CloudHotNewsSoftware

I processori ARM arrivano su Oracle Cloud Infrastructure

Da oggi potete sfruttare l'architettura per lo sviluppo in modalità pay-per-use

Oracle lancia la sua prima offerta basata sulla tecnologia ARM: OCI Ampere A1 Compute, disponibile su Oracle Cloud Infrastructure. In questo modo i clienti possono eseguire lavori cloud-native e general-purpose basati su ARM, sfruttando i vantaggi in termini di rapporto fra costo e prestazioni che offrono queste istanze.

Su Oracle Cloud Infrastructure arrivano i processori ARM

Oracle diventa il primo grande fornitore cloud a potere offrire istanza ARM a un cent di dollaro per core hour, la tariffa più bassa del mercato. Il tutto con un dimensionamento VM flessibile da 1 a 80 OCPU e da 1 a 64 GB di memoria per core o come servizio bare-metal con 160 core e 1 TB di memoria. Potete distribuire app ottimizzate per ARM su container. Ma anche su macchine bare metal e macchine virtuali sia nel cloud pubblico che in Dedicated Region Cloud@Customer.

Clay Magouyrk, executive vice president, Oracle Cloud Infrastructure spiega: Vediamo che la domanda di computing su Arm lato server aumenta; aggiungendo istanze di calcolo basate su Arm alla nostra ampia offerta, consentiamo ai clienti di scegliere i processori giusti per i loro carichi di lavoro. Ora, i clienti che hanno bisogno di una piattaforma Arm per lo sviluppo possono ottenere la flessibilità, la scalabilità e il rapporto prezzo-prestazioni più adatto alle proprie esigenze. Stiamo anche rendendo davvero facile per gli sviluppatori spostare le loro applicazioni su Oracle Cloud Infrastructure e svilupparne di nuove“.

Tre offerte distinte

ARM permette prestazioni migliori a parità di costo rispetto a qualsiasi istanza x86. Una vera rivoluzione informatica, che potete testare con tre tier diversi. Con Oracle Cloud Free Tier, gli sviluppatori ricevono 300 dollari in crediti gratuiti per 30 giorni. In alternativa, l’accesso Always Free Arm dà agli sviluppatori quattro core Ampere A1 e 24 GB di memoria. Infine, Arm Accelerator permette a sviluppatori open source, i partner ISV, i clienti e le università di ricevere crediti Oracle Cloud per un periodo di 12 mesi.

L’intero stack di sviluppo Oracle diventa disponibile per le istanze Ampere A1. Oracle Linux, Java, MySQL, GraalVM e il servizio Oracle Container Engine for Kubernetes (OKE). E non solo. Potete usare tutti i più comuni linguaggi come Java, GraalVM, Python, PHP, Node.js, Go e C/C++.

Con quest’offerta potete utilizzare OCI Ampere A1 Compute per app general-purpose, per cache in memory e database, per app mobile e anche per applicazioni ad alta intensità di calcolo. Il tutto con un rapporto costi-prestazioni davvero eccezionale.

Se cercate altre informazioni o volete provare di persona i nuovi processori ARM su Oracle Cloud Infrastructure, trovate tutto su questo sito.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button