benello, Presidente di Sirti, dichiara: “In questo contesto di mercato caratterizzato da un grande
dinamismo, i clienti trovano in Sirti un partner affidabile, in grado di supportarli nella complessità e al
contempo di creare valore in termini di qualità, innovazione ed eccellenza professionale. Con il nuovo piano strategico Sirti sarà inoltre in grado di crescere in agilità e flessibilità”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button