AziendeNews

Cyber attacchi nel 2022: il settore tecnologico il più colpito

Il settore tecnologico é il piú colpito da cyber attacchi

L’ultimo Global Threat Intelligence Report 2023 di NTT ha rivelato che, nel 2022, il settore tecnologico è stato il bersaglio principale dei cyber attacchi, rappresentando il 25% di tutti gli attacchi a livello globale. Questa indagine fornisce un quadro dettagliato della frequenza e intensità delle minacce informatiche, sottolineando come questi attacchi influenzino la vita quotidiana e le operazioni aziendali.

I principali settori colpiti dai Cyber attacchi

Dopo il settore tecnologico, gli altri settori maggiormente colpiti da cyber attacchi includono il manifatturiero (19%), l’educational (11,37%), la pubblica amministrazione (9,10%) e i trasporti (8,12%). Le infrastrutture critiche e le catene di approvvigionamento continuano a essere obiettivi prioritari, evidenziando un aumento degli attacchi verso la pubblica amministrazione rispetto al 2021.

In Italia, il settore manifatturiero guida la classifica degli attacchi, con il 21,1%, seguito dalla pubblica amministrazione (17,3%) e dal settore finanziario (15,4%).

Dolman Aradori, Vice President e Head of Cybersecurity di NTT DATA Italia, sottolinea l’importanza di dotarsi di strumenti adeguati per la protezione contro i cyber attacchi, enfatizzando il ruolo di NTT DATA nello sviluppo di soluzioni innovative e nella sensibilizzazione delle imprese sui rischi informatici.

Proteggi i tuoi dati con Bitdefender, Leader mondiale in sicurezza informatica

Le minacce nel settore finanziario

Nel settore finanziario, i trojan bancari rappresentano la minaccia maggiore, costituendo il 48,97% degli attacchi, seguiti dai cryptominer (15,48%). Inoltre, nel 2022 si è registrato un incremento degli attacchi ai servizi cloud, con il 45,22% che ha colpito le applicazioni web e il 25,23% rivolto a applicazioni specifiche. Software popolari come Wordpress e Apache, insieme a utility come Log4J, sono stati tra i principali bersagli.

Cinque linee guida per la protezione dai pericoli informatici

In risposta ai risultati del Global Threat Intelligence Report 2023, NTT ha delineato cinque linee guida essenziali per difendersi dai pericoli informatici.

Queste includono l’adozione dell’autenticazione a più fattori, il monitoraggio costante di tutte le minacce, revisioni periodiche dei sistemi di gestione delle vulnerabilità, la disattivazione dei plug-in inutilizzati e la valutazione dei livelli di cybersicurezza dei fornitori terzi.

Queste misure sono cruciali per proteggersi dagli attacchi che colpiscono diverse fasi della supply chain.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📣 Red Hat Summit 2024: ecco tutti gli annunci e le novità
📰 Le ultime novità tecnologie al Google I/O 2024: fusione tra AI e app di Google
🦺 Cloud? Sì, ma non senza intoppi: i dati di Cloud Security Report 2024
📀 Synology Active Backup: 20 milioni di account al sicuro
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Elena Mauro

Appassionata di tecnologia con un debole per la cultura giapponese. Condivido la mia vita con due gatti e un fedele cane, in equilibrio tra il mondo digitale e quello reale.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button