AziendeNewsNomineSicurezza

Bruno Frattasi diventa direttore di ACN, il commento del Clusit

Bruno Frattasi è il nuovo direttore dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN), dopo l’addio del professor Baldoni. Il Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, accoglie con soddisfazione la nomina del prefetto di Roma alla direzione.

Bruno Frattasi diretto di ACN, il commento del Clusit

Esprimendo gratitudine al professor Baldoni per il suo lavoro fondamentale nell’istituzione e l’orientamento dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Clusit accoglie la nomina Bruno Frattasi con soddisfazione

Nell’attuale contesto geopolitico, in cui si stanno verificando tensioni internazionali legate a conflitti ad alta intensità ai confini dell’Europa, l’Italia, con le sue infrastrutture critiche, è chiaramente sotto il mirino degli attacchi informatici.

Il Security Summit 2023 riparte da Milano a marzo

Basti pensare che nel 2022 il nostro paese ha subito il 7,6% degli attacchi globali, come riportato dal Rapporto Clusit 2023. Questo è un quadro estremamente complesso e difficile, soprattutto a causa delle lacune nella nostra infrastruttura informatica a livello nazionale. Tuttavia, sono stati fatti concreti progressi negli ultimi due anni in termini di accelerazione dei processi di digitalizzazione e degli investimenti, grazie anche allo sviluppo di un ecosistema pubblico-privato. Nonché a livello normativo e al lavoro di molte forze trainate dall’attività strategica dell’ACN, diventata rapidamente un punto di riferimento per il nostro paese.

Clusit ritiene che sia parte della sua missione offrire al governo nazionale, in particolare all’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, il proprio supporto continuo. Ciò mettendo a fattor comune competenze e risorse per contribuire attraverso azioni di ricerca, divulgazione e formazione a diffondere sempre più capillarmente la cultura della sicurezza cyber.

Il commento di Gabriele Faggioli

Gabriele Faggioli, presidente di Clusit, spiega: “Come abbiamo recentemente ricordato, tante piccole difese non fanno una grande difesa. Servono economie di scala anche per esperienze, competenze e risorse. Per questo auspichiamo che l’intero ecosistema nazionale di cybersecurity continui ad operare in maniera sinergica, sia per quanto riguarda la strategia che nelle azioni tattiche, al fine di perseguire una resilienza strutturale al cyber crimine e anche considerando i rischi derivanti dalla situazione geopolitica attuale. Lavoriamo a fianco delle Istituzioni, pronti a supportare il nuovo corso dell’Agenzia per la Cybersicurezza nazionale, consapevoli che in gioco ci sono continuità economica e sociale”.

Faggioli termina quindi con degli auguri di buon lavoro: “Auguriamo al Direttore Frattasi buon lavoro, convinti che le sue competenze e la sua esperienza apporteranno rapidamente grande valore al nostro Paese anche nel nuovo, strategico ruolo“.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button