AziendeCase StudySicurezza

Generative AI e cybersecurity: opportunità e sfide in vista del 2024

La Generative AI, ovvero l’intelligenza artificiale in grado di generare contenuti, ha avuto un grande successo nel 2023, coinvolgendo sempre più persone in diverse aree geografiche, settori e ruoli, compresa la cybersecurity

Secondo lo studio di McKinsey The state of AI in 2023: Generative AI’s breakout year, il 79% dei partecipanti ha dichiarato di aver visto o usato l’AI generativa per motivi professionali o personali e il 22% ha affermato di impiegarla regolarmente nel proprio lavoro

Tuttavia, lo studio di McKinsey ha evidenziato che molte organizzazioni non stanno affrontando adeguatamente i potenziali rischi legati all’uso della Generative AI. Solo meno di un terzo dei partecipanti ha dichiarato di aver adottato misure per limitare l’uso di tecnologie avanzate di AI per mitigare i rischi di cybersecurity.

La Generative AI nelle aziende e nella cybersecurity 

Nel 2024, si prevede che l’AI generativa avrà un ruolo ancora più rilevante nelle aziende e nella società. Secondo ricerche recenti, la sua diffusione è destinata a crescere in modo esponenziale, con una stima di aumento del 30% in vari settori.

Man mano che i sistemi intelligenti basati sull’AI e sul Machine Learning si integrano sempre più nella nostra vita quotidiana, il panorama della cybersecurity dovrà affrontare nuove sfide e innovazioni.

Gli esperti di Vectra AI hanno raccolto le loro previsioni per il 2024 riguardanti la Generative AI in ambito cybersecurity, evidenziando gli aspetti che tutti i team di sicurezza, i CISO e i responsabili dei SOC dovrebbero tenere in considerazione in vista del nuovo anno.

In particolare Oliver Tavakoli, Chief Technology Officer, afferma che “l’utilizzo della Generative AI negli attacchi di social engineering servirà a far capire che le attuali linee di difesa sono inadeguate. Di conseguenza, prevedo che le organizzazioni si orienteranno verso approcci di sicurezza ‘a valle’, come Zero Trust, micro-segmentazione e meccanismi di rilevamento e risposta”.

Vectra AI: i nuovi trend legati all’intelligenza artificiale

Uno dei trend emergenti nel 2024 sarà la diminuzione dell’uso degli LLM (Large Language Models), ovvero i modelli di linguaggio di grandi dimensioni. Questi modelli, infatti, richiedono una grande quantità di dati e di energia per essere allenati e mantenuti, il che li rende costosi e poco sostenibili.

Inoltre, gli LLM già presentano dei limiti in termini di qualità, affidabilità e responsabilità dei testi generati, che possono contenere errori, pregiudizi o informazioni false. Al loro posto, si affermeranno modelli di linguaggio più piccoli e specializzati. Modelli, in pratica, in grado di generare testi più accurati e pertinenti per specifici domini o applicazioni.

Un altro trend in crescita nel 2024 sarà l’aumento dei deep fake, ovvero i contenuti falsi generati da algoritmi di AI che possono manipolare immagini, video, audio o voci di persone reali. Questi contenuti possono essere usati per molteplici scopi malevoli, come la diffamazione, l’estorsione, la propaganda o la disinformazione. Per contrastare questo fenomeno, sarà necessario sviluppare e utilizzare strumenti di AI in grado di rilevare e verificare l’autenticità dei contenuti, come le firme digitali, le watermark o le analisi forensi.

AI e cybersecurity: un nuovo scenario normativo nel 2024?

La regolamentazione e la politica avranno un ruolo importante nel 2024. Da un lato, sarà necessario favorire l’innovazione e lo sviluppo di tecnologie AI, in quanto può portare benefici economici, sociali e ambientali. Dall’altro lato, sarà necessario garantire il controllo e la sicurezza dell’AI.

Per trovare il giusto equilibrio tra questi due aspetti, sarà fondamentale definire e applicare dei principi e delle norme che regolino l’uso della Generative AI, come la trasparenza, la responsabilità, la qualità e la protezione dei dati.

“Le questioni etiche, legali e socio-politiche riguardanti l’AI non potranno che diventare più spinose”, afferma Sohrob Kazerounian, ricercatore nel campo dell’AI. “Data la paralisi politica generale negli Stati Uniti, è improbabile che emergano quadri normativi e legali solidi per la regolamentazione dell’AI con la stessa rapidità con cui sono necessari. E le cause legali riguardanti materiale protetto da copyright utilizzato per addestrare modelli generativi di AI aumenteranno di numero”.

Infine Hitesh Sheth, CEO di Vectra AI, ritiene che il futuro dell’AI dipenderà dalle decisioni normative. 

“Nel 2024, prevedo che assisteremo a progressi enormi nella regolamentazione e nella politica dell’AI. Sulla spinta dell’ordine esecutivo in materia di intelligenza artificiale emanato dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, i legislatori valuteranno e metteranno in atto normative più concrete per contenere i rischi dell’AI e sfruttarne i vantaggi. Poiché l’AI continua ad evolversi, sarà importante che queste norme in via di sviluppo trovino un equilibrio tra la difesa della trasparenza e la promozione della continua innovazione che sta avvenendo a ritmo sostenuto”.  

Offerta
Echo Show 8 (2ª generazione, modello 2021) | Schermo intelligente HD con Alexa e telecamera da 13 MP | Antracite
  • Alexa può mostrarti ancora più cose - Lo schermo HD da 8", la regolazione automatica dei colori e gli altoparlanti stereo danno vita ai tuoi contenuti d'intrattenimento. Fai una videochiamata con la telecamera da 13 MP che, grazie all'inquadratura automatica, ti mantiene al centro dell'immagine.
  • Sempre al centro - La nuova telecamera ti mantiene automaticamente al centro dell'immagine durante una videochiamata. Tutto ciò che devi fare è chiedere ad Alexa di chiamare qualcuno.
  • Semplifica la tua vita quotidiana - Echo Show 8 ti permette di tenere sott'occhio gli appuntamenti in calendario e i promemoria, nonché di usare la voce per impostare un timer, aggiornare le tue liste, guardare un notiziario e ricevere aggiornamenti sul traffico.
  • Gestisci la tua Casa Intelligente - Scopri cosa succede mentre non sei in casa grazie alla telecamera integrata e controlla i dispositivi compatibili (come telecamere, luci e altri) usando lo schermo interattivo o la voce.
  • Tutto l'intrattenimento che desideri - Goditi film e serie TV in HD e con audio stereo con Prime Video, Netflix e altri servizi, oppure chiedi ad Alexa di riprodurre musica da Amazon Music, Apple Music o Spotify.

Da non perdere questa settimana su Techbusiness

🔮 Il futuro dell’innovazione tecnologica, ecco come l’AI può esserci d’aiuto
 🕸️ La rivoluzione nell’automazione delle reti aziendali
🇪🇺 L’Unione Europea e il confine tra algoritmo e intelligenza artificiale
🏭 Google lancia IA per il Made in Italy per supportare le PMI italiane
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
  
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
  
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
  
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
  
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
  
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Marco Brunasso

Scrivere è la mia passione, la musica è la mia vita e Liam Gallagher il mio Dio. Per il resto ho 30 anni e sono un musicista, cantante e autore. Qui scrivo principalmente di musica e videogame, ma mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la creazione di mondi paralleli. 🌋From Pompei with love.🧡

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button