News

Un’indagine Juniper Networks conferma la necessità di una trasformazione delle reti IT sostenibili

Le persone sono pronte al cambiamento, ma chiedono azioni decise e maggiore attenzione al problema da parte delle leadership

Juniper Networks, azienda specializzata nelle reti sicure basate su AI, ha condotto una ricerca che dimostra come, nonostante l’implementazione di infrastrutture di rete sostenibili, permanga un gap di conoscenze quando si tratta di comprendere i veri imperativi, problemi e opportunità delle reti IT sostenibili.

Passi avanti verso le reti IT sostenibili

Con le iniziative per la trasformazione digitale sia nel settore privato sia nel pubblico, la richiesta di reti continua ad aumentare. In linea con le iniziative per contrastare il cambiamento climatico, anche le infrastrutture di rete devono,essere costruite e gestite responsabilmente al fine di minimizzare il consumo di energia e di spazio.

Juniper Networks ha collaborato con Vanson Bourne per una ricerca che ha coinvolto 650 decisori IT e 1200 impiegati nell’area EMEA, Italia inclusa, per valutare la fiducia nella trasformazione sostenibile del networking all’interno delle proprie aziende. I risultati emersi dall’indagine rivelano un quasi totale allineamento tra l’Italia e il resto della regione EMEA. Il report rivela così che l’83% dei decisori IT intervistati nell’area EMEA lavora per organizzazioni che hanno implementato o stanno implementando policy a favore di infrastrutture di reti IT sostenibili.

I risultati della ricerca suggeriscono che il supporto per tale trasformazione aumenterà ulteriormente nei prossimi anni. L’86% degli intervistati totali nell’area EMEA (85% in Italia) afferma, infatti, di voler vedere nei prossimi 2-5 anni azioni più decise da parte delle proprie organizzazioni sul tema dell’IT e del networking sostenibile.

Gap di conoscenze

Per quanto vi sia accordo tra decisori e impiegati sul fatto che la sostenibilità del networking e delle policy relative alle infrastrutture sia importante la conoscenza dei problemi e delle opportunità legate alla sostenibilità rimane insufficiente. Nell’area EMEA, solo il 32% degli impiegati crede che la propria organizzazione abbia una comprensione adeguata dell’impatto dei problemi legati all’IT sostenibile. In particolare, il 13% dei decisori e degli impiegati nell’area EMEA (16% in Italia) ritiene che la propria organizzazione abbia una conoscenza modesta o nulla del problema.

Quando si tratta di fare business in modo sostenibile il ruolo delle persone è importante quanto gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Se si guarda, al recruiting, il 40% degli intervistati sia in EMEA sia in Italia ritiene che la propria organizzazione non stia selezionando ruoli tecnici pensando al futuro. Inclusi i ruoli e le competenze legate all’intelligenza artificiale, alla sostenibilità o alle policy ESG.

Autore

  • Martina Ferri

    Sono laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button