NewsScenarioSoftware

UPS racconta il rapporto fra PMI ed e-commerce

Dall'inizio della pandemia, il numero di piccole e medie aziende che vende online cresce del 10%

UPS ha chiesto a ben 115 PMI italiane come stanno approcciando il mondo dell’e-commerce, una risorsa che si sta dimostrando fondamentale per diverse realtà commerciali. Le sfide che hanno affrontato, le tendenze che seguono e i risultai che hanno ottenuto, specialmente in questi ultimi due anni.

UPS, l’indagine su PMI ed e-commerce: un connubio in crescita

La ricerca che UPS ha realizzato con Nathan Associates, Confartigianato Imprese, Federvini, Unioncamere e PIN, Polo Universitario Città di Prato dell’Università di Firenze, mostra una panorama molto variegato. Il nostro Paese si trova in ventesima posizione fra quelli con il miglior rapporto fra PMI ed e-commerce, secondo la classifica dell’e-Trade Alliance.

Il potenziale è elevato: il contributo delle esportazioni in particolare in Italia vale il 53%, rispetto a una media europea del 25%. Ma una lentezza generale nell’adottare la digitalizzazione per le realtà medio piccole gioca un ruolo significativo nello scenario.

Tra sfide e possibilità

Secondo quanto emerge dall’indagine, il numero delle PMI italiane online sale del 10% rispetto al periodo pre-pandemico: passa dal 47% al 57%. Un passaggio che però non è avvenuto senza difficoltà, dovute al periodo storico complicato. Il 46% riporta problemi alla catena di approvvigionamento in quest’ultimo anno, con il 55% che riporta una diminuzione del flusso di cassa durante la pandemia.

ups e-commerce pmi italiane-min

L’e-commerce ha mitigato questi problemi. Ma fra le aziende che non lo praticano, il 48% non vede vantaggi in questo ambito e il 28% dice di non conoscerli.

Britta Weber, Country Manager di UPS Italia, commenta: “La pandemia ha accelerato il trend degli acquisti online come mai prima, ma molte aziende non hanno ancora colto i vantaggi dell’e-commerce per entrare e crescere in nuovi mercati internazionali. Nell’ultimo anno abbiamo registrato un aumento del 10% delle PMI italiane che vendono attraverso il web, ma c’è un enorme potenziale non ancora valorizzato. Poiché il livello di competitività per le attività di e-commerce è sempre più alto, dobbiamo lavorare insieme ad aziende e istituzioni per offrire le misure in grado di agevolare il più possibile le esportazioni e la presenza online delle PMI. Il supporto arriva dalle nuove tecnologie, ma anche da iniziative come il nostro Women Exporters Program, che sostiene le imprese guidate da donne affinché possano acquisire l’expertise necessaria per avere successo oltre confine”.

L’importanza dell’export (e della sostenibilità)

Secondo l’indagine, il 30% delle PMI si dedica all’export. Ma il dato fra quelle che vendono online sale al 52%. Soprattutto le donne puntano su questo canale: le PMI a conduzione femminile praticano l’export al 68%, contro il 39% di quelle a conduzione maschile.

Cresce molto anche l’attenzione alla sostenibilità, con il 20% che considera la propria attività “molto ecologica” e il 59% che pensa che la sua azienda sia almeno in parte green-friendly. Il 52% dichiara di avere prodotti e imballaggi sostenibili.

L’export gioca quindi un ruolo fondamentale per le PMI e l’e-commerce. Tanto che chiedono al governo interventi a tutela dell’accesso alle informazioni sui mercati esteri e sul commercio internazionale (40%) e la gestione delle tasse e dei dazi sulle esportazioni (50%).

UPS, forte della sua grande distruzione in tutto il mondo, sa di avere una forte offerta di valore per le PMI che vogliono spedire i propri prodotti oltre i confini. Potete trovare maggiori informazioni sul sito dell’azienda.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button