AziendeNewsScenario

Osservatorio MECSPE, la fotografia del settore manifatturiero

La fiducia cala, ma il fatturato tiene

L’Osservatorio MECSPE di Senaf riporta un settore manifatturiero in buona saluta, vera forza trainante del Paese: ma che sta vivendo un periodo di incertezza soprattutto per il caro energia e il conflitto Russia-Ucraina. Ma nel frattempo gli imprenditori sembrano pronti a sfruttare le risorse del PNRR.

L’Osservatorio MECSPE fotografa il settore manifatturiero

L’Istat rileva un Pil in crescita del +0.5% per l’Italia, trainato dall’andamento positivo di due imprese manifatturiere su tre, con il 70% che ha un portafoglio ordini adeguato. Le aziende sono quindi sane e pronte a sfruttare anche i nuovi incentivi, con il MISE che comunica che ammonta a 2,2 miliardi di euro il totale dei bonus Transizione 4.0 finanziati dal PNRR.

Secondo i dati dell’Osservatorio, il 57% degli imprenditori è informato sul PNRR e già un 41% ha sfruttato il Fondo Competenze. Soprattutto hanno investito in cybersecurity (41%), robotica collaborativa (25%), additive manufacturing (25%) e cloud computing (23%). Argomenti che Senaf tratterà alla prossima edizione di MECSPE, in programma dal 29 al 31 marzo 2023 a BolognaFiere.

Osservatorio MECSPE 2022 settore manifatturiero-min

L’Osservatorio MECSPE svela però che addirittura il 94% delle imprese riporta un impatto sulla produttività del caro energia e dell’aumento del costo delle materie prime. Inoltre, in generale la fiducia cala dal 57% al 34% in un anno. Soprattutto per i costi energetici (49%), il conflitto in Ucraina (18%) ma anche la difficoltà di reperire materie prime (10%). Questo nonostante per il 53% delle aziende il fatturato cresca e il 60% abbia proiezioni positive per la fine di quest’anno.

I saloni MECSPE

Maruska Sabato, Project Manager di MECSPE, spiega: “Una fiera come MECSPE è un polo fondamentale per favorire soluzioni innovative per il settore e il dialogo tra gli imprenditori, che rimangono per la grande maggioranza orientati alla crescita e con buoni risultati in termini di fatturato. La crisi energetica non deve mettere a rischio i grandi passi avanti in termini di innovazione, formazione e sostenibilità che le imprese hanno realizzato negli ultimi anni e in cui continuano a impegnarsi, nonostante le difficoltà. Negli innumerevoli momenti formativi e informativi di MECSPE si parlerà anche di questo, con l’obiettivo di offrire spunti e soluzioni”.

L’appuntamento quinidi è per la 21ª edizione di MECSPE, che l’anno prossimo raddoppierà: dal 29 al 31 marzo 2023 a BolognaFiere e a Bari dal 23 al 25 novembre con “Focus Mediterraneo” presso la Nuova Fiera del Levante. Maggiori informazioni qui.

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button