ComputerFeaturedHardwareHotRecensioni

La potenza convertibile di Acer ConceptD 7 Ezel Pro

Quando pensiamo ai convertibili pensiamo a laptop economici, da studenti, o a macchine che si concentrano sulla portabilità più che sulla potenza, come il Surface di Microsoft. Non è questo il caso del nuovo ConceptD 7 Ezel Pro di Acer, un portatile con uno schermo convertibile ma che si posiziona solidamente nella categoria delle workstation, con caratteristiche che lo rendono una macchina perfetta per i creativi. Per raccontarvelo lo abbiamo provato, quindi ecco di seguito la nostra recensione di ConceptD 7 Ezel Pro.

La nostra recensione di Acer ConceptD 7 Ezel Pro

Partiamo dalle specifiche: il modello da noi provato monta un processore Intel i7-11800H, affiancato da ben 32 GB di RAM. A livello di scheda grafica abbiamo un NVIDIA QUADRO RTX, con quindi un’architettura particolarmente indicata per il rendering e carichi di lavoro professionali. Il risultato è un’esperienza d’utilizzo estremamente potente e scattante con qualsiasi programma, anche i più potenti, che si aprono in un attimo e funzionano, anche in parallelo, senza intoppi.

A livello di porte abbiamo veramente una selezione completa: due porte USB A 3.2 Gen 2 da 10 Gbps (con una adibita anche alla ricarica da 15W) , due porte Thunderbolt 4 (adibite anche alla ricarica del computer in complemento al comunque presente attacco DC), una porta HDMI, una Display Port, un attacco Ethernet e uno slot SD (una rarità, rispetto ai rari ma comunque più diffusi slot microSD).

Un schermo da capogiro

Acer ConceptD 7 Ezel Pro recensione disegno

Già solo le specifiche e la selezione di porte rendono questo computer incredibilmente adeguato alle necessità di molti creativi. Ma a portare tutto ad un altro livello è sicuramente lo schermo: 4K, con calibrazione Pantone, touch, dotato di un pennino passivo in dotazione, convertibile e aggiustabile come si vuole. Il riconoscimento dell’orientamento è ottimo e molto veloce.

Non è tutto perfetto: la convertibilità nella varie modalità è ottima, ma richiede l’utilizzo di entrambe le mani. Il pennino è ottimo a livello di funzionamento, con un’ottimo tracking del tratto, nessuna parallasse percepita e un ottima sensibilità della pressione, ma è forse un po’ piccolo per essere utilizzato effettivamente per alcuni contesti di disegno e design professionali.

Non esiste la perfezione

Anche un laptop così potente e curato presenta dei difetti, o comunque delle caratteristiche non ideali. Innanzitutto abbiamo il peso. Come spesso capita, con la potenza, e con una batteria grande che assicura un’autonomia abbastanza adeguata per questa categoria (circa quattro-cinque ore), abbiamo anche un certo peso, circa 2 chili e mezzo. Un valore abbastanza alto che, insieme all’ingombro, rende questo laptop meno portatile e adatto al lavoro in mobilità di altri.

Siamo rimasti poi abbastanza delusi dai metodi di sblocco. Manca infatti lo sblocco facciale, nonostante ci fosse più che sufficiente spazio sulla cornice per metterlo. Sarebbe in teoria disponibile lo sblocco con l’impronta, integrato nel bottone d’accensione e posto sul lato sinistro. Nella pratica, però, l’impronta è stata riconosciuta pochissime volte, e molto più spesso ci siamo dovuti rassegnare all’inserimento del pin numerico, la cui immissione è resa più difficoltà dall’assenza di un numpad dedicato (un’altra mancanza poco giustificata, vista la larghezza del laptop).

Acer ConceptD 7 Ezel Pro recensione: la nostra conclusione

Al netto dei pochi difetti visti ora, come probabilmente avrete dedotto dalla nostra recensione di Acer ConceptD 7 Ezel Pro stiamo parlando di un portatile veramente eccezionale sia in termini di potenza che di versatilità. Questa eccezionalità è riflettuta anche nel prezzo, che a seconda della configurazione si oscillerà tra i 2000 e i 3000 e passa euro. Una cifra alta, ma giustificabilissima per professionisti e creativi in cerca di una macchina prima di tutto adeguata per loro necessità.

Acer ConceptD 7 Ezel Pro recensione copertina

Pro

  • Schermo convertibile eccezionale
  • Alta potenza
  • Buona autonomia della batteria
  • Tastiera e touchpad larghi e ben fatti
  • Selezione di porte completa

Contro

  • Abbastanza pesante
  • Metodi di sblocco carenti
  • Mancanza del numpad
  • Pennino un po’ piccolo per un effettivo uso professionale

Maggiori informazioni disponibili sul sito ufficiale di Acer.

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button