NewsStartup

Yobs Technologies raccoglie 2 milioni di euro in round seed

La startup incubata presso I3P rinnova l'HR con un approccio data driven

Yobs Technologies ha raccolto 2 milioni di euro nel suo round seed. Un investimento che porta il valore della startup a raggiungere i 10 milioni di euro. Un grande successo per la piattaforma che innova l’HR attraverso lo studio di parametri di personalità, soft skill ed emotional intelligence.

Yobs Technologies conclude con successo il round seed

Fondata tre anni fa dal francese Raphael Danilo e dall’italiano Federico Dubini, nel 2020 Yobs è stata incubata in  I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino. La piattaforma rende intelligente il processo di selezione dei talent. Con le API di Yobs infatti le aziende possono analizzare i video colloqui attraverso 400 parametri e captare dati chiave come espressione facciale, sintassi, segnali comportamentali. Questo permette di adottare un approccio data driven alla selezione del personale. Rilevando in maniera scientifica gli indicatori essenziali per capire personalità, intelligenza emotiva. E molti altri elementi per capire se il candidato sia una buona aggiunta per il gruppo di lavoro.

In questo round hanno partecipato figure importanti nel panorama tecnologico. Come la giovane fondatrice della startup unicorno della Silicon Valley Scale AI Lucy Guo. oppure l’ex Head of Product di Ironclad e Facebook Kat Orekhova. Ma anche  il celebre psicologo del lavoro Adam Grant.

Hanno già scelto Yobs Technologies molte aziende importanti. Come Nissan Motors, Nova Talent, ManpowerGroup e Leroy Merlin. Che possono ora fare conto su un metodo oggettivo per cogliere elementi prima affidati alla sola sensibilità di chi assume. Ma possono utilizzare questo software anche le aziende che vogliono un processo più organico per gestire le promozioni.

Federico Dubini, co-founder di Yobs spiega: “Le imprese sono fatte dalle persone: il nostro obiettivo è quello di riportare al centro della discussione l’importanza del talento”. E pensa che “Per le aziende del futuro è d’obbligo sviluppare processi di selezione, gestione, sviluppo e riqualificazione del personale basati sul potenziale e non solo sul ‘pedigree’”.

Potete trovare ulteriori informazioni sul sito di Yobs Technologies.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button