GestioneNewsSoftware

HR Tech, le risorse umane smart valgono $90 miliardi

Growth Capital e Cosmico analizzano quest'industria nascente

L’anno scorso ha generato 53,1 miliardi dollari, che nel 2025 diventeranno 90 miliardi. Il settore dell’HR Tech, che sta rivoluzionando la gestione delle risorse umane, sta crescendo moltissimi: Growth Capital in collaborazione con Cosmico ha realizzato un’analisi di questa industria. Le piattaforme di talent acquisition and engagement stanno diventando centrali per l’intero sistema economico?

Le risorse umane umane del futuro: una fotografia dell’HR Tech

Il mondo del lavoro sta cambiando: chiunque sia entrato in un ufficio (o abbia smesso di andarci) nell’ultimo paio di anni lo sa. La crescita dello smart-working e l’attenzione alla work-life balance stanno cambiando il mercato del lavoro.

Ma un ruolo centrale in questa rivoluzione lo gioca il settore dell’HR Tech. Si tratta di soluzioni digitali dedicate al mondo delle Risorse Umane e del Change Management. Che diventano sempre più importanti nel mercato del lavoro. Varranno circa 90 miliardi al 2025 (CAGR dell’11,6%) a livello mondiale. E l’Europa è al centro di questo cambiamento, tanto che l’anno scorso l’industria generava già 7 miliardi, destinati ad aumentare del 10% nei prossimi anni.

Growth Capital, advisor per aumenti di capitale e operazioni di finanza per startup e PMI, ha quindi analizzato il fenomeno con con Cosmico, Recruiting & Learning Platform italiana fondata nel 2020. Mostrando l’estrema dinamicità di questo settore.

Il presente e il futuro delle risorse umane

L’anno scorso il 57,1% del valore totale del settore ha riguardato il Personnel Management and Payroll. Quindi la gestione quotidiana delle risorse umane. Per adesso possiamo quindi immaginarci una tecnologia usata soprattutto per gestire ferie e permessi: non solo, ma resta una fetta importante. Ma non sarà così a lungo.

Infatti il segmento in più rapida crescita è l’Engagement and Connectivity. Si tratta di tutte quelle attività per motivare il personale, coinvolgendo i dipendenti. Nel 2025 andrà a rappresentare il 24,8% del mercato rispetto al 10,3% del 2019.

HR Tech Growth Capital

Diventerà persino più importante della tecnologia a servizio della Talent Acquisition. Una dimostrazione del fatto che ancora prima che attrarre nuovi talenti, le aziende investiranno per non farsi scappare quelli che già hanno.

Il Learning and Development, che riguarda la formazione personale e professionale, crescerà a un ritmo dell’8,9%. Ma continuerà ad avere un peso contenuto nel mondo dell’HR Tech (2,6% nel 2025). Invece Recognizing and Rewarding, per riconoscere il valore dei dipendenti e premiarlo, crescerà a un ritmo del 2,1% annuo fino al 2025.

HR Tech, la risoluzione è strategica e non solo tecnologica

La diversa spartizione delle risorse all’interno dell’HR Tech sottolinea come i cambiamenti non saranno semplicemente legati al tipo di software o hardware. Sta cambiando il paradigma con cui concepiamo le risorse umane. Perché sta cambiando il mondo del lavoro.

Come spiega Lorenzo Triboli, Vice-President & CFO di Growth Capital: “Il cambiamento che ha investito il settore del lavoro e delle operazioni HR a partire dalla pandemia da Coronavirus è di portata enorme. Non si parla solo di una riorganizzazione di forze, ma di un cambiamento di paradigma irreversibile, che ci fornisce l’opportunità di ripensare l’idea stessa di ‘lavoro’, formulandone una definizione maggiormente in linea con le nuove generazioni.”

sviluppatori comunicazione riunione business-min
Meeting photo created by rawpixel.com – www.freepik.com

Per Triboli, è per questo motivo che “sempre più start-up offrono soluzioni innovative per consentire alle nuove generazioni di abbracciare un nuovo modo di vivere il mercato del lavoro.

Secondo Francesco Marino, CEO di Cosmico, “Elemento fondamentale di questa riorganizzazione sarà la riformulazione del ruolo dell’HR, da gestori di risorse umane intese come commodity, a quelli che mi piace chiamare ‘imprenditori del talento’: intendere cioè ogni professionista come un investimento selezionato con cura, abilitando, con i nuovi strumenti tecnologici a disposizione, la crescita di tale investimento. Cosmico nasce proprio per questo: sviluppare persone e felicità oltre che figure professionali. E partire dall’evidenza dei numeri, in questo percorso, è di primaria importanza.”

La crescita delle startup HR Tech

In questi anni il Nord America ha dominato gli investimenti nel mondo HR Tech, seguito da Europa (soprattutto Germania, Francia e Regno Unito) e Paesi APAC. Ma le previsioni per il 2025 vedono sia Italia che Spagna contribuire con percentuali in grande aumento. L’Italia arriverà al 12,3%, il linea con gli altri grandi Stati europei.

Secondo Growth Capital vedremo un aumento del segmento Engagement & Connectivity nelle realtà corporate, con una grande crescita dei professionisti freelance. Con un numero crescente di startup innovative nel settore: nel 2025 varranno l’8,2% delle soluzioni.

In particolare avranno un ruolo importante le startup che si focalizzeranno su:

  • recruiting software, con modello di puro SaaS (Software-as-a-Service). Che aiutano le grandi corporate a trovare talenti: sono esempi: Eightfold.ai, Personio, Beamery, SilkRoad Technology, Glickon
  • le nonrecruiting software, con soluzioni per ottimizzare la gestione e il coinvolgimento del personale delle corporate. Come Neobrain, Beaconforce
  • startup “pure marketplace”, che agevolano la gestione di domanda e offerta di lavoro per i freelancer come Upwork, Fiverr, Graphite, JobTech
  • piattaforme di recruitment & learning platform, che organizzano formazione e momenti di engadgment. Come Malt, Comet, Cosmico, Nova Talent, Aulab, Code First Girls, Digitazon

Se volete approfondire questo settore in rapida evoluzione, l’analisi completa si trova a questo indirizzo.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone XS 64GB Grigio Siderale (Ricondizionato)
  • Super retina display; oled all‑screen multi‑touch da 5,8" (diagonale)
  • Doppia fotocamera da 12mp con doppia stabilizzazione ottica dell'immagine (ois) e fotocamera anteriore truedepth da 7mp; modalità ritratto, illuminazione ritratto, controllo profondità e smart hdr
  • Face id; riconoscimento del volto tramite la fotocamera truedepth
  • Resistenza a polvere e acqua di grado ip68 (profondità massima di 2 metri fino a 30 minuti)

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button