NewsSicurezza

Akamai Security Summit Hybrid World Tour: ecco i problemi di cybersecurity più attuali

In occasione della tappa italiana dell’annuale Security Summit Hybrid World Tour di Akamai Technologies Inc., tenutosi a Milano, esperti di sicurezza informatica si sono riuniti per condividere le loro ultime idee e strategie. In questa occasione i partecipanti hanno appreso come passare a un modello di sicurezza Zero Trust e come sfruttare tale conoscenza per proteggere la prossima generazione di app e API.

L’evento ha visto la partecipazione di diversi relatori tra cui Tom Leighton, CEO e co-fondatore di Akamai. Nel suo intervento intitolato “Resilienza dal cloud all’edge” , il CEO ha parlato di come le architetture applicative in rapido progresso e il passaggio a una cultura del lavoro remoto abbiano imposto cambiamenti drastici nel modo in cui le organizzazioni interagiscono con i propri clienti, gestiscono la propria forza lavoro, e anche come progettano le loro reti. Le esperienze connesse stanno diventando sempre più individualizzate e connesse in tutti gli aspetti della vita quotidiana e quando queste esperienze vengono interrotte da interruzioni, furto di dati o frode, l’impatto sulla fiducia dei clienti e sulla reputazione di un’azienda è immenso.

Il volume e la frequenza degli attacchi sono aumentati e per la prima volta l’EMEA ha registrato un incremento del 200% degli attacchi DDos, superando gli Stati Uniti. I financial services risultano essere l’obiettivo preferito dei cyber criminali. Gli attacchi app&API sono i più diffusi. Questi attacchi hanno registrato un nuovo record a livello mondiale. Per la prima volta nel Q1 2022 Akamai ha rilevato 6 miliardi di attacchi web app, in aumento del 23% rispetto al trimestre precedente. A marzo i settori più colpiti sono stati e-commerce, financial services e manufacturing, quest’ultimo proprio come conseguenza del conflitto in corso. Inoltre, come è stato dimostrato da Log4j e Spring4Shell, gli attacchi sono diventati sempre più pervasivi, rendendo necessario implementare soluzioni scalabili e di lunga durata.

David Holmes, analista di Forrester, nel suo contributo ‘Building a Zero Trust Roadmap’ ha sottolineato l’importanza di una protezione Zero Trust. Le perdite causate da interruzioni di servizio, furto di dati, frodi o dalla proliferazione di campagne malware e ransomware si ripercuotono sulla fiducia dei clienti e sulla reputazione dell’azienda. Costruire processi (SOC/SOAR) e architetture (Zero-Trust/SASE) che siano resilienti a prescindere dal vettore di attacco è l’unica tecnica di difesa realmente efficace.

Con l’acquisizione di Guardicore nel 2021, Akamai ha, infatti, sviluppato ulteriormente le sue capacità di microsegmentazione. L’azienda offre suite completa di soluzioni Zero Trust che permettono di semplificare il processo di applicazione delle policy senza ostacolare le attività aziendali.

Security Summit Hybrid World Tour, spazio ai clienti

Spazio ai clienti, con esponenti di alcune delle più importanti realtà aziendali italiane, tra cui Italo Treno – NTV e RINA SpA. In occasione della tavola rotonda si sono confrontati su alcune delle tematiche più interessanti e di attualità nell’ambito della sicurezza, portando le loro esperienze.

“Nel caso di un attacco ad esempio ransomware diventano fondamentali le basi di accesso del sistema aziendale e la definizione delle identità. Oltre alle competenze tecniche e tecnologiche, oggi di fronte a un numero di attacchi incredibilmente elevato l’approccio culturale di ogni membro dell’azienda ha un ruolo fondamentale”, ha dichiarato Simone De Bellis, Director Cyber Security, RINA SpA. “Per questo abbiamo deciso di partire dall’Enterprise Acces per distribuire anche una nuova user experience. Gli utenti, non solo i dipendenti, possono verificare la propria device posture e solo dopo accedere ai vari applicativi evitando inoltre di immettere più volte le credenziali. Da quel momento la segmentazione degli accessi by design ha permesso di avere una pianificazione concreta e una complessità gestibile. Un’ulteriore microsegmentazione per noi rappresenta la strada per migliorare al contempo gestione del rischio, sicurezza ed esperienza d’uso”.

Come la maggior parte delle aziende, anche Italo Treno è nel mirino dei cyber criminali. Il nostro core business è, infatti, la vendita di biglietti ferroviari quindi garantire la sicurezza degli applicativi, la conformità al GDPR e la protezione degli utenti sono tutti elementi fondamentali e per questo ormai da tempo collaboriamo con Akamai”, ha aggiunto Enrico Maresca, Chief Information Security Officer, Italo Treno – NTV. “Per chi come noi ha un e-commerce implementare una soluzione di Bot Manager è imprescindibile, aiutando a distinguere i comportamenti dei bot da quelli umani. Quando le bot fanno crawling sui biglietti generano danni importanti, creando elevati livelli di traffico e consumando il 50% delle nostre risorse. Poter discriminare in caso di incidente è quindi fondamentale per garantire la business continuity”.

Conclude l’evento Alessandro Livrea, Country Manager Akamai Italia: “La visibilità e l’identità digitale sono temi fondamentali, che i nostri clienti devono poter gestire. Oggi siamo in guerra a tutti gli effetti non solo fisicamente ma anche sul digitale. È una guerra asimmetrica, chi attacca ha bisogno di solo tentativo di successo, chi si difende invece lo deve fare su più fronti. Far circolare le informazioni, per quanto sensibili, è una delle cose più importanti che possiamo fare in questo momento”.

Akamai Office Products Easy On/Off Filtro schermo privacy per New 2017 Surface Pro, Surface Pro 4 e Surface Pro 3 (Anti-Glare)
  • SCHERMATA PRIVACY RIMOVIBILE INNOVATIVA PER IL NUOVO SURFACE PRO, SURFACE PRO 4 e SURFACE PRO 3 2017 - Il nostro filtro privacy si adatta perfettamente ai nuovi Surface Pro e Surface Pro 4 & 3 (confronta le dimensioni dello schermo con la 2a foto prima dell'acquisto).A differenza di altri dispositivi di protezione della privacy
  • COMPLETAMENTE RIMOVIBILE E RIUTILIZZABILE - La schermata della privacy si attacca tramite un sigillo in silicone attorno al bordo dello schermo della privacy. Se il silicone si sporca, può essere lavato con acqua e l'adesione tornerà quando asciutto.
  • SUPERIOR PRIVACY: perfetto per uffici aperti, università, istituti finanziari, fornitori di servizi sanitari e viaggi aziendali.Smetti di dare accesso alle tue informazioni confidenziali a tutti quelli che ti circondano al di fuori dell'angolo di visuale di 60 gradi. Il filtro della schermata Privacy diAkamai aiuta a raggiungere questo obiettivo
  • FORNISCE LA PROTEZIONE DEGLI OCCHI E DELLO SCHERMO - Akamai Privacy Screen per Surface Pro non solo protegge la tua privacy ma protegge anche i tuoi occhi filtrando il 97% dei raggi UV e riducendo la luce blu del 70%, che altrimenti potrebbe avere un impatto negativo sui tuoi occhi. La nostraschermata Privacy diSurface Pro aiuta anche a proteggere lo schermo da polvere e graffi.
  • Tuttavia, siamo certi che sarete soddisfatti della sua capacità di limitare la visibilità dello schermo alle persone su entrambi i lati, la facilità di installazione, il modo in cui riduce lo stress sugli occhi a causa dell'abbagliamento e della luce UV e aiuta a proteggere il tuo schermo dadanni e polvere.

Autore

  • Danilo Loda

    100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button