NewsStartup

Yapily raccoglie 51 milioni di dollari e punta sull’open banking europeo

Nel capitale anche investitori italiani, come Roberto Nicastro e Ithaca Investments

La startup Yapily ha chiuso un round di finanziamento serie B da 51 milioni di euro, che le permette di puntare all’open banking europeo. Guida il round Sapphire Ventures, affiancata da tanti investitori, anche italiani.

Yapily punta all’open banking europeo

La startup, già presente in Regno Unito, Germania e Italia, conta un centinaio di clienti. Tutte aziende che collega con le 1.500 banche nella rete continentale. Ora punta anche a espandersi in Francia e Spagna. Infatti l’obiettivo è quello di essere operativi nel 95% del continente europeo entro la fine dell’anno.

Ma senza dimenticare le “piccole imprese, in particolare per quanto riguarda il digital lending e il finanziamento del capitale circolante. Ma registriamo grandi potenzialità anche per quanto riguarda i pagamenti account-to-account che risparmiano l’intermediazione, l’automatizzazione dei processi contabili e l’incentivazione a una migliore consapevolezza finanziaria da parte dei clienti“. Spiega Stefano Vaccino, Ceo e founder di Yapily.

Al round guidato da Sapphire Ventures si sono uniti investitori internazionali come Lakestar, HV Capital e Latitude. Ma anche italiani, come il business angel Roberto Nicastro e il fondo Ithaca Investments di Luigi Berlusconi e Giorgio Valaguzza.

La piattaforma che ha sede londinese ma nasce da idea italiana, ha le idee chiare su quale sia il proprio obiettivo. “Creare un ambiente sano di open banking eliminando gli ostacoli che ne frenano le potenzialità: per questo è necessario un maggior coinvolgimento delle Authority regolamentari con un atteggiamento proattivo all’insegna dell’apertura nei confronti di tutti gli attori coinvolti spingendoli al cambiamento“.

Potete trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale.

OffertaBestseller No. 1
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - bianco
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità
  • A14 Bionic, il chip più veloce mai visto su uno smartphone
  • Evoluto sistema a doppia fotocamera da 12MP (ultra-grandangolo, grandangolo) con modalità Notte, Deep Fusion, Smart HDR 3 e registrazione video HDR a 4K in Dolby Vision
Source
Il Sole 24 Ore

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button