NewsScenario

Stealth Day 2022, tecnologica e digitalizzazione per una supply chain estesa nel comparto moda

Tra gli argomenti nuove strategie omnichannel, sostenibilità e nuovi paradigmi del Fashion Retail

Si è conclusa la nona edizione di Stealth Day 2022, l’evento annuale dedicato al comparto della moda di Dedagroup Stealth, azienda che fa capo a Dedagroup.

Hanno partecipato diversi ospiti nazionali e internazionali, ma anche brand iconici del settore moda e professionisti di Dedagroup Stealth. Tema dell’evento come innovazione tecnologica e digitalizzazione siano sempre più centrali nel mondo della moda. Il tutto per migliorare trasparenza e tracciabilità, a favore di una gestione più estesa della supply chain, anche in ottica di sostenibilità e in risposta alle nuove logiche ESG.

Le aziende del Fashion oggi sono in prima linea nell’adozione di politiche sempre più rispondenti al nuovo paradigma di moda sostenibile. In questo scenario, in cui il controllo puntale di tutta la supply chain è un elemento chiave, digitalizzazione e tecnologia hanno – e sempre più avranno – un ruolo fondamentale perché permettono di tracciare, monitorare e misurare gli impatti di tutti gli attori coinvolti nella catena del valore del comparto moda” ha dichiarato Cosimo Solida, CEO di Dedagroup Stealth.

La copertura dei processi end-to-end, diventa quindi uno degli aspetti sempre più fondamentali per le aziende della moda. Su questo tema si è espresso Luca Malacarne, CIO di Stella McCartney che ha a sua volta ribadito come la gestione estesa della catena del valore abiliti maggiore flessibilità per il business. Non a caso Stella McCartney, si è affidata a Dedagroup Stealth e alla sua piattaforma per incrementare governance, tracciabilità, e trasparenza di tutta la filiera estesa.

Stealth Day 2022, digitalizzazione e sostenibilità tra le priorità dei brand di moda

A parlare di tecnologia e futuro Sinead Bovell. Futurista, modella, Youth Tech Leader e fondatrice di WAYE, organizzazione che prepara i giovani all’utilizzo di tecnologie avanzate. Sinead ha sottolineato quanto le innovazioni, dall’AI, agli avatar, al Metaverso, influiranno profondamente, nel corso dei prossimi anni, sull’industria della moda.

Le nuove sfide del settore sono state snocciolate da Franco Zanellato, CEO di Zanellato, e Marco Campomaggi, CEO di Campomaggi & Caterina Lucchi S.p.A., che, insieme a Danny D’Alessandro, Direttore Generale di MIPEL. L’attuale momento storico che impatta notevolmente sul segmento Fashion & Luxury si può risolvere con un la trasformazione digitale all’omnichannel, con l’internazionalizzazione alla gestione della supply chain estesa ma, ancora una volta, con una produzione più etica.

A concludere la giornata di lavori Marco Podini, Presidente Esecutivo di Dedagroup: “Digitalizzazione e sostenibilità sono due aspetti su cui Dedagroup Stealth si impegna da tempo e su cui abbiamo fortemente puntato con quello spirito imprenditoriale largamente diffuso nel Gruppo e che, oggi, rappresentano i punti cardine del PNRR su cui spingere per la ripresa.”

Hanno partecipato allo Stealth Day 2022 anche Adam King, Head of Marketing di Zedonk, Francesca Rinaldi, SDA Bocconi, Erlinda Lee, Senior Manager Global Membership Development di SAC, Stefano Spiniello, Partner di PwC, e Jordana Guimaraes, Co-Founder di Fashinnovation NYC.

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button