AziendeSicurezza

F5 rivoluziona la sicurezza delle applicazioni nell’era dell’intelligenza artificiale

Il panorama tecnologico continua a evolversi ad un ritmo frenetico, con le applicazioni e le API che si pongono sempre più al centro delle esperienze digitali moderne. In questo contesto, F5, azienda di servizi applicativi e sicurezza multi-cloud, si distingue annunciando nuove funzionalità destinate a trasformare radicalmente il modo in cui le aziende affrontano la sicurezza delle proprie applicazioni nell’era dell’intelligenza artificiale (AI).

Rappresentazione di sicurezza intelligenza artificiale

Ecco cosa presenterà F5 in merito alla sicurezza delle applicazioni nell’era dell’AI

L’annuncio è giunto in occasione di AppWorld, la rinomata conferenza sulla sicurezza e delivery delle applicazioni. F5 ha svelato una serie di nuove funzionalità progettate per semplificare e potenziare la protezione delle applicazioni e delle API, rendendole resilienti alle minacce sempre più sofisticate che caratterizzano il mondo digitale odierno.
Una delle principali novità è rappresentata dall’integrazione del testing del codice API e dell’analisi della telemetria all’interno dei F5 Distributed Cloud Services. Questi servizi si candidano così a diventare la soluzione di sicurezza API più completa e pronta all’intelligenza artificiale sul mercato. Tale integrazione consente alle aziende di identificare e mitigare le vulnerabilità già durante la fase di sviluppo delle applicazioni. Questo garantisce una maggiore robustezza e sicurezza fin dalla fase iniziale del ciclo di vita del software.

Rappresentazione di gestione intelligenza artificiale

L’importanza di queste nuove soluzioni

François Locoh-Donou, Presidente e CEO di F5, ha sottolineato l’importanza di fornire soluzioni in grado di ridurre significativamente la complessità legata alla sicurezza delle applicazioni. Consentendo quindi ai clienti di concentrarsi sul proprio core business. In un contesto in cui le aziende distribuiscono le proprie applicazioni su una molteplicità di ambienti, compresi quelli ibridi e multicloud, diventa essenziale disporre di strumenti in grado di garantire una protezione omogenea e completa in tutti i contesti operativi.
Secondo il rapporto “State of Application Strategy 2024” di F5, l’88% delle aziende distribuisce attualmente le proprie applicazioni su più sedi. Evidenziando, inoltre, l’importanza cruciale della flessibilità e della scalabilità nelle infrastrutture applicative moderne. Tuttavia, questa crescente distribuzione comporta anche una maggiore complessità e una più ampia superficie di attacco, mettendo a rischio la sicurezza delle organizzazioni.

Rappresentazione di AI in supporto all'umano

Le novità che verranno presentate

Le nuove funzionalità offerte dai Distributed Cloud Services di F5 si pongono come risposta concreta a queste sfide. Questo consente alle aziende di ridurre la finestra di rischio per le nuove API e di garantire una governance chiara e tempestiva sulle politiche di sicurezza adottate. Grazie alla capacità di scoprire e proteggere le API in modo proattivo, queste soluzioni offrono un approccio completo e integrato alla sicurezza delle applicazioni. Eliminando, pertanto, la necessità di gestire strumenti separati e frammentati.

Ma le novità non si fermano qui. F5 ha annunciato anche l’intenzione di rendere l’intelligenza artificiale una componente pervasiva in tutto il suo portfolio di soluzioni. Attraverso il nuovo AI Data Fabric, l’azienda mira a fornire ai clienti insights senza precedenti derivati dalla telemetria raccolta dai propri servizi. Consentendo di automatizzare le azioni e di prendere decisioni più informate e tempestive.
Inoltre, l’azienda sta lavorando allo sviluppo di un assistente AI che rivoluzionerà l’interazione dei clienti con le soluzioni F5, consentendo loro di gestire in modo più efficace e intuitivo le proprie infrastrutture attraverso un’interfaccia basata sul linguaggio naturale. Questo strumento non solo semplificherà le operazioni quotidiane, ma fungerà anche da prezioso alleato nel monitoraggio e nella mitigazione delle minacce alla sicurezza.

L’annuncio di F5 rappresenta un importante passo avanti nella sicurezza delle applicazioni nell’era dell’intelligenza artificiale. Grazie alla combinazione di funzionalità avanzate e all’integrazione dell’intelligenza artificiale in tutto il portfolio di soluzioni, F5 si conferma come partner affidabile per le aziende. In particolar modo quelle che desiderano affrontare le sfide della digitalizzazione in modo efficace e sicuro.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

📊Edge data center: i vantaggi e come favorirne lo sviluppo
 
🌴L’utilizzo del welfare aziendale per le vacanze: un’opportunità di risparmio per l’estate 2024
 
🎙 La AI di Google: una evoluzione basata sui modelli
 🎤
La resilienza del dato come forma di protezione: intervista a Vincenzo Granato di Commvault
 
🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Gabriele Magenta Biasina

    Appassionato di tecnologia, computer e videogiochi, e attualmente studente di informatica. Sempre aggiornato sulle ultime tendenze e sviluppi in questi campi, mi piace sperimentare nuove tecnologie e scoprire nuovi titoli. Creativo e con ottime capacità di problem solving, sono costantemente alla ricerca di nuove sfide e opportunità di apprendimento.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button