ComputerHardwareNews

AMD Instinct MI200 farà parte dei server Microsoft Azure per potenziare l’AI training

I progetti PyTorch degli sviluppatori potranno sfruttare le performance e le funzionalità degli acceleratori AMD Instinct

Microsoft e AMD continuano nella loro collaborazione, che a quanto pare è profiqua. L’ultimo annuncio riguarda il servizio clod Azure che utilizzerà la grafica AMD Instinct MI200, per velocizzare il processo di formazione dell’IA su “grande scala”. La scheda grafica professionale è stata lanciata lo scorso autunno con e su basa sull’architettura CDNA2, e mette a disposizione 128 GB di memoria.

Oltre a questo, Microsoft annuncia che sta collaborando con i team AMD PyTorch Core e Data Center Software per ottimizzare le prestazioni e l’esperienza degli sviluppatori con i clienti che eseguono PyTorch su Azure. Ciò garantisce che i progetti PyTorch sfruttino le prestazioni e le funzionalità degli acceleratori AMD Instinct.

PyTorch semplifica la creazione di modelli di reti neurali artificiali ed è utilizzato principalmente per applicazioni di ricerca,  data science  e intelligenza artificiale.

Con AMD Instinct MI200 si allarga l’ecosistema di dispositivi hardware per i server Microsoft Azure

Gli acceleratori AMD Instinct MI200 si aggiungono all’ampia gamma di prodotti AMD utilizzati nei server che rendono disponibili il servizio Microsoft Azure. Questi includono le macchine virtuali Azure HBv3 recentemente annunciate, che utilizzano processori AMD EPYC di terza generazione con tecnologia AMD 3D V-Cache. In più ci sono molte altre istanze per carichi di lavoro di elaborazione riservata, uso generico, legati alla memoria, visivi e di altro tipo.

“Gli acceleratori AMD Instinct MI200 forniscono ai clienti prestazioni di intelligenza artificiale e HPC all’avanguardia e alimenteranno molti dei sistemi di supercomputer più veloci del mondo che spingono i confini della scienza”, ha affermato Brad McCredie, , corporate vice president, Data Center and Accelerated Processing di AMD. “Il nostro lavoro con Microsoft per consentire la formazione e l’inferenza dell’IA su larga scala nel cloud non solo mette in evidenza l’ampia collaborazione tecnologica tra le due società, ma anche le capacità prestazionali degli acceleratori AMD Instinct MI200 e come alla fine aiuteranno i clienti a far avanzare le crescenti richieste di carichi di lavoro dell’IA”

AMD Ryzen 5 3600 Processore (6C / 12T, 35 MB di cache, 4,2 GHz Max Boost)
  • TDP / TDP predefinito: 65 W
  • Numero di core della CPU: 6
  • Max aumento del clock: fino a 4,2 GHz
  • Soluzione termica (MPK): Wraith Stealth
  • Versione PCI Express: PCIe 4.0 x16

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button