NewsSoftware

Proton ha ceduto l’indirizzo IP di un attivista alle autorità svizzere

Il servizio email privato ha fornito l'IP su mandato svizzero

Proton, l’azienda dietro al servizio di email privato Protonmail, ha fornito l’indirizzo IP di un attivista ambientale alla polizia francese, su mandato svizzero (dove ha sede l’azienda). La decisione sta facendo discutere molti esperti di privacy.

Proton fornisce l’indirizzo IP di un’attivista alle autorità

La polizia parigina stava investigando su un gruppo di attivisti ambientali che avevano occupato appartamenti e spazi commerciali in città. Il gruppo era rimasto anonimo ma uno dei membri aveva utilizzato l’indirizzo email jmm18@protonmail.com in alcuni post online. Le autorità francesi hanno quindi cercato di ottenere le credenziali della persona che aveva registrato quell’account. Proton ha sede in Svizzera e non deve rispondere a mandati di autorità dell’Unione Europea. Ma la polizia francese ha richiesto la collaborazione dell’Europol, che ha fatto approvare un mandato alla corte svizzera. Protonmail ha fornito l’indirizzo IP dell’attivista, che è stato arrestato.

In un post intitolato “Importanti chiarimenti riguardo l’arresto dell’attivista ambientale”, il CEO di Proton Andy Yen ha condiviso alcuni dettagli sulla procedura. “Proton ha ricevuto delle ordinanze legalmente vincolanti da parte delle autorità svizzere che eravamo obbligati a rispettare. Non c’era possibilità di appellarsi a questa particolare richiesta. Gli inquirenti in questo caso sono stati molto aggressivi. Sfortunatamente, questo è uno schema che vediamo sempre più spesso negli ultimi anni in tutto il mondo”.

L’ordinanza non richiedeva di conoscere il contenuto della email, che è criptato e non può essere consultato da Proton. In ogni caso, Proton ha annunciato che modificherà le policy di Protonmail per spiegare meglio gli obblighi dell’azienda in caso di investigazioni criminali.

Secondo l’ultimo report di trasparenza di Proton, le corti svizzere hanno ottenuto un crescente numero di mandati nell’ultimo anno. Nel 2020, sono stati quasi tremila, il doppio dell’anno precedente.

OffertaBestseller No. 1
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - nero
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità
  • A14 Bionic, il chip più veloce mai visto su uno smartphone
  • Evoluto sistema a doppia fotocamera da 12MP (ultra-grandangolo, grandangolo) con modalità Notte, Deep Fusion, Smart HDR 3 e registrazione video HDR a 4K in Dolby Vision
Source
The Verge

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button