NewsStartup

Heres, il primo trimestre 2021 segna un aumento del fatturato del 20%

Heres, startup innovativa specializzata nello sviluppo di agenti conversazionali multicanale e multilingua, nel Q1 2021 ha fatto registrare risultati molto incoraggianti: infatti il fatturato è aumentato del 20% rispetto allo scorso (360 mila euro nel 2020, 440 mila euro nel primo trimestre 2021). Con oltre 25 clienti internazionali, l’azienda prevede di chiudere il 2021 con una ulteriore crescita che porterà il fatturato a 600mila euro.

Heres, i risultati positivi del Q1 2021 aprono le porte a nuove assunzioni

E visti i più che buoni risultati del Q1 2021, Heres, per l’anno in corso, ha in mente di assumere nuove figure nell’area Sviluppo e di allargare il team di Conversation Designer, da formare in azienda per l’utilizzo delle tecnologie enterprise impiegate e per lo sviluppo delle interfacce conversazionali. La ricerca si concentra su una figura di Business Developer, una di Senior Developer e una di Junior Developer, con assunzione a tempo indeterminato. Per la posizione di Conversation Designer  l’inquadramento viene definito sulla base dell’esperienza e delle competenze maturate. La ricerca è aperta anche a giovani e laureati motivati da poter inserire nel proprio team inviando una candidatura spontanea. Qui il link alle posizioni oggi aperte in azienda https://heres.ai/lavora-con-noi.

Heres risultati Q1 2021
da sinistra Matteo Ligabue, Andrea Gabrielli e Anna Maria Gentile

I Conversation Designer, sono le figure principali in azienda, in quanto definiscono l’esperienza conversazionale e progettano ogni aspetto dell’agente conversazionale: dalla costruzione della conoscenza di base all’allenamento proattivo del chatbot. Grazie a questa eccellenza tecnologica, in Heres la personalizzazione delle informazioni e delle interazioni con il cliente ha portato l’azienda a consolidare partnership con realtà del calibro di Gruppo Prénatal, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Lloyds Farmacia, Easycoop, Shimano, Motoabbigliamento, Ianiri Informatica, Service Trade, SEW Eurodrive, Gottardo, Yeppon, DPV, Università e-Campus, Mondadori Education e Rizzoli Education.

“Ci concentriamo nello sviluppo dell’interfaccia e della conoscenza di base degli agenti conversazionali per renderli armonici e integrabili perfettamente con il contesto in cui andranno a inserirsi. La personalizzazione dell’ecosistema e delle conversazioni sono la chiave che porta i nostri chatbot evoluti a vivere un’esperienza di acquisto o di conversazione che vada oltre le aspettative dell’utente, con un approccio Human-AI in cui l’essere umano è al centro del processo”, spiega Andrea Gabrielli, Amministratore delegato di Heres.

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button