FeaturedNewsStartup

OpenBar: ottenere drink gratis conoscendo nuovi locali

LAS VEGAS – Una degli aspetti più difficile del mandare avanti un business come un bar, un pub o un locale è quello riguardante l’acquisizione i nuovi clienti. Dall’altra, i clienti sono in cerca di posti nuovi dove andare a divertirsi, ma hanno bisogno di un incentivo che li spinga a scegliere un locale rispetto ad un altro. A connettere queste due necessità è la startup milanese OpenBar, che assicura ai suoi iscritti un drink gratis a settimana presso i locali aderenti.

Il modello di OpenBar

OpenBar, che abbiamo incontrato al CES 2020 in quanto startup partecipante alla terza missione Made In Italy di TILTè attiva da questa estate a Milano, dove collabora con circa 40 locali per offrire ai suoi utenti un drink a settimana per sé e uno da regalare ad un amico. I drink sono forniti dagli esercizi commerciali come forma di auto-promozione, e sono consumabili solo in determinati giorni della settimana, diversi per per ogni locale ma con almeno uno di questi nel weekend.

L’utente ha la gratuità del drink, mentre il bar si fa promozione offrendo praticamente il primo drink di benvenuto” ci spiega Cristiano Ceretti, CEO e co-fondatore di OpenBar insieme a Nicola MazzucchelliOltre al drink di default in piattaforma, l’utente può riceve drink dai suoi amici, che possono acquistare i drink in app e usarli come regalo, e ricevere anche drink da aziende che decidono di fare attività di branding attraverso l’attivazione di campagne di free drink”.

OpenBarQueste attività possono svolgersi in due modalità: o attraverso la sponsorizzazione della settimana o attraverso la messa a disposizione, per i vari utenti della piattaforma, di un certo numero di drink, anche non necessariamente alcolici. “Per il mondo beverage questo è molto interessante per il lancio di prodotti nuovi o per affermare prodotti che già esistono

Stiamo lavorando adesso ad una terza parte, ovvero quella delle campagne pubblicitarie. Nella nostra idea, le aziende avranno un nuovo strumento di advertising, un nuovo modo di fare pubblicità. Quindi non sono facendoti vedere il loro prodotto, ma offrendoti un qualcosa di tangibile. Quindi tu ti ritroverai con i tuoi amici, in un momento di tempo libero, a parlare del prodotto davanti ad un drink offerto dal brand”

Gli utenti possono anche abbonarsi ad una versione Premium del servizio, chiamata Whitelist, per avere diritto ad un drink al giornotre drink alla settimana da regalare. L’abbonamento può essere settimanale, mensile o trimestrale, al prezzo rispettivo di 3,99€9,99€ e 19,99€.

Se per ora il network di locali è solo milanese, l’azienda punta comunque ad espandersi sul territorio: “Ci stanno arrivando delle richieste di partecipazione anche da fuori Milano. Nell’hinterland ci sta un posto a Monza, mentre uscendo proprio dall’area milanese abbiamo un posto in provincia di Napoli, uno a Firenze e uno a Trieste. Stiamo cominciando ad aprire le porte, ma diciamo che vorremmo prima stabilizzare il prodotto in un posto per noi comodo, dove avere un confronto con i bar”

L’app di OpenBar è già disponibile sia su Android che su iOS. Maggiori informazioni disponibili sul sito ufficiale.

OpenBar
OpenBar
Developer: NEZ SRL
Price: Free
‎OPENBAR
‎OPENBAR
Developer: NEZ SRL
Price: Free

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📊Edge data center: i vantaggi e come favorirne lo sviluppo
 
🌴L’utilizzo del welfare aziendale per le vacanze: un’opportunità di risparmio per l’estate 2024
 
🎙 La AI di Google: una evoluzione basata sui modelli
 🎤
La resilienza del dato come forma di protezione: intervista a Vincenzo Granato di Commvault
 
🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Giovanni Natalini

    Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button