CloudNewsSoftware

Oracle, le novità annunciate del CloudWorld Tour 2023

Nuove funzioni OCI e Oracle Database

All’evento CloudWorld Tour 2023, Oracle ha annunciato diverse novità: funzionalità migliorate per Oracle Cloud Infrastructure e per Oracle Database, e non solo. Diversi strumenti che semplificheranno il lavoro a diverse aziende, in diversi settori.

Oracle CloudWorld Tour 2023, le novità annunciate

In un evento per la stampa, Leo Leung, Vice President, Product Marketing di OCI, ha spiegato le priorità per l’azienda per quest’anno. Il primo obiettivo che Oracle ha messo al centro è quello di rendere più facile per i clienti trasferire i loro carichi di lavoro in Oracle Cloud Infrastructure (OCI). In OCI, i clienti possono beneficiare di una maggiore sicurezza, prestazioni e risparmio. L’azienda ha quindi presentato diverse novità per migrare, proteggere e distribuire i vostri contenuti in OCI.

Inoltre, l’azienda ha portato diverse novità in Oracle Database per facilitare lo sviluppo di applicazioni moderne basate sui dati. Ci sono poi nuove capacità di apprendimento automatico in Oracle MySQL HeatWave, con il supporto per il rilevamento delle anomalie senza supervisione e i sistemi di raccomandazione.

Diverse novità per aziende di ogni tipo, che potete scoprire nei dettagli sul sito di Oracle dedicato a CloudWorld Tour 2023.

Oracle Cloud Migrations – trasferire i carichi di lavoro diventa più semplice

oracle cloudworld tour 2023 novità-min

Oracle Cloud Migrations è un servizio che offre un’esperienza self-service completa end-to-end per spostare i vostri carichi di lavoro basati su macchine virtuali da on-premise a OCI. Un passaggio digitale che moltissime aziende vogliono affrontare, ma che spesso temono sia troppo complicato fare senza rallentare la propria produttività.

L’anno scorso, Oracle ha introdotto il supporto per la migrazione delle macchine virtuali VMware e ora estende il supporto per la migrazione continua delle macchine virtuali da Amazon Web Services (AWS) a OCI. Questo permetterà di ridurre notevolmente lo sforzo e la complessità necessari per migrare da AWS a OCI. E adottare così una strategia multicloud più flessibile.

Per utilizzare Oracle Cloud Migrations, dovete solo configurare l’ambiente di origine e installare un agente OCI sulle vostre macchine virtuali AWS. Il servizio vi suggerirà le VM OCI più adatte per la migrazione e vi fornirà una stima dei costi. Il servizio si occuperà poi di replicare e avviare le nuove macchine virtuali nell’ambiente di destinazione OCI.

Il servizio non ha costi di gestione aggiuntivi, ma vi verrà addebitato un piccolo importo per le risorse necessarie per il processo di conversione della VM. Il supporto per la migrazione di AWS VM sarà disponibile dal 3 maggio.

TV Samsung Oled con il 10% di Sconto inserendo il codice PRINCESSTV23, offerta valida fino al 14 Maggio

OCI Content Delivery Network

OCI Content Delivery Network (CDN) è una soluzione globale per la distribuzione di contenuti con endpoint presenti in 150 paesi. I clienti OCI potranno beneficiare dei classici vantaggi CDN come una migliore esperienza utente e una maggiore capacità e affidabilità del carico di lavoro, il tutto in un’interfaccia nativa.

Oracle: la sovranità dei dati nel cloud

Leung spiega che utilizzare OCI CDN risulta facile e simile ad altri CDN noti come Akamai e Cloudflare. Il servizio si attiva e si gestisce direttamente dalla console OCI e sarà disponibile per tutti dal 31 maggio.

Il costo è di 3 centesimi per GB di dati trasferiti in uscita più 90 centesimi per 1 milione di richieste e i clienti pagano tramite la solita fattura OCI e possono usare i crediti universali. Non ci sono spese aggiuntive per il trasferimento dei dati da OCI Object Storage a CDN Origin.

Oracle CloudWorld Tour 2023: la protezione di Confidential Computing

Confidential Computing permette di proteggere i dati dei clienti in modo più efficace. Con questa tecnologia, i dati sono crittografati anche quando sono in fase di elaborazione, grazie a AMD Secure Encrypted Virtualization (SEV) o AMD Secure Memory Encryption (SME). Questa funzionalità è molto utile per i carichi di lavoro che necessitano di un alto livello di sicurezza. Ed è ora accessibile per le forme di calcolo OCI con AMD, come E4 Flex, E4 Bare Metal Standard, E3 Bare Metal Standard ed E4 Bare Metal DenseIO.

Per usare il Confidential Computing, dovete attivarlo al momento della creazione delle istanze. Nella console OCI, quando create un’istanza, andate alla sezione Sicurezza e abilitate “Confidential Computing“. Poi scegliete un’immagine che supporta questa tecnologia e una forma di calcolo compatibile (cercate le icone dei lucchetti). Non potete aggiungere il Confidential Computing alle istanze già esistenti. Il Confidential Computing è disponibile in alcune regioni, non dovete pagare nulla in più per questa funzione.

Oracle Database 23c Free arriva in Developer Release

Una versione di Oracle Database 23c Free per gli sviluppatori offre la possibilità di sperimentare le nuove funzionalità di Oracle Database per lo sviluppo e le applicazioni, in maniera gratuita. Le funzionalità che potete testare sono, per esempio, la gestione dei dati JSON in modo relazionale, le query SQL su grafi direttamente sui dati OLTP, le procedure memorizzate JavaScript e molto altro. Questa versione arriva soprattutto per chi vuole avvicinarsi ai database. Che sia uno sviluppatore, un data scientist, un DBA, un insegnante o un semplice appassionato. Supporta nativamente tutti i tipi di dati moderni, le analisi e i paradigmi di sviluppo più recenti, integrati in un unico prodotto.

Oracle APEX: come cogliere le opportunità di business con un clic

Potete scaricare Oracle Database 23c Free come file di installazione di Docker Image, VirtualBox VM o Linux RPM. Senza bisogno di creare un account utente o di fare il login. Presto sarà disponibile anche una versione per Windows.

MySQL Heatwave arriva all’Oracle CloudWorld Tour 2023

Le nuove funzionalità di MySQL HeatWave per il machine learning e il multicloud ampliano le possibilità di utilizzare il machine learning con MySQL HeatWave AutoML. Potete fare previsioni di serie temporali multivariate, rilevamento di anomalie senza supervisione, sistemi di raccomandazione, oltre a una nuova console AutoML interattiva che permette agli analisti di business di creare, allenare, eseguire e spiegare i modelli ML ed esplorare “scenari what-if” usando un’interfaccia visiva, senza dover usare comandi SQL o codice.

I miglioramenti in MySQL HeatWave on AWS includono un nuovo livello di gestione dei dati scale-out che aumenta la disponibilità dei dati e velocizza il recupero dagli errori e la previsione automatica della forma di MySQL Autopilot nella console. MySQL HeatWave su OCI ora offre una forma entry-level più piccola (32 GB) e un miglior rapporto prezzo-prestazioni per carichi di lavoro più grandi.

Ma le novità all’Oracle CloudWorld Tour 2023 sono moltissime – potete trovarle tutte sul sito di Oracle.

Offerta

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

🎙 Intervista a Giampiero Savorelli Managing Director di HP Italy per A ruota libera
 
👨‍💻Uno sguardo in anteprima a CyberArk Secure Browser
 
👀AI ibrida e aperta la visione di Red Hat
 
🎤La doppia faccia dell'intelligenza artificiale -  Intervista a Umberto Pirovano di Palo Alto Networks
 🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button