CloudFeaturedNewsSoftware

beSharp: per il cloud serve una strategia

Negli interventi all'AWS Summit, l'azienda spiega come creare una landing zone e progettare il proprio futuro digitale

La migrazione verso il cloud apre a nuovi orizzonti lavorativi per le aziende che innovano. Ma per raggiungerli, serve un piano da implementare al meglio. All’AWS Summit di quest’anno, beSharp ha partecipato in qualità di Gold Sponsor e ci ha aiutato a capire come sia possibile realizzare una strategia cloud vincente. Partendo dalle idee (e anche dalla landing zone di AWS).

beSharp all’AWS summit: la strategia per il cloud

Nelle sezioni di approfondimento al AWS summit e nella chiacchierata che abbiamo fatto con il CEO di beSharp Simone Merlini e il suo team, abbiamo avuto modo di parlare di cosa significhi “passare al cloud”. Un argomento potenzialmente vastissimo. Ma per il team di beSharp pensare al cloud AWS solamente come un data center privato ha poco senso. Spostare dati e applicazioni senza pensare a come il cloud possa migliorarne l’uso limita infatti le possibilità di crescita del proprio business.

Prima di poter essere davvero “disruptive“, un’azienda deve analizzare il proprio modello di lavoro e capire come il cloud lo possa potenziare. Per fare un esempio semplice, il team di beSharp ha ipotizzato di avere a che fare con un’istituzione che vuole compiere un’analisi del DNA. Se passasse semplicemente dall’usare i server aziendali a quelli AWS, potrebbe scegliere di pagare un server cloud per 100 ore. Quando invece abbatterebbe i tempi affittando 100 macchine per un’ora.

Al di là di quest’esempio, si possono studiare moltissime strategie dinamiche per sfruttare appieno il potenziale di AWS. Non solo per snellire i core business e abbassare anche il time-to-market, ma anche per tutelarsi con il disaster recovery on cloud. Oppure ancora per avere sandbox sicure dove programmare i nuovi progetti, per poi lanciarli velocemente e con efficacia. Il che diventa particolarmente conveniente utilizzando una landing zone su AWS.

il team di besharp strategia cloud-min
Il team di beSharp

La landing zone di AWS

Merlini ha tenuto un webinar in cui ha voluto illustrare le possibilità della landing zone di AWS. Che non è semplicemente uno strumento ma un vero e proprio paradigma di progettazione. La landing zone permette di gestire environment complessi con flessibilità, ma senza rinunciare a delle regole precise riguardo la governance e la compliance.

La landing zone infatti consente di applicare gli stessi principi costruttivi ai vari progetti, oppure adattarli in base alle esigenze. Differenziando l’attività sul cloud senza frammentare policy e regole. Fra le varie funzioni:

  • account master, dove centralizzare il billing e fornire policy e regole che possono andare a cascata sugli altri account
  • un entity provider che federa tutte le utenze, differenziando i permessi con iam
  • logging centralizzato, con strumenti di troubleshooting all’evenienza
  • account di monitoraggio centralizzato, da cui si possono anche notificare i vari utenti quando necessario
  • sezione per l’auditing, particolarmente importante per l’enterprise, le istituzioni e per quei settori che hanno bisogno di record di lungo periodo
  • disaster recovery, che può essere sia single che cross region
  • un account vending machine, che assicura che i prodotti aderiscano alle policy assegnate
  • un account sandboxing, per provare nuovi progetti che poi sarà possibile lanciare applicando in maniera rapida e senza problemi le policy

Ma le possibilità sono davvero tantissime. Specie se utilizzate un partner come beSharp per costruire la vostra landing zone con precisione sartoriale. Nella presentazione, beSharp ha citato Melvin Conway: “ogni organizzazione che definisca un sistema tenderà a riprodurre la sua struttura comunicativa all’interno del sistema”. Per l’azienda è vero anche il contrario: il sistema deve nascere per riprodurre l’organizzazione al suo meglio. Costruendo la vostra esperienza cloud su misura, non avete solo uno strumento ma una strategia di lavoro.

IT: non solo un’infrastruttura ma una strategia

Le aziende moderne non possono più permettersi di pensare all’IT come solamente un costo operativo, al pari del riscaldamento negli uffici. Per essere innovativi, c’è bisogno di pensare al cloud come a un’opportunità. Infatti con la giusta strategia, esso smette di essere un costo per diventare un investimento nel futuro aziendale. Con maggiore flessibilità e possibilità di crescita.

Potete scoprire l’offerta di beSharp per costruire una strategia cloud vincente a questo indirizzo.

OffertaBestseller No. 1
tomtoc 11,6-13" Custodia Borsa a Tracolla Laptop per 12,3''Surface Pro X/7/6, 12,4''Surface Laptop Go, MacBook Air 13 M1/ ​A2337 A1932, iPad Pro 12.9, MacBook Pro 13 M1/A2338 A2251 A2289, Dell XPS 13
  • 【PERFETTA COMPATIBILITÀ】: ♥ dimensioni interne ♥ -11,97 "x 8,36" / 304 x 212 x 25 mm; Progettato per 12,3'' Surface Pro X / 7/6/5/4/3/2/1, 12,4'' nuovo Surface Laptop Go, nuovo MacBook Air 13 con display Retina 2018-2020 (modello: M1/A​​2337 , A2179, A1932) | MacBook Pro 13 "(modelli: M1/A​​2338, A2251, A2289, A2159, A1989, A1706, A1708) | Dell XPS 13 | Nuovo iPad Pro 12,9 "di terza/quarta generazione con Liquid Retina (A1876 A2014 A1895) | Asus Chromebook Flip C302 | Huawei Matebook 13.
  • 【IL BREVETTO CORNERARMOR】: Il brevetto originale CornerArmor (materiale in gomma) su entrambi i lati nella parte inferiore e la protezione a 360 ° intorno all'interno proteggono da cadute e urti come l'airbag di un'auto.
  • 【PROTEZIONE A 360 °】: imbottitura interna spessa, morbida e soffice per evitare graffi, soprattutto intorno alla cerniera, e altri danni da urti, urti o cadute, che fornisce una protezione a 360 ° .
  • 【CONVENIENTE DA CONSERVARE E TRASPORTARE One: uno scomparto principale per laptop, due tasche sigillate per riporre e trasportare facilmente accessori come caricabatterie, adattatore, mouse, cavi, telefono, portafoglio, ecc.; Super leggero, facile da trasportare con la maniglia o la tracolla quando si estrae;
  • 【QUALITÀ RASSICURANTE E GARANZIA】: questa fodera è appositamente progettata in resistente materiale impermeabile in poliestere, cerniera YKK premium nota per qualità, durata e fluidità; 2 ANNI DI GARANZIA su ogni borsa, contattaci se hai qualche problema di qualità; non esitate a contattarci tramite "Domande e risposte dei clienti" se volete sapere quale dimensione si adatta meglio al vostro computer, vi risponderemo entro 24 ore.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button