AziendeNews

Qonto spiega come Babbo Natale gestisce le proprie finanze aziendali

Fra letterine e carte aziendali per gli elfi, la gestione digitale arriva al Polo Nord

Babbo Natale non lavora un solo giorno all’anno: Qonto ha analizzato come al Polo Nord lui e gli elfi gestiscono le finanze aziendali. Consegnare i regali a tutto il mondo è un’impresa logistica enorme per una piccola PMI come quella gestita da Santa Claus: l’assistenza di Qonto può tornare utile.

Qonto analizza la gestione finanziaria di Babbo Natale

L’impresa di Babbo Natale è il classico esempio di PMI che ce l’ha fatta, con clienti in tutto il mondo. Pensate che solo in Italia ci sono 9,8 milioni di bambini e ragazzi minorenni che potenzialmente potrebbero ricevere un regalo. Certo, la lista si limita a chi crede in Babbo Natale, condizione necessaria per finire nella lista dei buoni.

Si stima che in Italia, ogni bambino riceva una media di tre regali: per Babbo Natale sono 29,4 milioni di scontrini solo nel nostro Paese. Tanti da far diventare un Grinch anche il più buono dei fiscalisti. Ma automatizzando la contabilità, ogni transazione è collegata alla propria ricevuta: Babbo Natale può controllare tutto dal proprio smartphone. E dall’anno prossimo sembra voglia dare accesso di “sola lettura” al proprio commercialista.

Qonto - Babbo Natale 2-min

Ma la gestione non si limita alle ricevuto. Pensate che l’anno scorso al Polo Nord sono arrivate 200 mila lettere per posta. Per digitalizzare tutta questa corrispondenza, servono in media 40 secondi a lettera, anche con il miglior software. In totale, impiega 2.222 ore per archiviare le lettere nel proprio gestionale: sarebbe meglio arrivassero tutti via email.

Resta poi la questione dipendenti. Gli elfi lavorano 8 ore al giorno, ma sono disponibili solo tre mesi l’anno. Significa che, solo per spedire i regali in Italia, ogni elfo acquista e impacchetta 4.320 regali. Quindi ne servono 6.806 per farsi trovare pronti per la notte della Vigilia. Per agevolare le operazioni, ogni elfo spende per il nostro Paese ben 390 mila euro sulla carta aziendale, per un totale di 2,6 miliardi di euro. Babbo Natale punta sulle carte virtuali di Qonto per questo genere di operazione: così gli elfi non devono prestare attenzione a non perderle.

Qonto - Babbo Natale 1-min

Se volete che la contabilità e le finanze della vostra PMI filino lisce come l’operazione natalizia di Santa Claus, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito di Qonto.

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button