NewsSicurezza

Report HP, la sicurezza sembra essere un ostacolo per chi lavora da remoto

I lavoratori più giovani spesso eludono i controlli per rispettare le scadenze

Il nuovo rapporto HP Wolf Security Rebellions and Rejections  ha rivelato che i team IT sono stati costretti a compromettere la sicurezza per la continuità aziendale in un momento di crescenti minacce. HP Wolf Security Rebellions and Rejections combina i dati di un sondaggio online globale di YouGov su 8.443 impiegati che sono passati al lavoro da casa durante la pandemia e un sondaggio globale su 1.100 responsabili delle decisioni IT, condotto da Toluna. Questo rivela che i tentativi dei team di sicurezza di aumentare o aggiornare le misure di sicurezza per i lavoratori remoti sono stati spesso respinti. 

Il sondaggio sulla sicurezza di HP Wolf rivela ribellioni e rifiuti alla sicurezza informatica

I maggiori problemi per i team IT sono arrivati dalla futura forza lavoro , ovvero i dipendenti nella fascia d’età tra i 18 ei 24 anni. Secondo il sondaggio questi “nativi digitali”si sentono sempre più frustrati dalla sicurezza che intralcia le scadenze, portando molti a eludere i controlli,

In effetti, il 76% dei team IT ammette che la sicurezza è passata in secondo piano rispetto alla continuità aziendale durante la pandemia, mentre il 91% ha sentito la pressione di dover compromettere la sicurezza per la continuità aziendale. Quasi la metà (48%) degli impiegati più giovani (18-24 anni) intervistati ha considerato gli strumenti di sicurezza come un ostacolo, portando quasi un terzo (31%) a cercare di aggirare le politiche di sicurezza aziendali per svolgere il proprio lavoro.

Quasi la metà (48%) degli impiegati intervistati ha convenuto che misure di sicurezza apparentemente essenziali comportano una grande perdita di tempo, che sale al 64% tra le persone di età compresa tra 18 e 24 anni. Più della metà (54%) dei giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni era più preoccupata di rispettare le scadenze che di esporre la propria organizzazione a una violazione dei dati; Il 39% non era sicuro di cosa dicessero le loro politiche di sicurezza, o non sa se la loro azienda le abbia, il che suggerisce un crescente livello di apatia tra i lavoratori più giovani. Di conseguenza, l’83% dei team IT ritiene che l’aumento dei lavoratori a domicilio abbia creato una “bomba a orologeria” che potrebbe portare alla violazione della rete aziendale.

HP Wolf Security Rebellions Rejection: I team di sicurezza si sentono abbattuti e rifiutati

Il rapporto evidenzia che molti team di sicurezza hanno compiuto sforzi per frenare il comportamento degli utenti per mantenere i dati al sicuro. Il sondaggio ha rivelato che il 91% team it ha aggiornato le politiche di sicurezza per tenere conto dell’aumento del lavoro da casa, mentre il 78% ha limitato l’accesso a siti Web e applicazioni. Tuttavia, questi controlli spesso creano attrito con gli utenti, che si risentono dei controlli e respingono i team IT, lasciandoli scoraggiati e rifiutati.

HP Wolf Security Rebellions Rejections

Più di un terzo (37%) degli impiegati intervistati ha affermato che le politiche e le tecnologie di sicurezza sono spesso troppo restrittive. La stragrande maggioranza (80%) dei team IT ha subito respingimenti da parte di utenti a cui non piace che i controlli vengano imposti anche quando lavorano da casa. Secondo l’83% dei team IT, cercare di impostare e applicare policy aziendali sulla sicurezza informatica è impossibile ora che i confini tra la vita personale e quella professionale sono così sottili. E l’80% dei team IT che hanno risposto al sondaggio ha affermato che la sicurezza IT stava diventando un “compito ingrato” perché nessuno li ascolta e il 69% di questi ha affermato di sentirsi come i “cattivi” per aver imposto restrizioni.

Tutti i dati relativi allo studio HP Wolf Security Rebellions Rejection sono disponibili a questo link.

Kensington K64444WW Lucchetto per laptop con chiave NanoSaver, Per laptop ultrasottili con slot di sicurezza Nano, Tecnologia di blocco Cleat & cavo in acciaio al carbonio antitaglio
  • Slot di sicurezza Nano - Progettato per lo slot di sicurezza Kensington Nano, il lucchetto per laptop con chiave NanoSaver protegge laptop ultrasottili, tablet e 2-in-1 come SurfaceBook e HP Elitebook
  • Compatibilità - Per trovare il lucchetto per laptop con chiave NanoSaver adatto al proprio dispositivo, basta cercare "Kensington Lock Selector" online
  • Cavo in acciaio al carbonio - Il cavo in acciaio al carbonio da 1,8 m con guaina in plastica offre la stessa resistenza al taglio e al furto dei cavi più spessi e una maggiore mobilità
  • Robusta estremità del lucchetto da 10 mm con tecnologia di blocco Cleat - Sicurezza impareggiabile per laptop ultrasottili dotati dello slot di sicurezza Nano di Kensington
  • Cavo girevole e rotante - Il cavo completamente rotante consente una maggiore libertà di movimento, eliminando gli angoli scomodi e permettendo l'inserimento della chiave con la massima facilità

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button