CloudNewsSoftware

Oracle lancia Verrazzano, la piattaforma open source per container aziendali

La soluzione è proposta per per scenari hybrid cloud e multicloud

Oracle ha annunciato la disponibilità di Oracle Verrazzano Enterprise Container Platform uno stack open source che fornisce una piattaforma di container sicura completa e one-stop-shop.

Oracle Enterprise Container Platform è disponibile come servizio in abbonamento, con codice sorgente su GitHub , che riunisce un’intera piattaforma DevOps per la modernizzazione delle applicazioni, unificando la gestione automatizzata di quest’ultime e la coerenza cross-cloud per le app multi-cloud.

Il nuovo servizio in pratica consente alle organizzazioni di distribuire, gestire e proteggere le applicazioni basate su container in Kubernetes, unificando la gestione del ciclo di vita e standardizzando la gestione dei cluster Kubernetes, indipendentemente da dove viene eseguita.

Oracle Verrazzano Enterprise Container Platform

I clienti possono utilizzare Verrazzano per eseguire qualsiasi applicazione container, ovunque, in qualsiasi momento e sarà ampliata nel tempo. Lo stack è stato scelto con cura e contiene risorse e controller personalizzati open source creati da Oracle per riunire istio, Rancher, Keycloak, Helidon, Micronaut, Sprint Boot, Coherence e altro ancora.

I vantaggi che porta Oracle Verrazzano Enterprise Container Platform

Nello specifico, come sottolinea l’azienda, Oracle Verrazzano Enterprise Container Platform porta i seguenti benefici:

  • migliora la produttività degli sviluppatori e accelera l’innovazione: adottando i container e le tecnologie di gestione container, e adottando i principi di progettazione DevOps e dello sviluppo applicativo cloud-native, i tempi di implementazione si abbreviano, l’uptime delle applicazioni aumenta e gli sviluppatori possono dedicare più tempo ad attività a valore per il business. Verrazzano, con uno stack tecnologico complementare assemblato e automatizzato, fa un passo ulteriore in questa direzione, riducendo ancora di più i tempi, dal primo giorno e per tutto il ciclo di vita.
  • modernizza le applicazioni esistenti scegliendo tra microservizi o tecnologie applicative tradizionali WebLogicServer per ogni applicazione business: Oracle Verrazzano si basa su Oracle WebLogic Kubernetes Toolkit e permette di spostare rapidamente le applicazioni su container e in Kubernetes e automatizzare l’implementazione di attività WebLogic (provisioning, implementazione, configurazione accessi, raccolta metriche e log…)
  • permette di ottenere i benefici dell’approccio cloud-native, senza lock-in: Oracle Verrazzano ha una impostazione neutrale, che consente di ottenere gli stessi vantaggi di automazione, osservabilità, gestione del ciclo di vita per tutte le applicazioni container, a prescindere da dove sono implementate, che sia on-premise, su Oracle Cloud Infrastructure o su altri cloud.

Samsung Memorie T5 da 500 GB, USB 3.1 Gen 2, SSD Esterno Portatile, Blu (MU-PA500B)
  • Velocita di trasferimento fino 540 MB/s, fino a 4.9 volte superiore rispetto ad un hard disk esterno meccanico
  • SSD con tecnologia Samsung V-Nand e ad un’interfaccia USB 3.1 di seconda generazione
  • Protezione opzionale con password basata sul sistema di crittografia hardware AES a 256 bit
  • Resistente: robusta scocca di metallo interna che consente al T5 di resistere a cadute da altezza fino a 2 metri
  • Compatto e leggero: 57.3 x 74 x 10.5 mm e soli 51 g

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button