Sicurezza

Spionaggio informatico, Proofpoint e PwC analizzano il fenomeno

Nel mirino dello spionaggio: Australia, Europa e Mar Cinese Meridionale

I ricercatori di Proofpoint hanno pubblicato un recente studio sullo spionaggio informatico che ha preso di mira organizzazioni di tutto il mondo. Gli obiettivi di questa recente campagna sono stati Australia, Malesia ed Europa, oltre a entità che operano nel Mar Cinese Meridionale.

La ricerca sullo spionaggio informatico

La ricerca di Proofpoint, in collaborazione con i team di Threat Intelligence di PwC, vuole fornire alla community di sicurezza informatica una visione completa di questa minaccia. Le aziende hanno identificato insieme una campagna di spionaggio informatica. Attiva da aprile a giugno del 2022, fornisce il framework di sfruttamento ScanBox agli obiettivi che visitano un dominio pericoloso e mascherato da sito web di notizie australiano.

Gli sforzi congiunti dai ricercatori di Proofpoint e PwC forniscono una valutazione di moderata fiducia sul fatto che le recenti campagne che hanno preso di mira governi, settore energetico e manifatturiero a livello globale, possano essere associate a TA423/Red Ladon. Le attività che si sovrappongono a questo attore di minacce sono state rese note pubblicamente, nelle incriminazioni governative come “APT40” e “Leviathan”. Questo blog analizza la struttura e le capacità dello ScanBox e dei plugin identificati, mettendoli in relazione alle precedenti campagne condotte da TA423/Red Ladon che hanno sfruttato l’utilizzo di modelli RTF.

Chi è TA423/Red Ladon?

TA423/Red Ladon è un attore di minacce con sede in Cina, attivo dal 2013 e specializzato nello spionaggio informatico. Ha preso di mira una serie di organizzazioni a seguito di determinati eventi politici della regione Asia-Pacifico; con particolare attenzione al Mar Cinese Meridionale. Tra le aziende colpite figurano enti di difesa, aziende manifatturiere, università, agenzie governative, studi legali coinvolti in controversie diplomatiche. Ma anche aziende straniere coinvolte nella politica australasiatica o nelle operazioni nel Mar Cinese Meridionale.

“TA423 è uno degli attori APT più costantemente presenti nel panorama delle minacce, che mostra un forte supporto al governo cinese nelle questioni relative al Mar Cinese Meridionale, come le recenti tensioni a Taiwan. Tra gli obiettivi di questo gruppo c’è la visibilità sulle realtà attive nella regione ed è probabile che la loro attenzione alle questioni navali rimanga una priorità in luoghi come Malesia, Singapore, Taiwan e Australia. Anche se non possiamo affermarlo con certezza”, spiega Sherrod DeGrippo, Senior Vice President, Threat Research and Detection di Proofpoint.

Martina Ferri

Sono laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button