FeaturedGestioneSoftware

Achab racconta e analizza gli MSP in Italia

Il terzo report che Achab presenterà agli MSP Day di giugno fotografa il rapporto fra Managed Service Provider e PMI

In vista dell’MSP Day del 10-11 giugno, Achab ha dipinto un quadro dei Managed Service Provider in Italia, tracciando sia le esigenze delle PMI che le offerte e le potenzialità dei provider. Una realtà in crescita, grazie soprattutto alla transizione digitale di molte aziende e nell’ultima anno anche grazie all’adozione dello smart working. Ecco riassunto quanto illustrato da Achab.

Achab racconta il rapporto fra MSP e PMI in Italia

Il report sui Managed Service Provider nel nostro Paese giunge alla terza edizione, che sarà presentata il 10 e 11 giugno al MSP Day. Ma Achab ha voluto darci una visione anticipata di quali sono i dati che emergono. Una fotografia degli MSP in Italia, in un anno dove la digitalizzazione ha coinvolto tutte le realtà commerciali, dalle micro imprese fino all’enterprise.

L’elevato rischio di sicurezza che può comportare per la rete lo smart working, la complessità delle connessioni e la necessità di proteggere i dati portano le aziende a scegliere soluzioni complete per la trasformazione digitale. Backup, disaster recovery, protezione, compliance erano già questioni centrali per le aziende, la pandemia ha ampliato l’importanza di gestire al meglio il digitale. Di conseguenza, anche le sfide per i MSP sono cresciute.

Realtà in crescita

La maggior parte degli MSP hanno meno di 100 clienti e contratti di servizio annuali, da tariffa oraria che varia fra le 46 ai 60 euro in media. Tuttavia, rispetto al 2020, calano le microaziende e crescono quelle più strutturate. Il numero di realtà con più clienti e contratti più lunghi sta aumentando. Così come cresce il numero di MSP (36%) che gestiscono parchi macchine sopra i 500 endpoint.

Oltre il 90% degli MSP ha per clienti studi professionali, la categoria che fa più uso di questo tipo di gestione dei servizi. Segue il settore produttivo con l’87%. C’è poi un grande balzo fino al 61% delle realtà che offrono consulenza (soprattutto legale) e il 48% per l’edilizia. Le startup sono il settore che sfrutta meno gli MSP, contano solo per il 13% dei clienti.

Andrea Veca, CEO di Achab commenta: “Il nuovo report mette sotto la lente veri e propri trend in atto: dall’analisi emerge la conferma che un ormai discreto numero di operatori che ha abbracciato il modello MSP è in grado di fornire servizi di livello superiore che consentono di ottenere economie di scala per essere competitivi, differenziarsi dalla concorrenza e aumentare il proprio margine avvalendosi di strumenti, processi e tecnologie in grado di automatizzare determinate attività ed aumentare concretamente l’efficienza e la qualità dei servizi offerti”.

Andrea Veca_CEO Achab
Andrea Veca, CEO Achab

MSP in Italia, focus sulla sicurezza

Si occupano soprattutto di cybersecurity (78%) l’organizzazione dei processi aziendali (60%) e le attività di sales & marketing (58%). La sicurezza informatica si conferma il focus più importante per gli MSP, a maggior ragione visto gli attuali trend di cybersecurity. Infatti nel 2020 il 60% degli MSP ha clienti vittime di attacchi ransomware, che si confermano in aumento. Quasi l’80% degli MSP ha clienti  colpiti da phishing, spear phishing o Business Email Compromise.

La sicurezza informatica diventa ancora più importante oggi, visto che lo smart working ha aumentato di molto la “superficie di attacco” per gli hacker. Oggi come mai prima le aziende sono chiamate a proteggersi e un numero crescente di affida ai Managed Service Provider.

Un numero crescente di clienti degli MSP richiedono controlli da remoto e piattaforme RMM sicure. Ma cresce moltissimo la necessità di fornire soluzioni di videoconferenza e virtualizzazione desktop: grazie a questi servizi, il 50% degli MSP ha potuto ottenere un nuovo cliente.

Le difficoltà degli MSP in Italia secondo il report Achab

Achab ha anche investigato su quali siano i principali problemi per gli MSP nel nostro Paese. Secondo l’analisi, c’è difficoltà nel reperire tecnici e commerciali validi (51%). Un segnale evidente di come il reskilling in ambito informatico sia una necessità continua e importante. Il 38% vorrebbe aumentare l’efficienza dei processi aziendali e dell‘help desk.

Ma il problema principale riguarda il posizionamento sul mercato. Il 56% lamenta il fatto che le aziende non sono consapevoli delle proprie necessità in termini di sicurezza e servizi. Il 42% spiega quanto sia complicato differenziarsi sul mercato. Infine, il 59% pensa che i tempi di risposta dei fornitori siano troppo lunghi.

MSP DAY in arrivo il 10 e 11 giugno

Questi dati contribuiscono a fornire uno sguardo d’insieme su questa realtà, in continua evoluzione. Ma il report completo arriverà agli MSP Day online del 10 e 11 giugno. Un’occasione per parlare di questo microcosmo, con sessioni plenarie che raccontano di questi dati e delle novità che Achab vuole aggiungere al proprio portfolio. E poi sessioni in parallelo per parlare di tecnologie: RMM e integrazione, sicurezza proattiva e intelligente, gestione delle email, suite mission control a supporto degli MSP. E poi ancora LEAN Management, backup a misura di MSP e molto altro.

Tra gli sponsor Premium dell’evento spiccano Axcient e Zomentum. Tra i Top BlackBerry Protect, ConnectWise, IT Glue, Qboxmail e ReeVo MSP. Infine, ricca la lista dei First, con Carbonite, Datto, Globaldash, Kaseya, MailStore, Timenet, Vade Secure, WatchGuard e Webroot. Alla conferenza stampa Achab ci ha dato un assaggio delle tante tematiche che saranno affrontate, ma approfondirle potrebbe essere un’occasione di crescita per i professionisti.

L’agenda completa e i dettagli sono disponibili qui.

OffertaBestseller No. 1
Logitech StreamCam per Streaming Live e Creazione di Contenuti, Video verticale in Full HD 1080p a 60 fps, Opzioni di montaggio versatili, con USB-C, per YouTube, Gaming Twitch, PC/Mac, Nero
  • Logitech Capture, questo software per la registrazione e lo streaming di video rende la creazione di contenuti con StreamCam facile, veloce e intuitiva
  • Full HD 1080p a 60 fps, regala ai tuoi fan un'esperienza di streaming ultra-fluida e di alta qualità con movimento accurato e video più preciso
  • Messa a fuoco automatica ed esposizione intelligenti, dedica tutta la tua attenzione ai dettagli che fanno la differenza mentre le funzioni automatiche di messa a fuoco ed esposizione di StreamCam fanno il resto, grazie ad avanzate tecnologie di tracciamento facciale basate su intelligenza artificiale
  • Video verticale Full HD, passa al video verticale Full HD 9:16 semplicemente ruotando StreamCam; ottimo per le storie di Instagram e Facebook
  • Opzioni di montaggio versatili, StreamCam include un supporto per monitor e un adattatore per treppiede che ti garantiscono l'angolazione ottima ogni volta che trasmetti in streaming o registri, mentre la funzione integrata di stabilizzazione elettronica dell'immagine riduce le vibrazioni della videocamera

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button