AziendeNews

Microsoft presenta eHealth Experience

Un nuovo spazio dove sperimentare le nuove frontiere della Sanità Digitale

Microsoft inaugura la eHealth Experience, un percorso che arricchisce il Microsoft Technology Center, il centro al primo piano della Microsoft House dedicato alla formazione. Un percorso dove sperimentare innovazioni e tecnologie per il Sistema Salute. Un settore strategico, a cui sono riservati ben 15,63 miliardi di euro nel PNRR.

MIcrosoft eHealth Experience, per il futuro della sanità

La Sanità diventa sempre più un settore fondamentale, dove la tecnologia può fare la differenza. L’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano ha evidenziato che ha una crescita annua del 29,4%. Tanto che potrà raggiungere un valore di 17 miliardi di euro entro il 2026. Ma resta ampio il gap delle competenze digitali dei professionisti sanitari.

Per questo Microsoft si impegna offrire opportunità  sia alle figure cliniche, sia a figure dirigenziali e amministrative. In modo da continuare in un settore che ha ampio margine. Con anche il supporto pubblico: pensate che oltre il 91% approva l’uso della telemedicina.

Luca Callegari, Direttore Divisione Specialist Team Unit di Microsoft Italia, assicura l’impegno dell’azienda. “Abbiamo fatto squadra con i nostri partner per creare l’eHealth Experience e intendiamo accompagnare gli operatori della sanità verso un percorso di crescente consapevolezza del potenziale del digitale in risposta alle sfide di oggi e per disegnare la sanità di domani. Le nuove tecnologie come il Cloud Computing e l’Intelligenza Artificiale contribuiscono a migliorare diagnosi e terapie, permettendo così l’affermazione della Medicina personalizzata, di precisione e predittiva. Le frontiere del multi-cloud e multi-edge computing, unitamente a un approccio zero trust, sono alla base di ecosistemi digitali sicuri, in cui grazie all’analisi dei dati, la comunità estesa potrà affrontare le sfide più complesse come la lotta ai tumori o le malattie cardiovascolari, prima causa di morte al mondo”.

Partnership e collaborazioni

Fondamentali in questo i partner come Agfa Healthcare, Avanade, HopeCare, Imaginary, Munogu, Internet of People, Orobix, Porini, Progesoftware, Cluster Reply, Sophia Genetics.

La Microsoft eHealth Experience vuole inoltre proporre esperienze innovative come il progetto AI-SCoRE, realizzato con IRCCS Ospedale San Raffaele e insieme a NVIDIA, Orobix e Porini. Creando una piattaforma di apprendimento autonomo in grado di calcolare il rischio da Covid-19.

Questo impegno nella Sanità rientra nel più largo lavoro di Microsoft Italia all’interno di Ambizione Italia #DigitalRestart. Trovate qui maggiori informazioni.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button