Acquisizioni e PartnershipAziendeNews

Vodafone e Nokia insieme per un algoritmo che rileva i problemi sulla rete mobile

L'80% dei problemi di rete verranno risolti dall'algoritmo

Nokia e Vodafone hanno sviluppato congiuntamente un algoritmo di machine learning (ML) che ha come obiettivo quello di rilevare e correggere rapidamente le anomalie sulla rete mobile prima che queste abbiano un impatto negativo sui clienti.

L’algoritmo è basato sulla  tecnologia dei Nokia Bell Labs e sviluppato dopo un  accordo Vodafone firmato nel 2020. Questo prende il nome di Anomaly Detection Service viene implementato sulla rete paneuropea di Vodafone e si occupa di rilevare e risolvere rapidamente le irregolarità, come la congestione o la latenza imprevista difficoltà nella gestione delle chiamate tra celle diverse o errori di configurazione delle chiamate, tutti problemi che possono influire sulla qualità del servizio offerto ai clienti.

Quest’ultima innovazione fa parte della strategia di Vodafone che mira ad offrire ai clienti un’esperienza “migliore su Vodafone” attraverso l’introduzione di nuove tecnologie digitali, più affidabili ed efficienti dal punto di vista energetico.

L’algoritmo di machine learning di Vodafone e Nokia testato sulla rete italiana

Oltre a rilevare le anomalie, l’algoritmo identifica anche i modelli di cambiamento per consentire alle società operative di Vodafone di affrontare in modo proattivo i problemi prima che abbiano un impatto sul cliente. Dopo un’implementazione iniziale in Italia su oltre 60.000 celle 4G, Vodafone estenderà il servizio a tutti i suoi mercati europei entro l’inizio del 2022. Vodafone prevede che circa l’80% di tutti i suoi problemi e anomalie che avvengono sulla rete mobile verranno rilevati e risolti automaticamente utilizzando il suddetto algoritmo.

nokia vodafone machine learning

Johan Wibergh, Chief Technology Officer di Vodafone, ha dichiarato: “Stiamo costruendo una rete automatizzata e programmabile in grado di rispondere rapidamente alle esigenze dei nostri clienti. Poiché estendiamo il 5G in tutta Europa, è importante abbinare la velocità e la reattività di questa nuova tecnologia a un ottimo servizio. Con l’apprendimento automatico, possiamo garantire prestazioni costantemente di alta qualità, intelligenti quanto la tecnologia alla base”.

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button