AziendeCase Study

Espansione del mercato dei Data Center: il punto di Vertiv

Jean-Pierre Tournemaine, General Manager di Vertiv France, ci espone la sua visione per quanto riguardal’evoluzione del settore dei data center in Europa.

Il contesto europeo e nazionale

Il panorama europeo dei data center sta vivendo un’era di crescita esponenziale, con investimenti in aumento e una capacità complessiva che si aggira attorno ai 6,9 gigawatt. Questa cifra è destinata a salire notevolmente, con piani di espansione che prevedono l’aggiunta di 7,4 gigawatt grazie a nuovi progetti. 

E mentre i mercati di Francia, Regno Unito e Germania mostrano una maturità consolidata, l’Italia emerge come un giocatore dinamico, con Milano che vanta già 108 megawatt di capacità e ulteriori 91 megawatt in fase di sviluppo. Roma, al contempo, si prepara a soddisfare una domanda crescente, con previsioni che indicano un potenziale raddoppio del mercato nei prossimi anni, secondo gli esperti di Vertiv.

La spinta dietro questa espansione è la moltiplicazione dei dati. Nel 2020, il mondo ha generato 64 zettabyte di dati, e le stime per il 2025 parlavano di 180 zettabyte. Quest’ultima è una previsione probabilmente sottostimata a causa dell’imprevista crisi sanitaria e dell’accelerazione dell’intelligenza artificiale (AI). L’AI, in particolare, sta influenzando profondamente i data center, con infrastrutture esistenti che si rivelano inadeguate per il calcolo ad alte prestazioni richiesto. Di conseguenza, si assiste a un orientamento verso la costruzione di nuovi data center o la ristrutturazione su larga scala di quelli esistenti.

Vertiv: come sta cambiando il mondo dei data center

Tradizionalmente, i principali mercati di data center in Europa si sono concentrati intorno a città come Francoforte, Londra, Amsterdam e Parigi, vicino alle maggiori vie di comunicazione e alle aree con alta densità di popolazione e richiesta di dati. Ora, tuttavia, assistiamo a uno sviluppo nei centri urbani del sud Europa, come Milano e Madrid, e in Francia, Marsiglia e Bordeaux. Città che stanno diventando hub emergenti per i data center.

Questa decentralizzazione ha portato alla proliferazione delle ‘landing station’, i nodi di arrivo dei cavi sottomarini che formano la spina dorsale del sistema di comunicazione globale. Questi punti richiedono data center per funzionare efficacemente, e i clienti che necessitano di accesso rapido alle informazioni trasmesse da queste reti tendono a posizionarsi nelle immediate vicinanze.

Inoltre, la vicinanza agli utenti finali può tradursi in un vantaggio temporale, anche se minimo, che per certe applicazioni risulta cruciale. Si prevede quindi un incremento dei data center edge, strutture più piccole e prossime agli utenti. Infine, la crescente domanda di data center impone una maggiore disponibilità di energia elettrica. Gli operatori sono quindi alla ricerca di nuovi siti con accesso energetico adeguato, preferendo località periferiche o paesi limitrofi dove il costo del suolo è più contenuto.

Efficienza Energetica e data center

Questa proliferazione dei data center solleva interrogativi significativi sull’impatto che avranno sulla domanda energetica globale. Vertiv sostiene che l’aumento esponenziale dei dati e della potenza di calcolo dei data center non si tradurrà necessariamente in un incremento proporzionale del consumo energetico. Questo perché le infrastrutture stanno diventando più efficienti, con l’obiettivo di disaccoppiare il consumo di energia dalla crescita dei dati. Un indicatore chiave di questa efficienza è il miglioramento dell’indice PUR (Power Usage Effectiveness), che misura l’efficienza energetica dei data center, con l’aspirazione di renderli più compatti ed efficienti.

Un aspetto cruciale di questa efficienza è il raffreddamento, che rappresenta una quota significativa del consumo energetico. L’industria sta spingendo verso sistemi di raffreddamento più efficienti, come quelli a liquido, già presenti sul mercato. Secondo le analisi di Dell’Oro, si prevede che il mercato dei sistemi di raffreddamento a liquido raggiungerà un valore di 2 miliardi di dollari entro il 2027, con una crescita annua superiore al 20%.

Anche la tolleranza al calore dell’hardware è un fattore chiave. Mentre in passato le sale di hosting dovevano mantenere temperature tra i 20-21°C, oggi alcuni operatori gestiscono hardware che tollera temperature fino a 27°C e oltre. Si prevede che questa tolleranza continuerà ad aumentare, permettendo ai server di operare a temperature ancora più elevate.

L’High Performance Computing nei data center moderni

L’High Performance Computing (HPC) ha trasformato il mondo in breve tempo, e l’infrastruttura digitale critica deve tenere il passo con questi cambiamenti rapidi. Vertiv si impegna a rispondere a questa sfida, promuovendo l’intersezione tra tecnologia e sostenibilità. Questo include l’adozione di energie alternative, lo sviluppo di reti intelligenti e ibride, e la realizzazione di progetti innovativi di data center per offrire soluzioni affidabili ai clienti, minimizzando l’impatto ambientale.

In questo contesto Vertiv, nella posizione di fornitore globale di soluzioni per infrastrutture digitali critiche, si impegna a essere un partner strategico per i propri clienti, supportando le loro strategie di business con soluzioni all’avanguardia e sostenibili.

Offerta
Echo Dot (5ª generazione, modello 2022) | Altoparlante intelligente Wi-Fi e Bluetooth, suono più potente e dinamico, con Alexa | Antracite
  • IL NOSTRO ECHO DOT CON IL MIGLIORE AUDIO DI SEMPRE - Goditi un’esperienza audio migliorata rispetto ai precedenti Echo Dot con Alexa: voci più nitide, bassi più profondi e un suono più ricco in ogni stanza.
  • LA TUA MUSICA E I TUOI CONTENUTI PREFERITI - Ascolta musica, audiolibri e podcast da Amazon Music, Apple Music, Spotify, Deezer e altri servizi musicali o tramite Bluetooth in tutta la casa.
  • ALEXA È SEMPRE PRONTA AD AIUTARTI - Chiedi ad Alexa le previsioni del tempo e imposta dei timer con la voce, ricevi risposte alle tue domande e ascolta le barzellette più divertenti. Hai bisogno di qualche minuto in più al mattino? Puoi semplicemente toccare il tuo Echo Dot per posporre la sveglia.
  • LA TUA CASA GESTITA IN TUTTA COMODITÀ - Controlla i dispositivi per Casa Intelligente compatibili con la tua voce e con le routine, attivate dai sensori di temperatura integrati. Grazie alla creazione di nuove routine, il ventilatore intelligente si può attivare quando la temperatura va sopra il livello desiderato.
  • ASSOCIA I TUOI DISPOSITIVI PER SFRUTTARE AL MASSIMO LE FUNZIONALITÀ DI ECHO - Riempi la casa di musica posizionando i tuoi dispositivi Echo compatibili in diverse stanze. Crea un sistema home theater con Fire TV.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📣 Red Hat Summit 2024: ecco tutti gli annunci e le novità
📰 Le ultime novità tecnologie al Google I/O 2024: fusione tra AI e app di Google
🦺 Cloud? Sì, ma non senza intoppi: i dati di Cloud Security Report 2024
📀 Synology Active Backup: 20 milioni di account al sicuro
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Marco Brunasso

Scrivere è la mia passione, la musica è la mia vita e Liam Gallagher il mio Dio. Per il resto ho 30 anni e sono un musicista, cantante e autore. Qui scrivo principalmente di musica e videogame, ma mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la creazione di mondi paralleli. 🌋From Pompei with love.🧡

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button