Aziende

Salesforce Live Milano 2022

La digital transformation che continua

Siamo stati ospiti dell’evento di Salesforce Live Milano 2022 dove si è discusso della visione del futuro secondo l’azienda e delle innovazioni in ambito CRM. Il discorso di apertura, fatto da Mauro Solimene (Country Leader di Salesforce) infatti, si è intitolato “how the future works“.

L’evento ha avuto un valore simbolico perché è stato il primo in presenza dopo più di due anni. Inoltre, quello che si percepiva chiaramente dalle presentazioni è che Salesforce vuole affermare una sua partecipazione forte nel processo di trasformazione digitale avvenuto durante la pandemia. Trasformazione che non è ancora terminata e per la quale l’azienda si propone ancora come leader per tutto quello che ruota attorno al mondo del CRM.

Salesforce

Molte aziende si identificano immediatamente con il nome di un prodotto, sia esso hardware o software. Salesforce, per chi non la conosce già non ha esattamente questo impatto. Infatti, il termine CRM identifica una categoria di prodotti e servizi. Quello che l’azienda propone al mercato non è un software, bensì un intero ecosistema di prodotti e servizi. Prodotti e servizi che sono tipicamente usati per la gestione di flussi informativi, la gestione dei rapporti con clienti fornitori, il coordinamento della forza vendita oppure per fornire supporto personalizzato al cliente finale. Forse, proprio questo cattura la vera essenza di una multinazionale fondata sul in cloud.

Al Salesforce Live di Milano, Mauro Solimene fa la sua presentazione di fronte a una platea di più di mille persone. Il filo conduttore del discorso è l’attenzione verso il cliente. Infatti, ci dice, l’86% dei clienti considera la customer experience fondamentale per un servizio di vendita. Questo numero sale fino al 96% se si considera solo il mercato Italiano. Nel nostro paese, inoltre, la questione diventa particolarmente importate perché questi numeri vanno applicati alle industrie del cibo, della moda e dei beni di lusso.

I temi trattati durante l’intervento sono stati molti. Tutti centrati sulle dinamiche che si sono create con il lock-down e che hanno generato nuovi mercati. Le abitudini di spesa sono cambiate, come pure i clienti finali. L’imperativo per chi è sul mercato è capire questi nuovi consumatori per cucire loro addosso delle offerte e un servizio clienti che possa capirli se non addirittura anticiparli.

La visione di Salesforce per il futuro

Salesforce live Milano 2022 crowd

Per contribuire al futuro successo dei propri clienti, Salesforce dichiara di appoggiarsi su cinque pilastri fondamentali: la fiducia, il successo del cliente come obiettivo aziendale, l’innovazione, l’uguaglianza e la sostenibilità. Particolare importanza, visto anche il momento storico, la riveste il tema della sostenibilità. Il discorso di Solimene tocca anche il delicato tema della diversità; per l’azienda è importante capire e raccogliere la diversità e creare una combinazione tutta particolare, come un bouquet di fuori ci viene detto, da offrire al cliente. Tutto questo permette di creare delle relazioni fiduciarie di lungo periodo tra cliente e fornitore.

Nella sua visione, quindi, Salesforce si vede al centro di un ecosistema che crea valore. Permette ai venditori di interpretare nella maniera più completa e corretta i desideri dei clienti e fornisce tutti gli strumenti necessari per creare una customer experience eccellente.

Il discorso passa poi al futuro del lavoro tirando in campo le nuove generazioni. In un report di IDC, infatti, si stima un impatto economico per le attività di gestione della clientela di 34 miliardi di euro associato a una richiesta di 93 mila posti di lavoro. Di questi 93 mila posti, 36 mila saranno per i cosiddetti talenti digitali. La disponibilità di questi ultimi però, è oggi di sole seimila unità. In questo contesto, una delle iniziative più importanti per Salesforce è la Digital Talent Factory. Nella Digital Talent Factory, sintetizzando all’estremo, viene messa a sistema la catena del valore della formazione in campo digitale. Questo è possibile anche grazie a partnership con prestigiose università e istituti formazione superiore.

I trailblazer

salesforce trailblazers

I trailblazer (letteralmente “pionieri“) sono per Salesforce quelle realtà produttive che usano il suo ecosistema in maniera innovativa per creare nuovi prodotti e servizi. Queste aziende, solitamente, definiscono scenari nuovi e mai affrontati proponendosi come casi di studio, a volte anche per interi settori. Gli scenari possono richiedere soluzioni mai realizzate in precedenza o, soluzioni note ma su una scala estremamente più ampia.

A Salesforce Live Milano, nella seconda metà del discorso di apertura sono stati presentati al pubblico cinque trailblazer giudicati rappresentativi per il 2022. Cinque realtà che operano in contesti completamente diversi ma accomunate dalla necessità di mettere il cliente al centro del proprio servizio. Salesforce riassume questa attitudine con il concetto di Customer 360.

Queste cinque realtà sono: Generation Italy, Iren luce e gas, il Gruppo Miroglio, Roboze e la onlus Pane Quotidiano. In ognuna di queste realtà l’innovazione del CRM a preso aspetti diversi che vanno dai flussi organizzativi, all’integrazione su larga scale, all’omnicanalità fino alla logistica in tempo reale.

Autore

  • Dario Maggiorini

    Si occupa di tecnologia e di tutto quello che gira attorno al mondo dell'ICT da quando sa usare una tastiera. Ha un passato come sistemista e system integrator, si è dedicato per anni a fare ricerca nel mondo delle telecomunicazioni e oggi si interessa per lo più di scalabilità e sistemi distribuiti; soprattutto in ambito multimediale e per sistemi interattivi. Il pallino, però, è sempre lo stesso: fare e usare cose che siano di reale utilità per chi lavora nel settore.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button