AziendeNewsSoftware

GSMA Open Gateway, il nuovo framework di API universali

Una nuova era per i servizi digitali e le app mobili

La GSMA annuncia al MWC 2023 di Barcellona l’iniziativa GSMA Open Gateway. Si tratta di stabilire un framework di API (Application Programmable Interfaces) di rete universali. Questo darà agli sviluppatori accesso universale alle reti degli operatori – e sono già 21 gli operatori di rete mobil coinvolti.

GSMA Open Gateway, il nuovo framework al MWC 2023

NordVPN, Miglior servizio VPN in Italia

GSMA Open Gateway armonizza il settore attorno alle API aperte, come dimostrano diversi stand al MWC Barcelona 2023. Come quella di Axiata, che utilizza API per la posizione del dispositivo, la fatturazione con l’operatore e l’autenticazione. In questo modo crea un’esperienza immersinva, una “jam session” dal vivo dal 5G Future Forum con musicisti di tutto il mondo. Inoltre, mostra un gioco immersivo e una vetrina video ad alta definizione, da Orange, Telefónica, Vodafone ed Ericsson/Vonage basata sull’API Quality on Demand (QoD).

Le API GSMA Open Gateway sono sviluppate e pubblicate in CAMARA, il progetto open source guidato dalla Linux Foundation in collaborazione con GSMA.

José María Álvarez-Pallete López, presidente del consiglio di amministrazione di GSMA e presidente e CEO di Telefónica, ha dichiarato: “GSMA Open Gateway consentirà singoli punti di accesso alle reti a banda ultralarga e fungerà da catalizzatore per tecnologie immersive e Web3, dando la possibilità di soddisfare il proprio potenziale e raggiungere massa critica. Le società di telecomunicazioni hanno fatto molta strada nello sviluppo di una piattaforma globale per connettere tutti e tutto. E ora, federando le API di rete aperte e applicando il concetto di interoperabilità del roaming, gli operatori di telefonia mobile ei servizi cloud saranno realmente integrati per consentire un nuovo mondo di opportunità. La collaborazione tra operatori di telecomunicazioni e fornitori di servizi cloud è fondamentale in questo nuovo ecosistema digitale”.

MEFFYS Sustainability Award Climate Guide at MWC 2023-min

L’iniziativa GSMA Open Gateway viene lanciata con otto API di rete universali. Tra cui lo scambio SIM, QoD, quello per lo stato del dispositivo (connesso o stato di roaming), verifica del numero, selezione e instradamento del sito perimetrale, verifica del numero (SMS 2FA), fatturazione con l’operatore, Check-out e Posizione (Verifica posizione). E arriveranno altre API nel corso del 2023.

Il nuovo framework negli stand a Barcellona

Abbiam visto questa nuova tecnologia al padiglione GSMA, dove Axiata presenta il suo primo concerto di musica immersiva sulla piattaforma Axiata Digital Concert Platform. Ma anche fra le startup del padiglione 8.1 con 4YFN, dove Deutsche Telekom (DT) annuncia i marketplace per sviluppatori e dei programmi Early Adopter per le API CAMARA. Ma DT mostra il QoD, insieme a Matsuko e Orange nel padiglione 3 allo stand 3M31.

Il 5G Future Forum (5GFF) vede la collaborazione tra tre reti di operatori: Rogers, Verizon e Vodafone. Al GSMA Pavilion, KDDI, Telefónica, Mawari e Sturfee presenteranno una rivoluzione nello shopping online con l’XR Digital Twin Store alimentato da 5G MEC.

E poi Orange, Telefónica, Vodafone, Vonage ed Ericsson mostrano il mobile cloud gaming. Mentre Singtel, AIS, Summit Tech e Bridge Alliance mostrano lo streaming in 8K. Anche allo stand di Telefónica mostreranno e in quello di Microsoft troviamo la tecnologia. L’azienda di Redmond mostra una soluzione per gli sviluppatori per creare applicazioni sensibili alla rete. Il tutto con un’interfaccia unificata.

Segnaliamo infine i firmatari del protocollo d’intesa GSMA Open Gateway: America Movil, AT&T, Axiata, Bharti Airtel, China Mobile, Deutsche Telekom, e& Group, KDDI, KT, Liberty Global, MTN, Orange, Singtel, Swisscom, STC, Telefónica, Telenor, Telstra, TIM, Verizon e Vodafone.

Maggiori informazioni qui.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📣 Red Hat Summit 2024: ecco tutti gli annunci e le novità
📰 Le ultime novità tecnologie al Google I/O 2024: fusione tra AI e app di Google
🦺 Cloud? Sì, ma non senza intoppi: i dati di Cloud Security Report 2024
📀 Synology Active Backup: 20 milioni di account al sicuro
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button