Scenario

Kaspersky: gli attacchi DDoS sono aumentati nell’ultimo trimestre

Questa crescita è dovuta principalmente a un picco di attività dannose in autunno. In effetti, il 53% degli attacchi DDoS del trimestre è stato effettuato a settembre

Nel terzo trimestre del 2019, il numero di attacchi DDoS è aumentato di un terzo rispetto al periodo precedente (30 punti percentuali) e al terzo trimestre 2018 (32 punti percentuali) secondo le statistiche raccolte da Kaspersky DDoS Protection.

Questa crescita è dovuta principalmente a un picco di attività dannose in autunno. In effetti, il 53% degli attacchi DDoS del trimestre è stato effettuato a settembre ma è rilevante che un gran numero di tipi di attacchi sono stati piuttosto semplici.

Scendono gli “attacchi intelligenti”

Nei precedenti trimestri di quest’anno, la crescita totale è derivata da un’impennata del numero di attacchi intelligenti, che si sono concentrati sulle applicazioni e che di solito sono perpetrati da esperti criminali informatici. Nel terzo trimestre del 2019, la percentuale di attacchi “intelligenti” è scesa al 28% rispetto a tutti gli attacchi DDoS, dal 50% nel secondo trimestre, ed è cresciuta di soli sette punti percentuali nel terzo trimestre 2018.

attacchi DDOS

La durata media degli attacchi intelligenti non è cambiata sostanzialmente rispetto al secondo trimestre del 2019, ma è quasi raddoppiata rispetto alle statistiche raccolte dal terzo trimestre del 2018. Inoltre, la durata media di tutti gli attacchi è leggermente diminuita e questo può essere dovuto al gran numero di attacchi brevi registrati in questo trimestre.

Attacchi DDoS in aumento con l’inizio della scuola

Questo cambiamento può essere spiegato da un boom dell’attività DDoS all’inizio dell’anno scolastico. Se i primi mesi estivi del trimestre sono stati tranquilli, la maggior parte degli attacchi DDoS (53%) è stata rilevata a settembre. Le statistiche di Kaspersky rivelano che il 60% degli attacchi che sono stati evitati durante questo mese sono stati condotti contro scuole e siti di riviste elettroniche. Sulla base di questo, gli esperti di Kaspersky suggeriscono che questi attacchi sono stati effettuati da pirati informatici in età scolare che non hanno una profonda conoscenza di come organizzare una campagne DDoS.

Alexey Kiselev, Business Development Manager del team Kaspersky DDoS Protection ha dichiarato: “Nonostante questo periodo di attività stagionale da parte di giovani teppisti, che sembrano festeggiare l’inizio dell’anno scolastico con un picco di attacchi DDoS, il mercato più professionale degli attacchi DDoS è piuttosto stabile.

“Non abbiamo visto un aumento esplosivo del numero di attacchi intelligenti rispetto al trimestre precedente e la lunghezza media degli attacchi rimane la stessa. Tuttavia, ciò provoca ancora gravi danni al business. Il nostro sondaggio tra i responsabili della sicurezza IT ha rivelato che gli attacchi DDoS sono il secondo tipo più costoso di cyber-incidente che ha portato a violazioni di dati  per le PMI, con un costo medio di una violazione stimato in 138.000 dollari “.

Autore

  • Danilo Loda

    100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button