Senza categoria

IBM acquista Nordcloud e continua a espandersi nel cloud

Un anno prima della scissione, IBM sta espandendo la propria attività nel cloud

IBM sta espandendo la sua attività nel cloud con una nuova acquisizione: il gruppo sta rilevando Nordcloud startup finlandese che aiuta le organizzazioni in dieci paesi europei a spostare i propri processi aziendali nella “nuvola”. 

L’acquisizione di Nordcloud da parte di IBM arriva in una fase radicale per il colosso americano: il nuovo CEO di IBM Arvind Krishna ha infatti diviso l’azienda in due unità poche settimane fa . Alla fine del prossimo anno, la precedente attività di manutenzione per infrastrutture IT come reti, mainframe, archiviazione dati, PC o data center per circa 4600 clienti in oltre 100 paesi verrà separata, un’attività con un fatturato annuo di oltre 19 miliardi di dollari. Nella nuova società saranno inseriti ben 90.000 dipendenti.

Ciò che resta è un business IBM che promette una maggiore crescita e una più alta valutazione del mercato azionario. Con circa 260.000 dipendenti, genererà le sue vendite future principalmente con prodotti e software, principalmente nel cloud. La società cloud Red Hat, acquisita un oltre un anno fa per 34 miliardi di dollari, in tutto questo gioca un ruolo centrale.

IBM, con l’acquisizione di Nordcloud punta decisamente al cloud ibrido

Nordcloud Final2.da921b2622d1de663956a54d1ad1ff44011b61e3IBM vuole eccellere con la gestione dei cosiddetti cloud ibridi  o multi-cloud per diventare uno degli attori principali in questo segmento di mercato. Secondo quanto dichiarato dalla stessa Nordcloud, l’azienda è stata in grado di quintuplicare le sue vendite dal 2016 al 2019, arrivando a circa 63 milioni di euro di fatturato. Quest’anno i proventi dovrebbero essere aumentati fino a tre cifre. L’azienda è stata fondata a Helsinki nel 2011 e conta più di 400 dipendenti.

“I nostri clienti adottano un approccio più olistico alla modernizzazione delle applicazioni che consente loro di operare in un ambiente IT tradizionale, cloud privato e cloud pubblico”, ha affermato John Granger, vicepresidente senior dell’innovazione delle applicazioni cloud e chief operating officer di IBM Global Business Service“L’acquisizione di Nordcloud da parte di IBM aggiunge profonda esperienza che guiderà le trasformazioni digitali dei nostri clienti e supporterà l’adozione della piattaforma cloud ibrida di IBM. Strumenti, metodologie e talenti cloud-native di Nordcloud sono un segno forte che IBM si impegna a fornire una migrazione di successo dei nostri clienti verso il cloud”.

Nulla è stato detto sul prezzo di acquisto. È probabile che l’acquisizione sia stata molto costosa date le elevate valutazioni del mercato azionario delle società di software cloud finlandese.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button