AziendeNews

Eaton entra nel consorzio InterSTORE per sistemi di accumulo energia

Il consorzio è sostenuto dall'Unione Europea

Eaton ha annunciato di aver aderito a un progetto paneuropeo di ricerca e innovazione volto a sviluppare infrastrutture IT flessibili per i sistemi di accumulo dell’energia: l’azienda entra nel consorzio InterSTORE. Un modo per supportare la transizione energetica con l’accumulo di energia unificato.

Eaton entra nel consorzio InterSTORE

Il progetto, denominato InterSTORE (“Interoperable open-source tools to enable the hybridization, utilization and monetization of storage flexibility”), ha avuto inizio il 1° gennaio. Finanzia il progetto il programma di Ricerca e Innovazione Horizon Europe dell’Unione europea. Ha una durata triennale e vede la partecipazione di Eaton e altri 11 associati del consorzio. Questi membri riceveranno la coordinazione della RWTH Aachen University, a cui partner accademici, aziende, associazioni di settore ed enti di standardizzazione.

La massiccia adozione dell’accumulo dell’energia è fondamentale per consentire la transizione energetica dell’Europa . Ma richiede standardizzazione e interoperabilità. Per massimizzare i vantaggi di operatori, fornitori e utenti finali, i dispositivi e i sistemi per l’accumulo dell’energia devono essere in grado di comunicare in modo fluido, indipendentemente dalla data di fabbricazione o dal produttore.

Eaton: i 5 trend dell'energia per il 2023

Dominik Laska, director, Eaton European Innovation Center: “Il sole non brilla tutti i giorni e il vento non soffia costantemente. Per questo, l’utilizzo su larga scala dell’accumulo dell’energia è di vitale importanza per il successo della transizione dell’Europa verso le rinnovabili e per l’elettrificazione di ogni settore. Le soluzioni attuali sono tuttavia estremamente diversificate e, spesso, incompatibili. Per raggiungere un’adozione diffusa occorre un approccio unificato alla gestione dell’accumulo dell’energia. Sono entusiasta del fatto che stiamo unendo le nostre forze con gli esperti di InterSTORE per contribuire allo sviluppo di una soluzione innovativa e agnostica in grado di supportare software o hardware di terze parti e, quindi, di avere un impatto significativo sul mondo reale”.

Gli obiettivi del consorzio

Il progetto InterSTORE mira a raggiungere quattro obiettivi fondamentali:

  • Dare quattro strumenti open source per garantire la standardizzazione dei dati e la loro interoperabilità
  • Esaminare come utilizzare sistemi ibridi di accumulo dell’energia in quattro aree principali (veicoli elettrici, comparto industriale, residenziale e commerciale)
  • Dimostrare sette casi d’uso ad alto impatto in quattro laboratori
  • Implementare metodi avanzati per ibridizzare, utilizzare e monetizzare l’accumulo flessibile, mantenendo la standardizzazione dei dati.

Il sistema di gestione dell’energia (EMS) di Eaton è stato creato per ottimizzare la ricarica dei veicoli elettrici GreenMotion, l’accumulo di energia xStorage Compact e i pannelli solari. In collaborazione con altri fornitori di EMS, Eaton farà parte del consorzio InterSTORE per identificare le differenze e le sinergie tra le rispettive soluzioni. Il consorzio svilupperà e integrerà nuovi concetti di ottimizzazione che permetteranno l’integrazione di diversi tipi di accumulo dell’energia. Come pompe di calore e celle elettrolitiche. Infine, i concept e gli algoritmi di controllo di Eaton saranno verificati e dimostrati presso l’istituto di ricerca Forschungszentrum Jülich.

Come membri del progetto InterSTORE, il nostro obiettivo è creare soluzioni fluide in grado di supportare diversi tipi di accumulo dell’energia e, al contempo, di generare un solido caso commerciale per l’adozione di massa”, spiega Anne Lillywhite, senior vice president and general manager, Energy Transition, Digital & Services, Electrical Sector, EMEA. “I nostri ingegneri svilupperanno un kit di strumenti per l’interoperabilità degli EMS, oltre a una più approfondita comprensione delle esigenze degli utenti e dei possibili modelli di business. Nell’attuale contesto di aumento dei prezzi dell’energia, di normative più severe sulle emissioni e di consumatori sempre più attenti all’ambiente, si tratta di una fantastica opportunità per presentare nuove tecnologie strategiche che contribuiranno alla decarbonizzazione e a un futuro più sostenibile”.

Trovate maggiori informazioni qui.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📣 Red Hat Summit 2024: ecco tutti gli annunci e le novità
📰 Le ultime novità tecnologie al Google I/O 2024: fusione tra AI e app di Google
🦺 Cloud? Sì, ma non senza intoppi: i dati di Cloud Security Report 2024
📀 Synology Active Backup: 20 milioni di account al sicuro
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button